Regione Siciliana
Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana
Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana

Soprintendenza del Mare
Home|Struttura| Progetti | Eventi | Itinerari | Normativa | Rassegna Stampa | U.r.p. | News | Credits

...
16th International aegean conference
Maggio 2016
ΕΣΠΕΡΟΣ / HESPEROS The Aegean seen from the West
Il Soprintendente del Mare ha tenuto la relazione introduttiva facendo un ampio ed esaustivo panorama delle relazioni mediterranee dalla preistoria all’epoca delle prime colonizzazioni storiche, il cui riassunto si riporta di seguito.
The ancient and long history of East, Central and West Mediterranean sea routes A perspective of longue durée was always my approach to study the interesting historical phenomenon concerning the connections between the different regions of Mediterranean. Of course a wide and deep knowledge of each region and site in which we can identify the evidence of allogenous materials and objects is at the base of any attempt to synthesize any connection between various parts of Mediterranean. Nowadays we can have the opportunity to try a synthesis due to a wide and suitable amount of local as well as regional studies and some very interesting suggestions coming from underwater archaeology. Beside a wide variety of specialized bibliography we cannot have a good and up to date idea of such Mediterranean relationship, also if we are dealing with the earlier periods, if we don’t take into consideration the well known theoretical milestone produced by Pirenne (Mahomet et Charlemagne, 1937), Braudel (La Méditerranée et le monde méditerranéen à l'époque de Philippe II), Matvejevic (Breviario mediterraneo), Abulafia (The Great Sea) and Broodbank (The Making of the Middle Sea: A History of the Mediterranean from the Beginning to the Emergence of the Classical World). In the frame of such theoretical background we have to deal with a phenomenon that was starting since Neolithic and is still going on. Of course we will deal only with the earlier periods trying to make it clear that it is necessary to understand the nature of such contacts and the different dynamics that they had in the various regions of Mediterranean. We have to make it clear that on one side we have general contacts that are based on a generic cultural as well as physical affinities. On the other side we have the real presence of allogenous objects that imply the real evidence of exchange or trade. But also in the frame of physical contacts we have to understand which kind of relationship there were between different regions of Mediterranean taking into consideration the chronological dynamics. We can have a trade that was so intense to let arise real acculturation phenomena that some scholars define also colonization. In other words we can say that before the season of the historical colonization Mediterranean was intensely crossed by a wide variety of ethnic groups aimed by economical interests as well as by the search of minerals and special kind of products, but also by real migrations. Obsidian, during Neolithic, was the first attractive item to be searched giving rise to the first real sea routes network that lead to the first colonization of the small Mediterranean islands. During copper and early bronze age (till the first half of II millennium b.C.) metal searching, especially copper and tin, was the main reason of the outbreak of a wide and intense sea routes network that was expanding its links little by little from East towards West. Southern Italy, Southern Sicily and the Aeolian archipelago were the first regions to be intensely connected with Aegean as well with continental Greece, coastal Anatolia, Cyprus and the Levant through an intense network of sea routes along Ionian Sea. At the same time a southern sea route was active and was connecting the Levant, the deltaic Egypt, Cyrenaica, Tripolitania and Byzacena with Sicily through Pantelleria. Different varieties of materials and objects were traded on both the networks giving rise to local acculturation phenomena. We are not sure if there were direct sea routes connecting with the same vessels different seaports in Eastern and Central Mediterranean. Actually the discovery of Ulu Burun wreck gave us the idea the there were different systems of sea routes that were confined to Eastern Mediterranean and that were coming into contact with Central Mediterranean sea routes in some exchange sea ports such as Kommos in Southern Crete. The second half of II millennium b.C. was characterized by the predominant role of the Mycenaean that established several “port of trade” along the coastal belts of Southern Italy, Eastern and Southern Sicily and Aeolian archipelago. In some sites, such as Thapsos in eastern Sicily we have a real phenomenon of acculturation with a deep change in the urban planning and ritual behavior due to the intense and deep presence of Mycenaean. It was in this period that the frontier of this wide globalized world, due to the above mentioned trade system, was moving towards West absorbing Sardinia and South Iberia. Those regions became very important landing points for the Mycenaean trade due to the presence of tin. At the end of II millennium the Mediterranean trade system came into a crisis due to the fall of Mycenaean citadels in connection with the arise of a different phenomenon that gave a different shape to the sea routes of Mediterranean. The expansion of Assyrian empire towards the Eastern coasts of Mediterranean provoked the necessity of western expansions of the inhabitants of Tyre, Sidon, Biblos and other Phoenician towns. It was a real migration that leads to the foundation of Cadiz, Utica, Carthage and other Phoenician colonies in Sicily (Motya) and Sardinia few centuries before the other great migration that provoked the Greek colonization of a wide part of Mediterranean.
UNESCO UNITWIN
Maggio 2016
Il Soprintendente del Mare ha partecipato alla riunione UNESCO UNITWIN Underwater Archaeology 4th meeting presso la sede UNESCO di Parigi. Nel corso della riunione che è stata dedicata alle problematiche connesse con l’aspetto della didattica e formazione del settore del patrimonio culturale subacqueo, Sebastiano Tusa è intervenuto proponendo la possibilità di accogliere le NGO del settore tenendo presente che il loro contributo è fondamentale per il collegamento con il territorio, ma che non possono essere messe sullo stesso piano degli organismi istituzionali di settore. Tusa è intervenuto anche con una relazione sulla gestione dei siti archeologici subacquei in Sicilia proponendo il sistema adottato che vede il coinvolgimento dei diving club e l’utilizzazione dei sistemi elettronici di didascalizzazione dei reperti finanziati nell’ambito del Progetto POIN. L’intervento è stato estremamente apprezzato a tal punto da essere stato preso ad esempio da molteplici partner come elemento di riferimento per la prossima programmazione nel campo della gestione del patrimonio culturale sommerso al livello internazionale.
Campi scuola a San Vito Lo Capo
Maggio 2016
Il campo scuola internazionale di archeologia subacquea è parte integrante del progetto di ricognizione sistematica dei fondali di San Vito Lo Capo che ha come obiettivo la mappatura delle concentrazioni e della distribuzione di materiale archeologico in una fascia del golfo di San Vito ricchissima di siti di epoca romana, tardo antica e medievale. Il corso si rivolge non solo a studenti e a professionisti del settore ma anche a tutti coloro che sono interessati alla disciplina dell'archeologia subacquea. Al termine del campo scuola gli allievi conseguiranno il brevetto sportivo di Archaeology diver con il rilascio di un attestato di partecipazione da parte della Soprintendenza del Mare. Il campo si terrà nel mese di settembre 2016 ed è riservato ad un numero massimo di 15 corsisti per turno. Sono previsti tre turni da una settimana ciascuno.
per info:
www.archeologiasubacquea.com
corsi@archeologiasubacquea.com
tel. 3939806211 - 3283930070
Fabiola Ardizzone
Maggio 2016
Ci ha lasciati dopo una lunga malattia Fabiola Ardizzone, docente della cattedra di Archeologia tardo antica e medievale dell’Università di Palermo. La Soprintendenza del Mare ricorda il grande contributo della studiosa sull’insediamento romano dell’isola di Marettimo e delle Egadi e, in seguito, la paziente ricerca sulle anfore medievali siciliane, sboccata nella prima classificazione delle anfore medievali siciliane “Anfore in Sicilia VIII-XII sec.” volume nel quale si evidenziano tutta la serietà e l’acume di Fabiola per la ricerca archeologica. Ci ricorderemmo anche della sua grande forza di volontà e della sua dolcezza nei rapporti umani. La Soprintendenza del Mare si associa al dolore della famiglia e piange la studiosa e l’amica.
Il cicloturismo e il turismo subacqueo in Sicilia e Tunisia
Maggio 2016
Palazzo Fici, via XI maggio, 32 - Marsala
ore 09.30 – 13.00
Attività bike’n’dive – San Vito Lo Capo
immersioni su divespot
escursione con mountain bike
ore 16.30 Palazzo Fici - Marsala
Accoglienza, registrazione partecipanti
ore 17.00 Saluti delle autorità
ore 17.30 Apertura dei lavori
Interverrà Anthony Emanuele Barbagallo - Assessore Regionale Turismo, Sport e Spettacolo
Modera: Roberto Ginex
Interventi: Giuseppe Avenia Coordinatore Generale del Progetto CULTURAS Assessorato BB CC
Maria Sabrina Leone Coordinatore Tecnico Scientifico Progetto CULTURAS
Anna Maria Santangelo Libero Consorzio di Trapani
Roberto La Rocca Archeologo Soprintendenza del Mare Regione Siciliana
La tutela archeologica alla luce dell’istituzione degli itinerari archeologici subacquei
Pietro Selvaggio Responsabile tecnico itinerari subacquei Soprintendenza del Mare Regione Siciliana
Fruizione dei beni culturali sommersi e turismo – Nuove prospettive in Sicilia
Simone Morgana Coordinamento FIAB Sicilia
Il cicloturismo in Sicilia: tra mobilità nuova e turismo internazionale
Paolo Dal Santo Girolibero/Zeppelin
L’esperienza di un tour operator specializzato in vacanze attive: i numeri e le potenzialità del turismo lento in Italia
Confronto con gli operatori del territorio
Salvatore Lombardo Presidente Associazione Strade del vino Marsala
Giuseppe Pagoto Presidente Distretto Turistico Sicilia Occidentale
Paolo Salerno Associato Distretto Turistico Sicilia Occidentale
ore 19.00 Degustazioni Peppe Giuffrè
Cooking show “La cassata in bicicletta” a cura di FIAB Trapani
ore 19.30 Spettacoli ed intrattenimento Gruppo folklorico Marsala Antica
Saturnia e Vulcania motonavi da record
Maggio 2016
Arsenale della Marina Regia
Tornano a Palermo i grandi transatlantici Saturnia e Vulcania
Dal 13 maggio al 5 giugno 2016 all’Arsenale della Marina Regia di Palermo sarà possibile visitare la mostra ''Saturnia e Vulcania, motonavi da record'', organizzata dalla fondazione Fincantieri in collaborazione con la Soprintendenza del Mare dell’Assessorato Regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana. L’esposizione, curata da Nicolò Capus e Maurizio Eliseo, racconta, attraverso immagini e documenti, la lunga storia delle due splendide navi costruite per la Cosulich Line di Trieste. Progettate all’inizio degli anni ‘20, le motonavi Saturnia e Vulcania furono concepite prestando particolare attenzione alla qualità della vita di bordo, con spazi maggiorati per i passeggeri e provviste, ad esempio, di cabine con balcone privato. Le splendide sale corredate da pregevoli opere d’arte, progettate dai migliori professionisti dell’epoca quali Arduino Berlam, dai fratelli Coppedé, Gustavo Pulitzer e i raffinati ristoranti, la grande piscina, la vita a bordo studiata per far trascorrere il viaggio nel modo più gradevole e spensierato ai passeggeri, hanno reso le due ammiraglie della flotta Cosulich, tra le più prestigiose navi dell’epoca, coniugando il concetto di traversata al lusso ed al divertimento. Navi innovative e pietre miliari del passaggio dal transatlantico alla nave da crociera, furono le prime grandi unità di linea dotate di propulsione diesel. Nel corso dell’esposizione saranno organizzati una serie di importanti eventi collaterali e per la prima volta nella sua storia, sarà possibile visitare il cantiere navale di Fincantieri Palermo mentre una serata sarà dedicata al cibo ed ai cocktail di bordo (in collaborazione con l'istituto Alberghiero "Paolo Borsellino, di Palermo). Sono inoltre previsti due convegni organizzati dall’Università di Palermo e dell’ATENA (associazione tecnica navale). Verrà inoltre presentato a cura dell’autore, il libro “ Saturnia e Vulcania motonavi da record” dedicato alle due navi e una serata sarà rivolta alla rappresentazione di storie di emigranti. Per le scuole sono previste attività didattiche all’interno della mostra e visite guidate dedicate ai più piccoli. Sarà realizzato per le scolaresche il laboratorio “2N1C: 2 Navi, 1 Click”. Gli alunni saranno invitati a osservare attraverso l’obiettivo della propria macchina fotografica la mostra e a fotografarne le immagini che riterranno più significative. Inoltre, alla fine del percorso fotografico, gli alunni saranno introdotti in uno spazio creativo dove potranno pensare ad una “nave ideale” a misura di bambino.
Saturnia e Vulcania motonavi da record
Maggio 2016
Verrà presentato alla stampa mercoledì 11 maggio 2016 alle ore 11,00, presso la direzione del Cantiere Navale Fincantieri in Via dei Cantieri, 75 a Palermo, la mostra “Saturnia e Vulcania, motonavi da record”, organizzata dalla Fondazione Fincantieri in collaborazione con la Soprintendenza del Mare. La mostra sarà ospitata dal 13 maggio al 5 giugno 2016 presso l’Arsenale della Regia Marina. Un omaggio ai due leggendari transatlantici e alle maestranze che, con la loro professionalità, hanno realizzato tale impresa. Nel corso dell’esposizione saranno organizzati una serie di importanti eventi collaterali e, per la prima volta nella sua storia, sarà possibile visitare il cantiere navale di Fincantieri Palermo. Una serata sarà dedicata al cibo ed ai cocktail di bordo; sono previsti due convegni organizzati dall’Università di Palermo e dell’Atena (associazione tecnica navale). Verrà inoltre presentato il libro “Saturnia Vulcania motonavi da record” dedicato alle due navi e una serata sarà rivolta alla rappresentazione di storie di emigranti. Per le scuole sono previste attività didattiche all’interno della mostra e visite guidate dedicate ai più piccoli. Durante la conferenza stampa verranno consegnate le schede dei due transatlantici, le foto e un filmato.
RegioniAmo Sicilia
Maggio 2016
Saranno i Cantieri Culturali della Zisa a ospitare, per tutto il fine settimana, “Regioniamo Sicilia! La non festa dei dipendenti della Regione”. L’iniziativa avrà inizio il 6 maggio dalle 16 alle 23.30 per continuare sabato 7 maggio dalle 10 alle 23.30 e concludersi domenica 8 maggio dalle 10 alle 23.30. Fortemente voluta e portata avanti dall’impegno personale di diversi dipendenti regionali e amici, “Regioniamo Sicilia!” non è una manifestazione istituzionale, piuttosto vuole essere un momento di “non festa”, un modo provocatorio per rivendicare una partecipazione, una testimonianza, un modo di esserci. “Regioniamo Sicilia!” è un meeting aperto al pubblico di ogni età, con ingresso gratuito, nell’ambito del quale i dipendenti e gli ex dipendenti della Regione Siciliana, e non solo, mettono in mostra i propri talenti extra lavorativi e professionali. Un modo per ricordare la ricorrenza del 70esimo anniversario dell’Autonomia regionale siciliana, festeggiando tutti insieme in ogni spazio della location: dal Cinema De Seta alle Botteghe, dagli Spazi Aperti al Ridotto del De Seta. In programma più di 100 eventi, ognuno consisterà in un incontro nel corso del quale i protagonisti presenteranno il proprio impegno letterario, musicale, artistico, sportivo, sociale o eno-gastronomico. Sono previsti anche dei momenti di confronto e di discussione, in cui tutti potranno intervenire, in occasione di incontri dedicati a “La Regione che c’è”, oppure a “La Regione che vorrei” o ancora a “Quale Regione per quale Sicilia”. Un modo diverso per unire e discutere attraverso la nostra identità dell’essere siciliano, con la possibilità di porre in essere riflessioni ed aspettative future.
Donatella Bianchi - Lineablu
Maggio 2016
Caro Sebastiano, peccato non essere con voi oggi! vIl tempo vola. Provo a rileggere gli ultimi 25 anni di Lineablu e non trovo neppure un'edizione senza di voi.v In fondo la Sovrintendenza del Mare è sempre esistita, nella mente e nel cuore di quello straordinario gruppo di esperti appassionati che con te l'hanno trasformata in un moderno modello di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale sommerso siciliano. Erede della passione e dell'impegno dei grandi studiosi del passato, nata sul solco del loro insegnamento. Un partner prestigioso, da sempre accanto a Raiuno e a Lineablu e a noi giornalisti che abbiamo avuto la fortuna di realizzarla, una fonte inesauribile di storie e di scoperte che, grazie a voi, ci hanno permesso di raccontare l'immenso patrimonio culturale sommerso della Regione Siciliana. E cosi, sfogliando le pagine del prezioso libro di "memorie di mare", la vostra autobiografia, ritrovo molto anche della nostra storia, ritrovo l'emozione di ogni ritrovamento raccontato, di ricostruzioni tratteggiate e sempre confermate, quasi come se, in fondo, quelle storie voi,muomini e donne della Sovrintendenza del Mare, le aveste gia immaginate. Momenti ed emozioni che avete voluto condividere, offrendo a noi divulgatori e al mondo intero, l'opportunità di sentirci parte della storia del Mare Nostrum, delle molteplici scoperte fatte e di quelle che verranno, di godere del fantastico museo sommerso che avete realizzato nei fondali dell'isola con i percorsi archeologici subacquei. Ma la mia personale gratitudine va a te, per aver realizzato un sogno, perché la Sovrintendenza del Mare è una delle più straordinarie conquiste istituzionali degli ultimi decenni. Il mare resta un universo misterioso e sconosciuto al quale, troppo spesso le Istituzioni voltano le spalle.
Un mare di auguri a te e a tutti i tuoi compagni di viaggio!
Donatella Bianchi Lineablu - Raiuno
Memorie di mare
Maggio 2016
Disponibile in formato PDF il volume "Memorie di mare, un mare di memorie - La Soprintendenza del Mare dal GIASS al Progetto Arrows"
E' possibile scaricare il volume nella sezione PRODUZIONI EDITORIALI

Il volume può essere richiesto alla Biblioteca della Soprintendenza inviando una mail a: silvia.caruso@regione.sicilia.it
Presentazione libri di Carlo Orlando
Maggio 2016
La casa editrice Qanat e il Museo della Subacquea presentano i libri di Carlo Orlando
"L'urlo del corallo" e "Figli del mare"
Interventi di:
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare
Alessandra De Caro, Soprintendenza del Mare
Franco Genchi, Presidente dell'Associazione "Amici della Soprintendenza del Mare"
Toni Saetta, Editore

Museo della Subacquea - Arsenale della Marina Regia
Via dell'Arsenale, 144 - Palermo
Venerdì 20 maggio 2016 ore 18.00
Museo del Mare di Sciacca
Aprile 2016
Museo del Mare di Sciacca, firmata convenzione con Soprintendenza del Mare
La tutela e la valorizzazione dei reperti archeologici subacquei, la promozione di attività culturali e di coinvolgimento delle scuole, la realizzazione di un laboratorio per il restauro, il recupero e la conservazione del patrimonio custodito all’interno dei locali del Museo del Mare. Sono questi alcuni degli obiettivi contenuti nella convenzione stipulata tra il Comune di Sciacca e la Soprintendenza del Mare. La sottoscrizione è avvenuta nella sala conferenze del Museo del Mare a Sciacca. Sono intervenuti il sindaco Fabrizio Di Paola, il Soprintendente del Mare Sebastiano Tusa, il Dirigente del settore Patrimonio del Comune Aldo Misuraca e il Dirigente della Soprintendenza del Mare Michele Benfari. Presenti il Presidente del Consiglio comunale Calogero Bono, l’Assessore ai Beni Culturali Salvatore Monte e rappresentanti della sezione saccense della Lega Navale. Il sindaco Fabrizio Di Paola ha sottolineato il “significativo valore scientifico della collaborazione con la Soprintendenza del Mare per la corretta gestione, cura e salvaguardia dei reperti”. “La competenza e la serietà di questo prestigioso organismo” – ha aggiunto – “è per la città di Sciacca una garanzia per quello che è adesso il prossimo obiettivo: la piena fruizione del Museo”. Il soprintendente del Mare Sebastiano Tusa ha definito la firma di questa convenzione una“tappa importante per consolidare i rapporti già intensi con il Comune di Sciacca, che dà alle istituzioni coinvolte una marcia in più per accelerare e arricchire la collaborazione, dando concretezza agli obiettivi e agli impegni contenuti nella convenzione”.
Archeologia Viva
Aprile 2016
Sul nuovo numero di Archeologia Viva (maggio/giugno) in edicola, uno speciale di 14 pagine sulla Battaglia delle Egadi.
Corso di archeologia subacquea CMAS
Aprile 2016
L'Associazione CMAS Diving Center Italia Confederazione Mondiale Attività Subacquee con il patrocinio e la partecipazione della Soprintendenza del Mare, con il patrocinio di Sealine - Centro dipartimentale di ricerca per lo sviluppo dei sistemi costieri e del turismo - Dipartimento di Architettura, Università degli Studi di Ferrara e del Dipartimento dei Beni Culturali - Archeologia, Storia dell’Arte, del Cinema e della Musica dell’Università degli Studi di Padova nell’ambito del Progetto didattico scientifico Waterscape Archaeology in Sicily organizza il
CORSO INTENSIVO DI ARCHEOLOGIA SUBACQUEA
per il conseguimento dei brevetti CMAS Underwater Archaeology Diver Advanced Underwater Archaeology Diver
Isola delle Femmine (PA), 6-11 Giugno 2016
info e costi:
www.cmasdivingcenter.org/
www.facebook.com/AssociazioneCmasItalia/

In collaborazione con Jacques Cousteau Diving Center e Progetto Mare
Il corso è indirizzato a coloro che intendono conseguire i brevetti di archeologia subacquea CMAS I e II livello (Underwater Archaeology Diver e Advanced Underwater Archaeology Diver) e a chi, già in possesso di uno o entrambi i brevetti, desideri completare la propria preparazione tecnica e scientifica con un approfondimento metodologico e la partecipazione diretta al nuovo progetto didattico scientifico di A.CDCI. in collaborazione con la Soprintendenza del Mare: WATERSCAPE ARCHAEOLOGY IN SICILY – ISOLA DELLE FEMMINE (PA) 2016
La partecipazione al corso consente l’acquisizione di 3 cfu (Crediti Formativi Universitari), consegnando la documentazione dell’Ateneo di appartenenza con approvazione da parte del tutor. L’attività di formazione, pertanto, si svolgerà direttamente su un’area di interesse archeologico. Gli allievi prenderanno parte alla ricerca in tutte le attività in immersione e a terra: ricognizioni, rilevamento topografico, disegno, fotografia, pre-catalogazione. Il Corso è diviso in 2 parti. La prima sezione concerne la preparazione base che andrà approfondita e perfezionata nella seconda sezione, arricchita di argomenti tecnici, dedicati alla ricerca scientifica. Il corso è aperto anche a coloro che non si immergeranno, fermo restando che non potranno conseguire i Brevetti CMAS Underwater Archaeology Diver e CMAS Advanced Underwater Archaeology Diver.

Direttore del corso: Istruttore Giovanna Bucci
tel.3385272557
giovibucci@yahoo.it
Assistenza organizzativa, sede Bologna: Istruttore Gianni Marchesini
tel. 3356983766
g.marchesini@acdci.org
Assistenza tecnica e organizzativa in Sicilia: Istruttore Riccardo Cingillo
tel. 3294146240
info@riccardocingillo.it
Memorie di mare
Aprile 2016
Il 4 maggio 2016 alle ore 10 si presenta all’Arsenale della Marina Regia di Palermo il libro “Memorie di mare/Un mare di memorie”. Il racconto inizia dai primi passi del gruppo di volontari che in seno all’Amministrazione Regionale dei Beni Culturali decisero di inaugurare un nuovo modo di fare cultura in Sicilia e procede a più voci con la descrizione di tutte le attività che si sono andate sviluppando nel corso degli anni: dal GIASS allo SCRAS e la creazione infine della prima Soprintendenza d’Italia che si occupa della ricerca, studio, protezione e valorizzazione del patrimonio culturale del mare - siciliano sì, ma anche mediterraneo in senso lato - con uno sguardo attento al mare di paesi lontani. La storia della Soprintendenza del Mare è raccontata in modo informale, con linguaggio semplice e immediato, molte eloquenti immagini e con aneddoti e personaggi che illustrano, oltre la valenza scientifica della sua attività anche - e soprattutto - il lato umano ed il valore emotivo di un mestiere così insolito, realizzato con passione all’interno di una pubblica Amministrazione. Il Soprintendente Sebastiano Tusa ha fortemente voluto condividere con i numerosi amici, collaboratori e sostenitori il racconto di tanti anni vissuti insieme ed ha chiamato accanto a sé coloro che maggiormente hanno creduto in questa singolare idea e presieduto alla nascita della Soprintendenza, accogliendo infine le testimonianze di quanti presenti in sala vorranno dare un loro contributo. Testimonial e madrina dell’evento sarà Donatella Bianchi, amato personaggio televisivo, che con la sua “Linea Blu” ha documentato e diffuso fin dal suo esordio le attività in mare della Soprintendenza. Il libro sarà offerto agli intervenuti e sarà disponibile per coloro che ne vorranno fare richiesta.
Per informazioni: urp.sopmare@regione.sicilia.it oppure 334 6040534
Mercoled' 4 maggio 2016, ore 10.00
Via dell'Arsenale, 144 Palermo
Primo Mediterraneo
Aprile 2016
Primo Mediterraneo
Meditazioni sul mare più antico della storia

Presentazione del libro di Sebastiano Tusa
ne discutono con l'autore:
Massimo Frasca, Direttore della Scuola di specializzazione in Archeologia, Università degli Studi di Catania
Massimo Cultraro, Docente di archeologia egea, Università di Milano
Daniele Malfitana, Direttore IBAM CNR Catania
Francesco Mannino, Presidente Officine Culturali


Catania, Monastero dei Benedettini
giovedì 5 maggio 2016 ore 17.30

GeoSub2016
Aprile 2016
GeoSub2016 International Congress
Ustica, Italy 13-17 September, 2016

GeoSub2016 is the fourth meeting about the most recent challenges in submarine and submerged geology, ecology and archeology. This meeting aims to bring together experts involved in all fields of underwater research and exploration, to share results and innovative approaches to the study of the marine world.
The Call for Abstracts is currently open (deadline: July 30th 2016)
Organizing Committee: Salvatore Livreri Console, direttore AMP Ustica, Franco Foresta Martin, direttore Laboratorio Museo della Terra Ustica; Fabrizio Antonioli, ENEA; Stefano Furlani, Università di Trieste; Eleonora de Sabata, MedSharks
Scientific Committee: Fabrizio Antonioli (ENEA-UTMEA, Roma, Italy), Renato Chemello (University of Palermo, Italy), Francesco Chiocci (University of Rome “La Sapienza”, Italy), Eleonora de Sabata (MedSharks), Luigi Ferranti (University of Napoli, Italy), Stefano Furlani (University of Trieste, Italy), Franco Foresta Martin (Laboratorio Museo di Scienze della Terra, Ustica, Italy), Giuseppe Mastronuzzi (University of Bari, Italy), Carmelo Monaco (University of Catania, Italy), Paolo Orrù (University of Cagliari, Italy), Giovanni Scicchitano (Studio Geologi Assciati T.S.T. - University of Catania, Italy), Attilio Sulli (University of Palermo, Italy), Sebastiano Tusa (Archaeological Superintencence of the Sea, Sicily, Italy)
info:
http://www.geosub2016.org/
fabrizio.antonioli@enea.it
sebtusa@archeosicilia.it
geosub2016@gmail.com
CORSO DI ARCHEOLOGIA SUBACQUEA
Aprile 2016
PROGRAMMA
GIOVEDI’ 28 APRILE 2016 - ORE 16,30
Presentazione:
Caterina Giordano, Presidente Provinciale SiciliAntica
Alfonso Lo Cascio, Presidenza Regionale SiciliAntica
L’Archeologia subacquea: natura, scopi e storia della disciplina
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare
MARTEDI’ 3 MAGGIO 2016 - ORE 16,30
Attrezzatura e tecniche di scavo archeologico subacqueo
Philippe Tisseyre, Funzionario Soprintendenza del Mare
GIOVEDI’ 12 MAGGIO 2016 - ORE 16,30
Metodologie e tecniche di ricognizione, scavo e rilevamento archeologico subacqueo
Stefano Zangara, Dirigente Soprintendenza del Mare
MERCOLEDI’ 18 MAGGIO 2016 - ORE 16,30
Metodologie dell’intervento conservativo e di restauro archeologico subacqueo
Alessandro Urbano, Funzionario Soprintendenza del Mare
GIOVEDI’ 26 MAGGIO 2016 - ORE 16,30
L’Archeologia subacquea in Sicilia: le Eolie
Roberto La Rocca, Funzionario Soprintendenza del Mare
DOMENICA 29 MAGGIO 2016 - ORE 16,30
Gela (Visita guidata da Nicola Bruno, Funzionario Soprintendenza del Mare)
VENERDI’ 3 GIUGNO 2016 - ORE 16,30
Archeologia navale
Pietro Selvaggio, Funzionario Soprintendenza del Mare
GIOVEDI’ 9 GIUGNO 2016 - ORE 16,30
Metodologie della documentazione grafica e fotografica dello scavo archeologico subacqueo
Salvo Emma, Funzionario Soprintendenza del Mare
VENERDI’ 10 GIUGNO 2016 - ORE 16,30
Documentazione grafica, fotografica e inventariale dei reperti archeologici subacquei
Antonella Testa, Funzionario Soprintendenza del Mare
GIOVEDI’ 16 GIUGNO 2016 - ORE 16,30
L’Archeologia subacquea in Sicilia: recenti scoperte nella Sicilia occidentale
Francesca Oliveri, Funzionario Soprintendenza del Mare
GIOVEDI’ 23 GIUGNO 2016 - ORE 16,30
Trasporti marittimi nell’antichità
Philippe Tisseyre, Funzionario Soprintendenza del Mare
DOMENICA 26 GIUGNO 2016
Reggio Calabria: Visita guidata da Francesco Laratta, Archeologo subacqueo)
GIOVEDI’ 30 GIUGNO 2016 - ORE 16,30
Valorizzazione e promozione del patrimonio culturale subacqueo
Alessandra De Caro, Dirigente Soprintendenza del Mare
SABATO 2 - DOMENICA 3 LUGLIO 2016
Vulcano: (Visita guidata da Tony Scontrino, Diving Saracen Center)
VENERDI’ 8 – DOMENICA 10 LUGLIO 2016
Pantelleria (Visita guidata da Roberto La Rocca, Funzionario Soprintendenza del Mare)

Coordinatore del Corso: Sebastiano Tusa
NOTE TECNICHE
Le lezioni si terranno presso il Museo delle Marionette, Piazzetta A. Pasqualino, 5 (trav. Via Butera) - Palermo
Alla fine del Corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione
Per informazioni: Tel. 346.8241076 - E-mail: provinciapalermo@siciliantica.it
Il Corso è aperto a tutti. Esclusivamente per coloro che vogliono conseguire la Specialità di Archeologia subacquea con immersioni a mare e in piscina e rilascio di certificazione finale Archaeology Diver o eventuali attestati propedeutici di Open Water Diver e Advanced Adventurer, SiciliAntica ha sottoscritto una particolare convenzione con il Diving Saracen Center per il rilascio di tali brevetti. Le visite guidate sono realizzate in collaborazione con ATC l’Associazione che viaggia
Presentazione libro
Aprile 2016
Martedì 3 maggio alle ore 18.00 Sebastiano Tusa presenterà il volume
Primo Mediterraneo
Meditazioni sul mare più antico della storia


Parteciperanno:
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare
Girolamo Cusimano, docente di geografia Università di Palermo
Carlo Ruta, saggista e studioso del mondo mediterraneo
Aldo Sparti, Dirigente Ministero dei Beni Culturali

Libreria La Feltrinelli
Via cavour, 133 - Palermo
CORSO DI ARCHEOLOGIA SUBACQUEA
Aprile 2016
L'Associazione CMAS Diving Center Italia - Confederazione Mondiale Attivita Subacquee
con il patrocinio e la partecipazione della Soprintendenza del Mare
con il patrocinio di Sealine - Centro dipartimentale di ricerca per lo sviluppo dei sistemi costieri e del turismo - Dipartimento di Architettura dell'UniversitÓ degli Studi di Ferrara
con il patrocinio del Dipartimento dei Beni Culturali - Archeologia, Storia dell’Arte, del Cinema e della Musica dell’UniversitÓ degli Studi di Padova
nell’ambito del Progetto didattico/scientifico Waterscape Archaeology in Sicily organizza il
CORSO INTENSIVO DI ARCHEOLOGIA SUBACQUEA
per il conseguimento dei brevetti
CMAS Underwater Archaeology Diver
CMAS Advanced Underwater Archaeology Diver

Isola delle Femmine (PA), dal 6 all'11 Giugno 2016


info su www.cmasdivingcenter.org

in collaborazione con Jacques Cousteau Diving Center di Isola delle femmine (PA) e Associazione Progetto Mare di Palermo
scarica la locandina
DEGUWA 2016
Aprile 2016
La XXI Edizione di DEGUWA 2016 in stretta collaborazione con il Landesamt für Archäologie Sachsen a Dresda si terrà dal 21 al 24 aprile 2016. Le innovazioni tecnologiche applicate all'archeologia sottomarina e la multidisciplinarietà sono i temi centrali di questa edizione. Saranno presenti più di 40 relatori provenienti da 14 paesi.
La Soprintendenza del Mare sarà presente con Sebastiano Tusa che presenterà un lavoro dal titolo "The wide role of technology in the management of Underwater Cultural Heritage. Sicilian case studies".
Primo Mediterraneo
Aprile 2016
Presentazione in prima nazionale del libro di Sebastiano Tusa
Primo Mediterraneo
Meditazioni sul mare più antico della storia


Interventi di:
Luigi Biondo, Direttore del Museo Pepoli di Trapani
Salvatore Costanza, Storico
Antonino Filippi, Archeologo
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana


Lunedì 2 maggio 2016 ore 17.30
Museo Pepoli - Trapani

Il solare per le Isole minori della Sicilia
Aprile 2016
Presentazione delle Linee guida elaborate dal CNR e dalla Soprintendenza del Mare.
Saranno presentate martedì 19 Aprile 2016 alle ore 16,30, presso la sede della Soprintendenza del Mare, in via Lungarini 9 (Palazzetto Mirto) a Palermo, le “Linee guida per l’integrazione delle tecnologie del solare nelle isole della Sicilia” redatte dai ricercatori del Polo Solare del Cnr. All’incontro organizzato dalla Soprintendenza del Mare e dal Cnr, con il patrocinio dell’Assessorato regionale all’Energia prenderanno parte Vania Contraffatto, Assessore regionale all’Energia, Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare, Mario Pagliaro e Mario Pecoraino del Polo solare del Cnr di Palermo, Pietro Selvaggio, della Soprintendenza del Mare.
Ispirate da stringenti direttive architettoniche e di tutela paesaggistica, le linee guida specificano i requisiti per l'integrazione estetica e funzionale dei collettori fotovoltaici e fototermici, inclusi quelli di nuova generazione. In questo modo, il solare non è più in conflitto con l'aspetto estetico degli edifici ma, al contrario, contribuisce a migliorarne tanto l'aspetto che la capacità di generare energia rinnovabile con notevoli benefici di ordine economico, ambientale e perfino sanitario. Elettricità, acqua calda sanitaria, e calore sotto forma di aria calda e asciutta sono prodotte facilmente utilizzando le nuove tecnologie del solare divenute low cost e perfettamente integrabili con edifici di qualsiasi forma ed età. E sono straordinarie le prestazioni regolarmente verificate dal Polo Solare della Sicilia. Pochi giorni fa l’Amministrazione comunale di Favignana e l’azienda proprietaria della centrale termoelettrica hanno annunciato la rinuncia alla programmata espansione della centrale, in favore dell’adozione diffusa dell’energia solare. che le monitora in svariate zone climatiche e paesaggistiche della regione più grande d’Italia.
“I benefici dell’adozione dell’energia solare - dichiara Tusa - nelle nostre isole sono enormi. Con le linee guida sarà finalmente possibile sfruttare il grande potenziale economico e ambientale di queste tecnologie, coniugando energia rinnovabile e bellezza. Si pone dunque l’esigenza di adottare linee all’avanguardia dal punto vista estetico e ambientale, con le quali la Sicilia potrà anche fare da guida alle altre isole del Mediterraneo. Quello che serve è portare queste tecnologie ai cittadini delle nostre isole attraverso attività di formazione e indirizzo come quelle da tempo sviluppate dai ricercatori del Cnr al Polo solare”.
“Le isole minori siciliane - dichiara Pagliaro - come rivela lo studio internazionale sulle rinnovabili nelle quattordici isole della Sicilia, hanno fatto da pionieri dell’energia solare in Italia, dimostrando già dal 1984 la completa affidabilità del fotovoltaico anche in condizioni difficili come quelle di una piccola isola come Vulcano, per giunta sede di attività eruttiva”.
Manifesto Gruppo Arte 16
Marzo 2016
Il “ L.U.M. – Laboratorio Universitario Multimediale “Michele Mancini” organizza la presentazione del Manifesto Gruppo Arte 16 formulato da prestigiosi studiosi e operatori del campo delle Arti e del Patrimonio artistico-culturale. Il Manifesto è finalizzato a promuovere le tecnologie digitali per la formazione d’eccellenza e le tecnologie digitali del settore, l’archeologia e l’analisi, la catalogazione, la valorizzazione mediante editoria multimediale e filmografia 3D, la musealizzazione con criteri di realtà aumentata, RV, ambienti interattivi, olografica e installazioni audiovisuali, per una diversa civiltà del rapporto tra Patrimonio d’Arte e cittadino, una nuova economia qualificata ed una fruizione globale.
Ordine dei lavori
Presiede l’evento Francesco Cascio - Presidente Emerito dell’Assemblea Regionale
Saluti e prolusioni ai lavori
Carlo Vermiglio Assessore - Regionale ai Beni Culturali e Identità Siciliana
Fabrizio Micari - Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Palermo
Roberto Lagalla - Rettore Emerito dell’Università degli Studi di Palermo – Componente CNR Nazionale
Sebastiano Tusa - Soprintendente del Mare, Regione Siciliana
Dichiarazioni dei sottoscrittori e fondatori del “Gruppo Arte 16”
Dibattito pubblico e costituzione della “Assemblea degli aderenti”
(Moderatori: Giovanni Taormina e Renato Tomasino)
Mercoledì 6 aprile, ore 17.00
Palazzo dei Normanni di Palermo, Sala Gialla
2NEXT - RAI2
Marzo 2016
E' andato in onda, all'interno della puntata trasmessa il 15 marzo 2016, un servizio di Andrea Vignali sulle attività della Soprintendenza del Mare, sul fenomeno dei furti di beni archeologici e sulla mostra in corso all'Allard Pierson Museum di Amsterdam. La puntata di 2NEXT, trasmissione di economia e cultura condotta da Annalisa Bruchi, ha trattato il tema dei Beni culturali con il Ministro del Turismo e dei Beni culturali Dario Franceschini.

clicca per vedere il servizio
Itinerari culturali subacquei
Marzo 2016

Mercoledì 23 marzo 2016 alle ore 10.30, presso la sede della Soprintendenza del Mare, si terrà l'evento di presentazione del progetto

ITINERARI CULTURALI SUBACQUEI IN SICILIA

realizzato nell'ambito del Programma Operativo Interregionale
Attrattori culturali, naturali e turismo (POIn)

Palazzetto Mirto
Via Lungarini, 9 - Palermo

Missione in Kenya
Marzo 2016
Tra il 14 ed il 21 marzo Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana, in rappresentanza dell’Assessorato dei Beni culturali e dell'Identità siciliana, sarà in missione in Kenya su invito del Ministero della Cultura del Kenya, dell’Istituto di Cultura Italiano di Nairobi e dell’Ambasciata d’Italia in Kenya. L’invito è stato inoltrato al fine di far conoscere le realizzazioni della Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana in Kenya ed intraprendere contatti con le autorità di quel paese per fornire indirizzi e consigli finalizzati alla creazione di un sistema di ricerca, tutela e valorizzazione del patrimonio culturale sommerso delpaese africano. La missione prevede una conferenza al Museo Nazionale di Nairobi il 17 marzo alle ore 11 dal titolo “Central Mediterranenean Underwater Cultural Heritage: Sicilian evidence (An updated review of Sicilian Soprintendenza del Mare research and management in the field of Underwater Cultural Heritage)”. Dopo la conferenza sono previsti incontri con i responsabili del settore dei Beni Culturali kenyoti ed in particolare con Kinunjia Mzalendo - Direttore del Museo Nazionale di Nairobi, Purity Kiura - responsabile per le antichità del suddetto museo, Emmanuel Ndiema - responsabile per il settore Archeologia del Museo Nazionale con giurisdizione territoriale su tutta la nazione, Terry Little - responsabile del locale ufficio UNESCO.
Gli incontri prevedono la presenza dell’Ambasciatore italiano Mauro Massoni e della Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura Francesca Chiesa. Il 18 marzo è previsto lo spostamento a Mombasa dove l’archeologo kenyota Caesar Mbita guiderà Sebastiano Tusa in una ricognizione delle emergenze archeologiche e monumentali terrestri e marine della costa ed in particolare del sito di Gedi.

“L’invito in Kenya per uno scambio di vedute sulle problematiche della ricerca, tutela e valorizzazione del patrimonio culturale sommerso di uno dei paesi più importanti dell’Africa - dichiara Sebastiano Tusa - conferma l’acquisita eccellenza internazionale della Soprintendenza del Mare. Di questo ne sono particolarmente fiero condividendo questa soddisfazione con tutto il personale della Soprintendenza e con l’Assessorato ed il Dipartimento dei Beni culturali della Regione Siciliana. Infine - conclude Tusa - non posso non nascondere la soddisfazione di vedere che il nostro lavoro ed il nostro impegno in questo settore non solo siano riconosciuti al livello internazionale, ma possano essere messi a frutto per aiutare lo sviluppo culturale di paesi emergenti e, quindi, i processi di sviluppo pacifico e solidale”
Quel
Marzo 2016
Martedì 16 e mercoledì 17 Marzo 2016, presso l'Arsenale della Marina Regia di Palermo, si terrà la performance teatrale dedicata al tema del mare
QUEL di Franco Carollo.
La Soprintendenza del Mare lavora da sempre per la salvaguardia e la valorizzazione del “patrimonio mare”. Ancora un modo diverso di parlare del mare e per fare conoscere l'Arsenale della Marina Regia. La performance sarà preceduta da una visita guidata dell’Arsenale, propedeutica alla comprensione dei testi portati in scena.
La performance è organizzata in collaborazione con l'Università del Tempo Libero Europea di Palermo

16 e 17 marzo 2016
Via dell’Arsenale, 144 – Palermo

si comunica che per un guasto tecnico agli ascensori, l'accesso ai locali dell'arsenale è consentito esclusivamente attraverso le scale


clicca sulla locandina per scaricare il programma
Inaugurazione del Museo del Mare di Noto
Marzo 2016
Inaugurazione del Museo del Mare di Noto

Interverranno:
Corrado Bonfanti, Sindaco di Noto
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare
Rosalba Panvini, Soprintendente BB CC AA di Siracusa
Flavio Enei, Direttore Museo di Santa Severa
Edoardo Bruni, Curatore del Museo del Mare

13 marzo 2016 ore 10.30
Contrada Calabernardo
Via Lampedusa, 10 – Noto (SR)

Sicilia archeologica
Marzo 2016

Presentazione del volume
SICILIA ARCHEOLOGICA
di Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana

Saluti:
Roberto Materia, Sindaco
Ilenia Torre, Assessore comunale alla Cultura
Andrea Italiano, Presidente Pro Loco “A. Manganaro”
Interventi:
Maria Clara Martinelli, Museo Archeologico Eoliano
Antonio Pinzone, Università di Messina
Gino Sofia, Museo di Tripi
Franco Cassata, magistrato
Gino Trapani, docente nei licei
Moderatrice:
Patrizia Biagi, giornalista
Conclusioni
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana

Sabato 12 marzo 2016, alle ore 18,00
Parco “Maggiore Giuseppe La Rosa” (ex stazione)
Barcellona Pozzo di Gotto (ME)

Le battaglie nella storia
Marzo 2016
Sala Conferenze ex Stabilimento Florio - Favignana
10 marzo 2016, a partire dalle ore 10.30

EGADI 10 MARZO 241 a.C. LE BATTAGLIE NELLA STORIA

PROGRAMMA
Saluti:
Paola Misuraca, Soprintendente BB.CC.AA. di Trapani
Giuseppe Pagoto, Sindaco del Comune di Favignana
Antonino Venza, Presidente Associazione ArcheoAegates

Moderatore: Rocco Giacomazzi, Direttore Telesud Trapani

Interventi:
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana
Presentazione del convegno

Francesco Vergara, Direttore Biblioteca Centrale“A. Bombace” Palermo
La Battaglia di Palermo

Antonino Buttitta, Antropologo, Professore emerito Università di Palermo
De afro sicula periegesi in tempore prima evo

Ferdinando Maurici, Dirigente U.O. Valorizzazione e Musealizzazione, C.R.I.C.D.
I Castelli delle Egadi dal medioevo al XVII secolo

Rossella Giglio, Responsabile Beni Archeologici Soprintendenza Trapani
Attività della Soprintendenza nelle Isole Egadi

Valeria Li Vigni Tusa, Direttore Museo Reg.le d’Arte Moderna e Contemporanea
I nusei del terzo millennio
Convegno internazionale
Marzo 2016
III Convegno Nazionale di Archeologia Storia Etnologia Navale
Cesenatico, Museo della Marineria,
15-16 aprile 2016

clicca sulla locandina per scaricare il programma
Eventi La Feltrinelli
Marzo 2016
Giorno 14 marzo alle ore 18.00, presso i locali della libreria Feltrinelli di Palermo, Sebastiano Tusa presenta Sicilia archeologica (edizioni Storia e Studi). Interverranno Ferdinando Maurici e Ignazio Buttitta.
Sicilia archeologica
Febbraio 2016
Mercoledì 9 marzo 2016, presso l'Accademia di belle arti Kandinskij di Trapani, presentazione del libro Sicilia archeologica di Sebastiano Tusa.

Saluti:
Silvia Guaiana
Presidente Accademia di belle arti Kandinskij
Antonella Altese
Direttore Gruppo Archeologico Drepanon
Antonio Venza
Presidente Associazione ArcheoAegates
Presenta
Antonino Filippi
Presidente onorario GAD
Interverrà
Sebastiano Tusa
Soprintendente del Mare della Regione Siciliana

Mercoledì 9 marzo 2016 - ore 17.00
Via Cappuccini, 7 - Trapani
Palermoscienza
Febbraio 2016

Questa Soprintendenza del Mare attraverso l'unità Operativa II Valorizzazione e Promozione, quest'anno partecipa alla IX edizione della manifestazione "Esperienza insegna", organizzata dall'l’ Associazione PALERMOSCIENZA che si svolgerà dal 23 febbraio al 2 marzo c.a. nel complesso Polididattico (edificio 19) dell’Università di Palermo in viale delle Scienze. Anche quest'anno la manifestazione ha come obiettivo la diffusione della cultura scienIfica e dell’ innovazione tecnologica ed è articolata nella mostra di exhibit scientifici, laboratori per studenti e per il pubblico vario, conferenze, dibattiti, momenI teatrali, osservazioni astronomiche e proiezioni di film. Il tema di Esperienza inSegna 2016 quest'anno è “l’acqua bene comune per la vita”. La Soprintendenza del Mare partecipa con il Progtto: "Il Mare ci Dona"
Il messaggio per le scolare di ogni grado e ordine è il “dono offerto dal Mare” che non è riferito solo a ciò che il mare produce ma anche ciò che esso custodisce e le ricerche che l'uomo conduce per riportarle alla luce. Proprio per questo saranno portati come esempio i due “Codici” restituiti dal mare di Mazzara del Vallo ed esposti a tutt''oggi all'Arsenale della Marina Regia di Palermo. Per l'occasione i “reperti” e le attività isItuzionali della Soprintendenza saranno raccontati dai funzionari in collaborazione con gli alunni del liceo IPSAR P. Borsellino di Palermo presso lo stand che è stato allestito per l'occasione, E' stato previsto anche per giorno 29 febbraio una conferenza interattiva sull'innovazione tecnologica e ricerca archeologica marina a cura del Soprintendente Sebastiano Tusa. Sono state inoltre organizzate dall'Unità OperaIva II, all'interno della manifestazione per giorno 1 Marzo 2016, una conferenza- documentario: "La Cernia Blu" di Riccardo Cingillo, presente l'autore introduce Alessandra De Caro, Soprintendenza del Mare e per giorno 2 Marzo 2016 la conferenza- documentario: "Il B17, la Fortezza Volante" saranno presenti alcuni personaggi del team Rebreather Sicilia che hanno documento il ritrovamento: Riccardo Cingillo, autore e regista del documentario; Santo Tirnetta, fotografo subacqueo; Massimiliano Piccolo, assistente alle immersioni. Introduce Alessandra De Caro, Soprintendenza del Mare
Team della Soprintendenza del Mare:
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare
Alessandra De Caro , responsabile dell'Unità Operativa II
Roberta Zottino , U.O.II
Corrado Pedone, U.O. II
Francesca Oliveri , U.O. VI
Caldarella Chiara, U.O. VIII
Anna Di Bartolo, U.O. VIII
Salvatore Palazzolo, U.O. IV
Antonella Testa U.O. VI
Gabriella Monteleone U.O. VIII


(comunicazione a cura del responsabile dell'U.O.II - Arch. De Caro)

Conferenza internazionale sulla dignità umana
Febbraio 2016
In occasione della Conferenza internazionale sulla dignità umana dal titolo: “Palermo/Marocco: Rendez-Vous. Tra giustizia sociale, diritti umani e flussi migratori”, che si svolgerà a Palermo dal 23 al 26 febbraio 2016, la Soprintendenza del Mare U.O. II organizza per la delegazione del Marocco una visita guidata all’Arsenale della Marina Regia.
Mercoledì 24 febbraio alle ore 16,30.

La conferenza è promossa da Mete Onlus, Protea - Associazione per la tutela dei diritti dell’Uomo e Comune di Palermo.
Ritrovato un aereo Savoia Marchetti a Sciacca
Febbraio 2016
Verrà presentato alla stampa lunedì 15 febbraio 2016 alle ore 10,30 presso il Circolo di Cultura in via Vittorio Emanuele, 72 a Sciacca, il rinvenimento, a 38 metri di profondità, del relitto dell’aereo Savoia Marchetti della II Guerra Mondiale, abbattuto dai Caccia inglesi il 14 agosto del 1942. Il "Savoia-Marchetti 79 Sparviero" fu impiegato dalla Regia aeronautica nel periodo della seconda guerra mondiale in tutto il teatro del Mediterraneo prima come bombardiere e dopo, con maggiore efficacia, come aereo silurante. Il velivolo abbattuto nei cieli non lontano da Sciacca era dotato di un equipaggio di cinque uomini, considerati tutti dispersi. Il ritrovamento è stato effettuato dal team "Rebreather Sicilia" con il progetto "Ombre dal fondo" da anni impegnato nella ricerca di relitti, in collaborazione alla Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana e della Lega Navale di Sciacca, seguendo i racconti dello storico Nicola Virgilio e alcune informazioni ricevute dai pescatori del luogo. All’incontro saranno presenti Sebastiano Tusa - Soprintendente del Mare, Fabrizio Di Paola - Sindaco di Sciacca, Luca Papasso - Comandate del 37^ stormo Birgi Trapani Aeronautica militare, Massimo Di Marco - Comandante Guardia Costiera di Porto Empedocle, Nicola Virgilio - Storico, Santo Tirnetta - Fotografo Team, Rebreather Sicilia Lega Navale Sciacca, Riccardo Cingillo - Presidente dell'Asoociazione Progetto Mare. Al termine sarà proiettato il video della scoperta del Savoia Marchetti 79 “Le ali ritrovate”. Durante la conferenza stampa verranno consegnati la scheda storica dell’aereo con l’elenco dei dispersi, le foto del Savoia Marchetti rinvenuto nelle acque di Sciacca e un filmato del relitto in fondo al mare.
EUDISHOW 2016
Febbraio 2016
Domenica 5 marzo 2016 alle ore 12.30, sul Palco Oceano della Fiera di Bologna nell'ambito della XXIV edizione dell'Eudishow, verrà presentato il documentario “DEVILS FROM HELL” di Riccardo Cingillo.
Il documentario, realizzato dal team Rebreather Sicilia con la collaborazione della Soprintendenza del Mare, racconta del ritrovamento e della documentazione video-storica di un bombardiere americano B17 F Flying Fortress trovato nel golfo di Palermo ad una profondità di 75 metri.
Sicilia archeologica
Febbraio 2016
Presso la libreria Marabuk di Firenze, sabato 20 febbraio 2016 verrà presentato il volume di Sebastiano Tusa
Sicilia archeologica
I caratteri e i percorsi dell'isola dal Paleolitico all'Età del Bronzo negli orizzonti del Mediterraneo


Relatori:
Fabio Martini, docente di Preistoria e Protostoria Università di Firenze
Marco Pacci, Archeologo
Andrea Pessina, Soprintendente dell'Archeologia della Regione Toscana
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare Regione Siciliana

Libreria Marabuk
Via Maragliano, 29 - Firenze
Sabato 20 febbraio 2016 - ore 17.00
ARCHEOSTORIE
Febbraio 2016
Journal of Public Archaeology is the new open access peer-reviewed scientific journal that provides Italy with an arena to discuss issues such as the management and communication of archaeological heritage and, more widely, the role of archaeology into contemporary society. It produces insightful analyses on significant initiatives aimed at involving the public in archaeological and heritage issues, and bridging the gap between our past and modernity. For our first issue, you can choose any Public Archaology topic or accept the challenge of our topic of the year: SMALL BUT KIND OF MIGHTY
We welcome all public archaeology projects that have powerful impact on society. Measure it, analyze it, describe it, discuss it critically… and we will love it!
The call for papers is open until 1 June 2016
For detailed information and guidelines for contributors please check the Journal website www.archeostoriejpa.eu or send a mail to info@archeostoriejpa.eu.
TourismA
Febbraio 2016
Dal 19 al 21 febbraio 2016 si svolgerà a Firenze il 12° incontro internazionale di Archeologia Viva.
Ingresso libero
Segreteria organizzativa: info@tourisma.it
Info: 0555062302

clicca sul logo per scaricare il programma completo
Religious Convergence in the Ancient Mediterranean
Febbraio 2016
Religious Convergence in the Ancient Mediterranean
Villa Whitaker, Palermo, Sicily
June 23–26, 2016
Preliminary Program

(posted January 2016)
Santa Cita & Company
Febbraio 2016
Presentazione del libro “Santa Cita & Company” di Giovanni Scimemi
Incontro con l’autore

Interventi:
Nicola Cristaldi
Sindaco di Mazara del Vallo
Nino Giaramidaro
giornalista
Sebastiano Tusa
Soprintendente del Mare

Sabato 6 febbraio 2016 ore 18,00
Teatro Garibaldi - Mazara del Vallo
La minaccia della memoria
Gennaio 2016
La minaccia della memoria. Conflitti ideologici e speculazione finanziaria.
4 e 5 febbraio 2016

Assessore regionale dei Beni culturali e Identità siciliana
Carlo Vermiglio
Presidente della Fondazione Whitaker
Paolo Matthiae
Dirigente generale del Dipartimento dei Beni culturali e Identità siciliana
Gaetano Pennino
Direttore del Museo archeologico regionale “Antonino Salinas”
Francesca Spatafora

4 febbraio Villa Malfitano
Via Dante 167 Palermo
ore 17.00
Valerio Massimo Manfredi presenta il Saggio di Paolo Matthiae
Distruzioni, saccheggi e rinascite
Interventi di Paolo Matthiae, Francesca Spatafora, Sebastiano Tusa.
Partecipano il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il Magnifico Rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari

5 febbraio Museo archeologico “Antonino Salinas” Piazza Olivella Palermo
ore 9.30
Paolo Matthiae intervistato da Maria Pia Farinella e dagli allievi del Liceo Meli di Palermo
ore 11.00
Carlo Vermiglio, Assessore regionale dei Beni culturali e Identità siciliana
Paolo Matthiae, Linceo
Francesca Spatafora, Direttore del Museo archeologico regionale “Antonino Salinas”
intitoleranno una sala del Museo Salinas a Khales al-Asaad
scarica l'invito
La preistoria nelle Madonie
Gennaio 2016
In occasione della presentazione alla cittadinanza della sede SiciliAntica di Gangi, si terrà la conferenza dal titolo
La preistoria nelle Madonie

Relazionerà Sebastiano Tusa Archeologo Preistorico - Soprintendente del Mare
Interverranno Alfonso Lo Cascio, Presidenza regionale SiciliAntica e Matteo Piazza, Presidente Sede SiciliAntica di Gangi

Sabato 23 gennaio 2016 - Ore 17.30
Chiesa della Badia – Gangi
E' scomparsa Silvana Paladino
Gennaio 2016
Con la scomparsa di Silvana Paladino possiamo dire che si chiude per sempre una fase storica della nostra amata passione e disciplina dell'andare per mare, sia veleggiando che sommozzando. Silvana era l'affabile e sempre affettuosa compagna di tanti incontri fatti sulla stupenda terrazza protesa verso l'ancora azzurro mare dell'Arenella. Arguta e minuziosa custode di mille racconti vissuti e convissuti con l'indimenticabile Cecè, suo compagno per una vita vissuta nel segno del coraggio di affrontare sempre nuove sfide che il mare e la vita le si proponevano. Silvana interveniva con garbo ed intelligenza nelle interminabili discussioni ove si progettavano sogni a volte realizzati, il piú delle volte pregevoli fantasie di chi, come noi "marini", vediamo il mare nella sua immensa proiezione verso l'infinito. Con la signorilitá degna di un millenario retaggio di siciliana memoria ci forniva sempre utili consigli e apprezzati riconoscimenti offrendo sempre la sua originale dimora come palestra d'incontri mai scontati e fortemente stimolanti. La sua scomparsa. seguita a quella di un altro grande amico del mare - Enzo Sole – ci rattrista poiché ci allontana per sempre da una dimensione vera e autentica di conoscenza ed esperienza del mare vissuta senza compromessi, con passione ed amore ed assolutamente lontana dall'odierna spasmodica volgarizzazione animata dalla volonta di mutare il mare da scrigno di vita e di saperi in occasione di arricchimento.

news 2004
news 2005
news 2006
news 2007
news 2008
news 2009
news 2010_2011_2012
news 2013_2014

news_2015news 2015