Palermo, 9 giugno 2003

 

COMUNICATO STAMPA

 

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DEL CONVEGNO INTERNAZIONALE “SICILIA DEI COLORI”

 

PALERMO - Il presidente della Regione Siciliana, Salvatore Cuffaro e l’assessore regionale ai beni culturali, Fabio Granata, presenteranno alla stampa, mercoledì 11 giugno alle ore 9.30 presso il Villino Florio, il convegno internazionale “Sicilia dei colori” e il disegno di legge regionale “piano del colore del decoro urbano e del paesaggio”, recentemente approvato dalla giunta di governo.

            Alla conferenza stampa prenderanno parte, fra gli altri, Aurelio Pes (direttore ufficio speciale per gli interventi di valorizzazione del patrimonio culturale), Giuseppe Silvestri (rettore dell’Università di Palermo), Giuseppe Leone (preside della facoltà di architettura dell’università di Palermo) e Adele Mormino (soprintendente beni culturali e ambientali di Palermo).

            Il piano del colore, del decoro urano e del paesaggio è un progetto di riqualificazione dei centri urbani e del territorio dei comuni della Sicilia che mira a porre un freno al degrado in cui versano alcuni centri abitati.

Entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge l’assessorato regionale ai beni culturali, d’intesa con l’assessorato al territorio stilerà l’elenco dei comuni obbligati ad adottare il piano entro diciotto mesi dalla pubblicazione dell’elenco. In caso di mancata adozione del piano i comuni inadempienti potranno essere commissariati.

            Anche i comuni non inseriti nell’elenco, potranno scegliere di adottare il piano del colore, del decoro urbano e del paesaggio usufruendo, anch’essi, dei contributi previsti  dalla normativa regionale.

            Il piano si prefigge l’ambizioso progetto di dare una svolta alla politica di recupero urbanistico ed ambientale della Sicilia anche per gli importanti risvolti socio – culturali ed economici che può attivare.

            “Spesso abbiamo avuto modo di constatare – ha affermato il presidente - lo stato di degrado e di abbandono che caratterizzano alcune aree del tessuto urbano delle nostre cittadine, per la mancanza di adeguate e tempestive opere di manutenzione degli immobili e spesso quando le opere vengono realizzate si utilizzano materiali e colori non adeguati, perché gli interventi non sono proceduti da adeguati studi storici dell’ambiente nel quale l’immobile è stato a suo tempo realizzato. Senza voler considerare l’arredo urbano che spesso mal si concilia con le caratteristiche architettoniche degli edifici”.

            “Proprio per ovviare a tali inconvenienti il governo regionale – ha proseguito Cuffaro - ha ritenuto opportuno dotare la Sicilia di un piano del colore, del decoro urbano e del paesaggio assolutamente innovativo, in quanto non si limita a dettare le line guida per “colorare o tinteggiare i prospetti” in alcuni centri abitati, ma detta le linee guida per un recupero urbanistico di qualità di tutto il territorio dei comuni ed è volto ad orientare la corretta realizzazione degli interventi di manutenzione programmata dei manufatti, del loro contesto e del paesaggio naturale ed antropizzato”.

            L’iniziativa che costituisce un primo punto di un progetto complessivo avviato dalla Regione Siciliana in ordine all’azione di tutela e fruizione del patrimonio culturale dell’isola sarà oggetto di un convegno internazionale della durata di due giorni coordinato da Aurelio Pes e Michele Benfari, che si svolgerà presso l’Albergo delle Povere di Palermo a partire da giovedì 12 giugno alle ore 9.30.