sabato 25 novembre 2017
Do you speak english? Parli italiano?
RICERCA
Inserisci il testo da ricercare nella casella di seguito, seleziona il tipo di logica per parole multiple.
 or   and
IL DIPARTIMENTO
LE ATTIVITÁ
I SERVIZI ONLINE
CARTOGRAFIA DIGITALE
Cartografia digitale
Tramite quet'area è possibile consultare le mappe della banca dati che raccoglie cartografie di base a varia scala, ortofoto digitali a colori, livelli informativi relativi alle aree protette in regione, alle riserve naturali direttamente gestite, e specifici del demanio forestale.
SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE
Pagina
   
II Sistema Informativo Territoriale.
Mappe digitaliIl Sistema Informativo Territoriale (SIT) del DRAFD nasce dall'esigenza di acquisire, organizzare ed analizzare le informazioni territoriali relative ad un territorio vasto ed eterogeneo, costituito dal demanio forestale, dalle superfici boscate e dalle Riserve Naturali Orientate affidate. La consultazione del SIT Azienda consente infatti di ottenere con facilità ed immediatezza utili informazioni sulla ubicazione geografica del demanio forestale e delle Riserve, sulle caratteristiche selvicolturali dei boschi e sulla zonizzazione delle aree protette; permette di ottenere in tempi minimi precise risposte ad interrogazioni semplici e complesse, su tematiche forestali e ambientali, si presta ad essere utile supporto nell'attività di programmazione degli interventi tecnici annuali ed è inoltre necessario strumento preliminare per la pianificazione delle attività e degli interventi nel medio e lungo periodo. Realizzato nel 2001, è un importante strumento informatico in cui l'hardware, gli specifici software e il personale specializzato, lavorano intorno ad una Banca Dati Territoriale (basi cartografiche ufficiali, Ortofoto digitali a colori 1t2000, piani tematici di interesse regionale. etc.), nella quale l'elemento di maggior rilievo e specificità è il piano tematico del demanio forestale, che contiene informazione su oltre 4.000 unità territoriali forestali censite in regione.

Le principali applicazioni sviluppate
Mappe digitaliI primi dati territoriali per i quali si è sentita la necessità di una organizzazione sistematica ed informatizzata, furono quelli relativi a delle informazioni cartografiche e tecniche raccolte negli anni 1992-95 sul demanio forestale regionale, suddiviso in unità territoriali forestali omogenee, definite "sezioni forestali". In assenza di precise informazioni di superficie delle oltre 4.000 "sezioni" censite in regione, gli strumenti CAD furono presi in considerazione come primo approccio al problema. L'esigenza successiva di analisi spaziale, di interrogazioni, selezioni e visualizzazioni d'insieme e tematiche, di dati statistici e riepilogativi, ha costituito una scelta quasi obbligata verso l'uso dello strumento GIS.

II primo interessante risultato è costituito dalla pubblicazione "Carta del demanio forestale della Regione Sicilia" per gli aspetti relativi ai temi della copertura potenziale, del tipo fisionomico, dello stadio evolutivo delle specie prevalenti e dal volume sulle "Prime elaborazioni dei dati quanti-qualitativi", relativa alle superfici del demanio forestale su base provinciale, comunale e, in base alle specie forestali più significative, dati e mappe tematiche su base regionale su cui avviare riflessioni programmatiche e di indirizzo, nonché di pianificazione.

La gestione delle Riserve Naturali Orientate ha inoltre posto l'esigenza di individuare su basi cartografiche ufficiali di varia scala, i confini e la zonizzazione delle stesse, nonché di sviluppare progetti connessi alla ridefinizione di questi confini, attraverso l'elaborazione di nuove proposte di zonizzazione e la redazione di piani di gestione documentati da mappe tematiche. Queste problematiche hanno trovato negli strumenti CIS e quindi nel SIT Azienda, adeguate e soddisfacenti risposte (Progetto di riperimetrazione della R.N.O. Bosco di SantoPietro; proposte di riperimetrazione per le RR.NN.00. Sughereta di Niscemi, Isola di Linosa e Isola di Pantelleria.)

Oggi il Sistema è pienamente utilizzato dai tecnici in possesso della necessaria formazione, per finalità applicative quali la produzione di elaborati cartografici progettuali tecnici, relativi agli interventi sul demanio forestale e mappe tematiche utili alla gestione delle Riserve. Comincia ad essere in uso la ricerca di indicazioni risultanti dalle interrogazioni poste al sistema e ci si rende conto di quanto sia importante la qualità, la quantità e l'attualità dei dati disponibili. Lo sviluppo della banca-dati, consistente nell'arricchimento della stessa con nuove cartografie tematiche, con l'apporto di nuovi dati rilevati direttamente sul territorio, anche con strumenti D.G.PS. (Differential Global Position System), o derivati dall'applicazione fotointerpretativa, su aerofoto ed ortofoto digitali, o da studi su immagini satellitari attraverso scene multispettrali del satellite Quickbird, o ancora ottenuti da sofisticate applicazioni come lo studio del DEM (Modello di elevazione digitale) per analisi tridimensionali del territorio, rimane tuttora l'impegno maggiore affinché il sistema possa continuare ad essere utile strumento di gestione territoriale.
Pagina