venerdì 22 novembre 2019
Do you speak english? Parli italiano?
ON RESERVE...
DOCUMENTS ATTACHED
RESERVE SELECTION
Select the rereve from the drop down menu below:
AREAS EQUIPPED
Le Aree Attrezzate Siciliane
SEARCH
Enter search text in the box below, select the type of logic for multiple words.
 or   and
RESERVE SHEET
Isole di Linosa e Lampione
Tourist information:
Linosa si raggiunge tramite collegamento marittimo con la Siremar le cui navi partono tutti i giorni da Porto Empedocle seguendo la rotta Linosa-Lampedusa: converrà prenotarsi per tempo tramite agenzie Siremar o agenzia di viaggio. Porto Empedocle è collegato ad Agrigento con un bus di linea. I visitatori non possono trasferirsi a Linosa con le proprie automobili per cui potranno affittare, in loco, ciclomotori e biciclette o fruire del servizio taxi privato.

Linosa: l’isola delle berte Linosa è un’isola vulcanica, poggia su un fondale sabbioso ed ha iniziato la sua attività alla profondità di circa 1.000 m. E’ costituita da quattro centri eruttivi: Monte Rosso, la vetta più alta (197 m s.l.m.), Monte Vulcano a sud-est, Monte Bandiera, ai cui piedi sorge il centro abitato, e Monte Nero che si apre sul mare, a Cala Pozzolana di Ponente. La sua attività vulcanica ebbe inizio 500.000 anni fa nel Pleistocene e si collega alle manifestazioni tettoniche del Mediterraneo. L’isola appare decisamente variegata nel paesaggio con una complessa morfologia vulcanica. La bellezza delle sue acque e il suo isolamento geografico fanno di questa riserva uno degli angoli più suggestivi e spettacolari della regione. I tufi vulcanici si alternano a colate scoriacee che formano sul mare suggestive scogliere, ad est nella zona dei Faraglioni e a nord nell’area di Mannarazza, dove nidificano le berte maggiori. Cala Pozzolana di Ponente, caratterizzata dall’ocra e dal nero dei tufi, si apre sul mare con una spiaggia a fine sabbia nera dove in estate le tartarughe marine scavano i nidi nei quali depositano le uova. I fondali marini, incontaminati, appaiono ricchi di vita e non è difficile incontrare invertebrati dai colori smaglianti, ovature di nudibranchi delicate come trine di merletti, stelle marine rosse e porpora, oloturie, ofiuridi e ricci di varie specie. Tra gli anfratti dei fondali, l’occhio attento del subacqueo sarà in grado di riconoscere il muso rapace della murena, i piccoli cerniotti guardinghi, gli avannotti delle castagnole, dal fosforescente colore blu elettrico. Madreporari e spugne dai brillanti colori si alternano ad una copertura algale molto varia nella quale, in agosto, è facile incontrare il verme cane dalla vivacissima livrea, noto per gli effetti urticanti del suo corpo.

Musei e centri visita
Il Centro Hydrosphera, localizzato lungo la strada che dal centro abitato di Linosa porta alla Cava Pozzolana di Ponente, potrà offrire informazioni sul progetto di conservazione della tartaruga marina.

Informazioni sui Comuni
Linosa, 12 m s.l.m. a 90 km da Agrigento; CAP 92012 – prefisso telefonico 0922; Abitanti: 400 circa (linosari).
Stazione ferroviaria più vicina: Agrigento.

Notizie Utili
  • Pro loco di Lampedusa e Linosa, via Vittorio Emanuele n. 30, Lampedusa. tel. 0922.971390 e 0922.971477.
  • Distaccamento forestale di Lampedusa, tel. 0922.971705.
  • Ufficio Provinciale Azienda (U.P.A.) di Agrigento, via Esseneto, Agrigento tel. 0922.595911.

Il sito web della Siremar, per informazioni sugli orari di navigazione e sui costi, è: www.lineafutura.it/sponsor/siremar/linee.html Mentre i recapiti telefonici sono: Siremar Porto Empedocle: 0922.636683 – fax 0922.636685. Siremar Linosa: tel. 0922.972062 – fax 0922.972062. Agrigento può essere raggiunta da Catania tramite pullman della SAIS (tel. 095.536201), oppure tramite le Ferrovie, sia da Catania che da Palermo.
Today, the department is the organization manager of 33 Natural Reserves whose 70.2520 H.a surface represents 80,7% of total lands occupied by Natural Reserves, still established by Sicilian Region.

Trough this map and the stand by menu on the left, it is possible to access the information of the reserves under DRAFD control. Click on notable areas to visualize the card of the reserve, and browse the map to discover more details on preserved areas.