Regione Siciliana
Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana
Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana

Soprintendenza del Mare
Home|Struttura| Progetti | Eventi | Itinerari | Normativa | Rassegna Stampa | U.r.p. | News | Credits

...
Bando Scuola Normale di Pisa
Luglio 2016
È emanato il bando di concorso per l’assegnazione del premio di studio “Giuseppe Nenci” per l’anno 2016, da attribuire alla migliore tesi di laurea magistrale, di specializzazione o di dottorato dedicata a problematiche storico-archeologiche della Sicilia Occidentale, con particolare riferimento all’area elima. Possono concorrere coloro che abbiano discusso la tesi da non oltre due anni solari precedenti la data di scadenza del bando. Sono escluse le tesi che siano già state oggetto di analoghi riconoscimenti. L’importo del premio, stabilito in euro 2.500,00 sarà erogato direttamente dall’azienda “Donnafugata s.r.l.” La domanda di ammissione al concorso, redatta utilizzando esclusivamente il modello disponibile sul sito web www.sns.it , deve essere indirizzata al Direttore della Scuola Normale Superiore e inviata in formato PDF all’indirizzo segreteria.studenti@sns.it Alla domanda devono essere allegate, in formato PDF, la tesi e la copia di un documento di identità in corso di validità. La domanda deve essere sottoscritta dal candidato e deve pervenire entro il 28 ottobre 2016.
 
Varo di LiscaBianca
Luglio 2016
Venerdì 29 luglio a Palermo il varo di “LiscaBianca”, la barca che fece il giro del mondo, dopo oltre 20 anni di abbandono e il restauro in un cantiere sociale. La cerimonia del varo è prevista per venerdì 29 luglio 2016 alle 18.00, a Palermo presso il cantiere Ges.Nav., che ospita l’evento. Il 29 luglio 2016, dopo quasi tre anni di duro lavoro, l’Associazione LiscaBianca riconsegnerà al mare una barca che porta con sé la romantica storia degli Albeggiani, ma anche molto di più. LiscaBianca ora racchiude anche l’anima e l’entusiasmo di tutti coloro che ci hanno lavorato: i ragazzi dell’Istituto Penale per i Minorenni “Malaspina” di Palermo, i giovani della Comunità di recupero Sant’Onofrio di Trabia, i ragazzi del circuito SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) che non hanno mai fatto mancare in cantiere la loro forza di volontà e gioia di partecipare, gli infortunati di INAIL in cerca di una nuova occasione di formazione e riscatto. In un progetto che non si regge strutturalmente su bandi e finanziamenti è stato vitale il supporto dei Partner: i promotori, Istituto Don Calabria, Centro Studi Opera Don Calabria, Associazione Apriti Cuore Onlus, YAM srl e Istituto Penale per i Minorenni di Palermo che hanno creduto e operato con entusiasmo fin dal primissimo istante; i Partner tecnici (Makita Italia, Sika Italia, WS Marine); Soprintendenza del Mare, Fondazione San Zeno, Anima Universale, UniCredit, Lega Navale Italiana con cui si è associato il lavoro in cantiere alla possibilità di avviare alla vela alcuni ragazzi del circuito penale, oltre a partecipare insieme a tante manifestazioni sportive e divulgative. E, ovviamente, la famiglia Albeggiani al completo ha da subito messo a disposizione la barca, con il coraggio di condividere le emozioni intense e intime legate alla sua storia.
XI Semana de Alta Gastronomķa del Atùn
Luglio 2016
Il 9 e il 10 settembre 2016, presso il Centro per la Ricerca GARUM a Isla Cristina (Andalusia - Spagna), si terra’ un ciclo di incontri e di seminari tecnici sul tonno. Saranno presenti esperti del Marocco, Giappone, Spagna e Portogallo. La conoscenza tecnica, la cucina tradizionale, la conservazione delle specie e il turismo sostenibile sono gli argomenti dell’incontro. In concomitanza dei seminari è stata organizzata la XI settimana di “Alta cucina del tonno”.
Per info: www.amigosdelatun.com
Malta e Lampedusa
Luglio 2016
L'associazione culturale “Archivio Storico Lampedusa”, nell'intento di dare continuitą ai propri sforzi per la divulgazione e la valorizzazione del patrimonio archeologico di Lampedusa, ha invitato sull'isola esperti di fama internazionale per discutere sulle evidenze che la ricerca archeologica o la semplice attivitą di osservazione e segnalazione degli appassionati hanno fatto emergere negli ultimi anni circa il popolamento preistorico di Lampedusa. Hanno aderito all'invito della nostra associazione Anthony Bonanno dell'Universita di Malta, punto di riferimento per tutti i ricercatori e studiosi della preistoria di Malta, Paul Ruben Borg dell'Universita di Malta la cui esperienza in ambito di tecniche di costruzione sarà un'importante valore aggiunto per la discussione sulle strutture circolari in pietra di Lampedusa; infine parteciperà Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana, massimo esperto della preistoria della Sicilia e da anni attento a quanto succede a Lampedusa.
Lampedusa, 30 luglio 2016 - ore 21.00
comunicato a cura di
Associazione “Archivio Storico Lampedusa”
archiviostoricolmp@libero.it

Chiusura locali 14 luglio
Luglio 2016
Si comunica che giorno 14 luglio 2016 i locali della Soprintendenza del Mare di Via Lungarini, Lungomare Cristoforo Colombo e Via dell'Arsenale a Palermo, rimarranno chiusi per disinfestazione.
 
Rassegna internazionale delle attività subacquee
Luglio 2016
Si è conclusa la cinquantasettesima edizione della Rassegna internazionale delle attività subacquee, che dall’1 al al 3 luglio, ha coinvolto a Ustica nelle tradizionali location dell’Hotel Ustica Punta Spalmatore e del Centro accoglienza del Comune, turisti, appassionati del mare e residenti, in una tre giorni ricca di appuntamenti. Immersioni subacquee negli itinerari archeologici, regate veliche, convegni, presentazioni di libri, proiezioni di documentari, escursioni e visite guidate ai principali siti culturali dell’isola.
I dettagli e le immagini nella sezione EVENTI o cliccando sul logo della rassegna.
Relitto di Acitrezza
Luglio 2016
Sono stati effettuati dalla Soprintendenza del Mare una serie rilievi fotografici e prelievi di reperti sul relitto romano di Acitrezza, al fine di creare il primo rilievo tridimensionale propedeutico ai prossimi lavori scientifici.
La campagna si è svolta con la collaborazione tecnica del diving “Oceano Mare” di Massimo Ardizzoni che ha provveduto alle riprese fotografiche, e col supporto logistico del diving DNA Shock di Catania, sotto la direzione del Soprintendente Sebastiano Tusa e del responsabile di zona Philippe Tisseyre, mentre l'elaborazione dei dati è stata realizzata da Salvatore Emma.
Il carico, complesso, si presenta come un cumulo di anfore di almeno cinque tipi, interessantissimo per quanto riguarda le nuove problematiche della navigazione segmentaria nell'antichità. Almeno due tipi di anfore non sono state finora documentate in un carico (anfore del tipo Apani IV e di piccolo modulo) ed è prevista una ricerca sugli impasti per determinare con accuratezza la loro provenienza. Il carico principale è composto da anfore greco-italiche “di transizione” provenienti dalla Campania o dall'Etruria e di alcune anfore Dressel 1C e forse Lamboglia 2, il che potrebbe suggerire anche vari scali adriatici intorno alla metà-fine del II a.C.
La campagna di ricognizioni proseguirà per il mese di luglio 2016.
Il sito, regolato dall'ordinanza dalla Capitaneria di Porto di Catania 121/2011, è tuttora visitabile, a condizione di essere in possesso di brevetti tecnici e sotto la guida dei diving autorizzati dalla Soprintendenza del Mare.


Culturas - Evento finale a Palermo
Luglio 2016
Si terrà il 7 luglio 2016, presso l'Arsenale della Marina Regia in via dell'Arsenale a Palermo, l'evento finale del progetto CUL.TUR.A.S. All'evento parteciperanno numerose personalità italiane e tunisine, i partner di progetto e i rappresentanti del club di prodotto. Il progetto vuole identificare nuovi modelli per la valorizzazione del patrimonio archeologico attraverso la sperimentazione di un progetto-pilota che coinvolge lo sviluppo e fruizione del patrimonio culturale con la specializzazione del sistema di offerta turistica transfrontaliera, operando su due segmenti specifici del turismo: la subacquea e il ciclo-turismo. Obiettivi attesi sono la creazione di nuovi itinerari archeologici subacquei e di percorsi ciclabili; l’aumento del livello di conoscenza degli operatori locali e della sensibilità della popolazione sulla protezione dei siti archeologici; il rafforzamento della cooperazione e sinergia tra i partner locali e transfrontalieri.
PROGRAMMA
9:00 registrazione
Welcome Coffee - Open bar
9:30 Introduzione
Carlo Vermiglio - Assessore Regionale dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana
Gaetano Pennino - Dirigente generale Dipartimento dei Beni Culturali
Saluti istituzionali
Rosario Crocetta - Presidente della Regione Siciliana
Vincenzo Falgares - Autorità di Gestione Congiunta del PO Italia Tunisia 2007-2013
Farhat Ben Souissi - Console Tunisino a Palermo
Amel Hachana - Directrice de la sauvegarde et de la valorisation du Patrimoine Ministère de la Culture et de la Sauvegarde du Patrimoine - Tunisie
Chairmen
Sebastiano Tusa – Giuseppe Avenia
Dipartimento Beni Culturali e I.S. - Soprintendenza del Mare
Intermezzi musicali - Said Benmsafer
Presentazione dei risultati del progetto
10:30 Maria Sabrina Leone – Coordinatore tecnico-scientifico
Risultati attesi e output realizzati
10:45 Sebastiano Tusa – Soprintendenza del Mare
I percorsi turistici subacquei siciliani
11:00 Lucia Di Fatta – Dirigente Turismo
Il piano di marketing e di promozione turistica
11:15 Anna Maria Santangelo – Libero Consorzio Comunale di Trapani
I percorsi cicloturistici della provincia di Trapani
11:30 Anouar Boukari – Office National du Tourisme Tunisien
I percorsi cicloturistici in Tunisia
11:45 Wafa Ben Slimane – Institut National du Patrimoine Tunisie
I percorsi turistici subacquei tunisini Lo scenario, le prospettive e le opportunità
12:00 Sami Ben Abdelaali – Esperto di internazionalizzazione e cooperazione internazionale – Presidenza Regione Siciliana
Lo scenario politico ed economico in Tunisia, prospettive e opportunità
12:10 Margherita Scognamillo – Referente Club di prodotto "Bike and Dive"
Una rete di imprese per la gestione dei Club di prodotto "Bike and Dive" in provincia di Trapani
12:20 Edoardo Famularo - diving club Dive X Pantelleria
L’esperienza dei diving sui percorsi archeologici subacquei
12:30 Simone Morgana – Coordinatore regionale - Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB Sicilia)
Il cicloturismo in Sicilia: tra mobilità nuova e turismo internazionale
12:40 Tiziana Lipari - Assistenza Tecnica MISE - Invitalia alla Regione Siciliana per l'internazionalizzazione delle imprese
L'internazionalizzazione delle imprese nel Po Fesr 2014-2020
12:50 Ulrike Guerin – UNESCO - Secretariat of the 2001 Convention on the Protection of the Underwater Cultural Heritage
Il patrimonio culturale subacqueo e le sue potenzialità per un turismo marittimo e costiero sostenibile
13.00 Gianpaolo Simone - Responsabile del PO Italia-Tunisia 2007-2013 e del Servizio V "Cooperazione Territoriale europea e cooperazione decentrata allo sviluppo" del Dipartimento Regionale della Programmazione
Le opportunità del PO Italia Tunisia 2014-2020
Question time e conclusioni
13:30 light lunch

Archeologia Viva
Luglio 2016
All'interno del n. 177 (Maggio Giugno 2016) del bimestrale Archeologia Viva, un servizio sulla Battaglia delle Egadi e sull'esposizione dei reperti all'ex Stabilimento Florio di Favignana.

clicca sulla foto per scaricare l'articolo in formato PDF (2.7 Mb)
Il programma della Rassegna
Luglio 2016
GIOVEDI’ 30 GIUGNO
ore 21.00 - Hotel Ustica Punta Spalmatore
Proiezione del documentario di Andrea Pittiruti “Ustica” a cura dell’Associazione “Amici della Soprintendenza del Mare”
VENERDI’ 1 LUGLIO
ore 9.00 Immersione subacquea guidata a Punta Gavazzi organizzata da AMP Ustica - compatibilmente con le condizioni meteo Coloro che effettueranno l’immersione potranno partecipare al “Citizen Science” e ricerca medico-subacquea, programma di ricerca partecipata della Fondazione DAN Europe. La raccolta dati avviene con l’utilizzo del nuovo e-logbook DSG (Diver Safety Guardian) un sistema di registrazione dei dati di immersione che include non solo il profilo ed i dati personali, impostati secondo criteri di epidemiologia scientifica, ma anche l’analisi in tempo reale del rischio decompressivo con feed-back immediato al subacqueo e trasmissione via internet dei dati dell’immersione al database centrale, con aggiustamento dei dati epidemiologici e di valutazione del rischio
ore 16.00 - Hotel Ustica Punta Spalmatore
Presentazione delle tecniche innovative di immersione subacquea a cura del “Team Rebreather Sicilia”
Presentazione del nuovo dispositivo di diagnosi e comunicazione subacquea di emergenza a cura di Giuseppe Basile - IN/OUT Security Service
ore 17.30 - Hotel Ustica Punta Spalmatore
Tavola rotonda “Le problematiche dell'immersione ricreativa, scientifica e commerciale” Partecipano: Maurizio Chines, Antonio Di Natale, Sebastiano Tusa, Luisa Cavallo, Pippo Cappellano, Riccardo Cattaneo Vietti, Paolo Ferraro, Enrico Buffa, Manos Kouvakis, Stefano Ruia, Totò Lentini
ore 21.00 - Hotel Ustica Punta Spalmatore
Presentazione del volume “Different visions” a cura del progetto “Newcimed - New Cities of he Mediterranean Sea Basin programma Enpi CBC” con il contributo filmato “Memorie di mare - Ustica” di Pippo Cappellano e Marina Cappabianca
Presentazione del libro e del documentario “Relitti di Sicilia, archivi della memoria” a cura di Riccardo Cingillo e del “Team Rebreather Sicilia
SABATO 2 LUGLIO

ore 9.00 Immersione subacquea guidata allo Scoglio del Medico organizzata da AMP Ustica - compatibilmente con le condizioni meteo Coloro che effettueranno l’immersione potranno partecipare al “Citizen Science” e ricerca medico-subacquea, programma di ricerca partecipata della Fondazione DAN Europe
ore 9.00 - Partenza della regata Palermo - Ustica organizzata dalla Lega Navale Palermo
ore 17.00 - Visita guidata al Museo archeologico e Villaggio preistorico dei Faraglioni a cura di Sebastiano Tusa - Accademico
ore 18.30 - Centro accoglienza
Presentazione del "Primo studio sistematico della geomorfologia costiera e submarina dell'Isola di Ustica" a cura di Franco Foresta Martin, Direttore del LabMust - Laboratorio Museo di Scienze della Terra di Ustica - Interverrà Giuseppe Giaccone - Accademico - con uno studio sulla geomorfologia del “Secchitello”
Arrivo della regata Palermo - Ustica
ore 19.30 Padellata di pesce in piazza offerta dall’AMP Isola di Ustica
ore 20.30 Centro accoglienza
Relazione sui risultati dell'indagine partecipata DAN Europe a cura di Alessandro Marroni, Presidente DAN Europe
ore 21.00 - Centro accoglienza
Cerimonia di consegna dei Tridenti d’oro e Ustica Awards
Premiazione regata Palermo - Ustica
DOMENICA 3 LUGLIO
ore 10.00 Visita guidata alla Riserva naturale terrestre e al Museo geologico alla “Falconiera” a cura dell’AMP Ustica e del LabMust - Laboratorio Museo di Scienze della Terra di Ustica. Interverrà Giuseppe Giaccone - Accademico

Durante i giorni della manifestazione sarà possibile visitare la mostra “Il confino politico a Ustica nel 1926-1927” presso il Centro Studi e Documentazione Isola Ustica e la mostra di disegni e illustrazioni LL’ isola – “L’isola ascolta il mare” – di Chiara La Loggia.
I partecipanti al programma DANEUROPE “Citizen Science” saranno anche sottoposti, con partecipazione volontaria, ad indagini non invasive sulla produzione di bolle gassose post-immersione, con registrazione doppler ed ecocardiografia, e sulle variazioni dello stato di idratazione pre-post immersione
Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee di Ustica
Luglio 2016
Immersioni subacquee negli itinerari archeologici, regate, convegni, mostre, presentazioni di libri, proiezioni di documentari, escursioni e visite guidate al Museo Archeologico, al Villaggio preistorico dei Faraglioni, alla Riserva naturale terrestre e al Museo geologico alla “Falconiera”. Si presenta particolarmente ricco di appuntamenti il programma della Cinquantasettesima edizione della Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee organizzata dall’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee con il contributo della Soprintendenza del Mare della Regione siciliana che, dall’1 al 3 luglio, animerà Ustica, raggiungendo la massima espressione nel corso della cerimonia di consegna dei Tridenti d’oro e Ustica Awards, presentati dalla giornalista RAI Donatella Bianchi, conduttrice di Lineablu. Il premio Tridente d’oro, creato nel 1960, che è considerato il “Nobel delle attività subacquee”, è stato assegnato a Franco Andaloro, biologo, specializzato in biologia marina “per aver effettuato studi e ricerche mirate allo studio della mitigazione degli effetti delle alterazioni antropiche e naturali sulle risorse alieutiche e la biodiversitą marina”. Inoltre, “per aver favorito la riscoperta della cultura del pesce povero contro la globalizzazione dei mercati e l’omologazione dei sapori che hanno eroso, giorno dopo giorno, l’immenso patrimonio culturale della cucina marinara mediterranea” e a Stefano Ruia per “la lunga carriera giornalistica e per il costante impegno nel divulgare tematiche legate al mare e alla subacquea sulle maggiori testate di settore in Italia e all’estero, coniugando il rigore e la competenza dell’esperienza sul campo con uno stile coinvolgente, spaziando dalla memoria storica alle nuove frontiere della ricerca e dell’esplorazione subacquea”. Gli Ustica Awards che dal 1985 l’Accademia conferisce a Società, Enti e Associazioni particolarmente meritevoli nelle attività subacquee e conosciute internazionalmente sono stati assegnati alla libreria “Il Mare” di Roma, per “svolgere da oltre quarant’anni – prima con la fondatrice Giulia D’Angelo, poi con suo figlio Marco Firrao – un’attività complessa da “negozio concettuale” dedicato al Sesto Continente” e al Centro di Biorobotica dell’Università di Tallin “per avere creato prototipi robotici di vario genere ispirati a forme naturali e sistemi motori naturali”. Inoltre, “per aver realizzato l’U-CAT prototipo biomimetico mosso da piccole pinne che lo rendono staticamente estremamente stabile e facile da manovrare”. “Quando assunsi la presidenza dell’Accademia – evidenzia Sebastiano Tusa Presidente dell’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee – oltre a pormi come obiettivo il rilancio della sua funzione di organismo d’indirizzo nel campo delle scienze subacquee grazie al grande patrimonio umano e culturale costituito dai suoi accademici, affermai che sarebbe stato mio compito primario quello di riportare l’Accademia a Ustica, sua sede naturale, in occasione della cerimonia ufficiale della consegna dei prestigiosi riconoscimenti che vengono dati a personalità ed enti che si distinguono in questo campo”. “Ebbene, sono estremamente soddisfatto – continua Tusa – perché dopo la transizione palermitana dello scorso anno, ci siamo riusciti”. “Il Tridente torna a Ustica, l’Accademia riscopre la sua sede naturale. E’ un primo risultato – conclude Tusa – al quale va aggiunto presto l’adeguamento dei compiti d’indirizzo dell’Accademia nel settore delle scienze subacquee con l’organizzazione di attività incisive e, soprattutto, ponendola al centro del dibattito internazionale di settore”. “La Rassegna Internazionale delle Attività subacquee dopo molti anni torna ad Ustica – sottolinea il Sindaco di Ustica Attilio Licciardi – con un programma ricco di eventi e sobrio nelle spese”. “Un evento fortemente voluto, insieme a noi, da una pluralità di soggetti che sarà in grado di attrarre turisti e appassionati del mare”. “La Rassegna ritorna ad Ustica nell’anno in cui si celebra il Trentennale della istituzione della prima Riserva Marina italiana – continua Licciardi – e si inserisce a perfezione nel ricco programma che il Comune di Ustica e l’Area Marina Protetta hanno predisposto per tutto il 2016 e che vuole rimettere al centro dell’attenzione il nostro Mare Mediterraneo, il suo stato di tutela, le tante attività economiche che su esso insistono, la ricerca scientifica, il futuro e il destino di un grande patrimonio ambientale e naturale”. “La presenza contemporanea ad Ustica di tanti autorevoli amici e custodi del mare, la consegna dei Tridenti d’oro, degli Ustica Awards, il conferimento della Cittadinanza Onoraria Usticese ai premiati – conclude Licciardi – renderanno Ustica, ancora una volta, la capitale della subacquea e della tutela ambientale marina”. Per sottolineare l’importanza, anche simbolica, del ritorno della Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee ad Ustica, venerdì 1 luglio, alle ore 18.30, presso il Comune di Ustica si svolgerà una seduta solenne del Consiglio Comunale nella quale verranno premiati tutti coloro che negli anni hanno ricevuto la Cittadinanza Onoraria dell’isola con la consegna di un prezioso omaggio da parte della comunità usticese. Con questa cerimonia, che sarà presieduta dal Sindaco di Ustica Attilio Licciardi e dal Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Mancuso, si intende rinsaldare il rapporto di Ustica con tutte quelle personalità che nel corso degli ultimi decenni si sono distinti per la loro attività di promozione di Ustica nel mondo dimostrando affetto ed attaccamento alla realtà isolana. Inoltre, per volere esplicito del Consiglio Comunale di Ustica, tutti coloro che hanno ricevuto il Tridente d’oro durante le diverse edizioni della Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee diventano contemporaneamente Cittadini Onorari di Ustica.
Marestate 2016
Giugno 2016
Museo Civico del Mare
Via Campo Marzio 5 - Trieste
dal 1 luglio al 26 agosto 2016
info:
www.museodelmaretrieste.it
Conferenza a Castellammare del Golfo
Giugno 2016
Martedì 5 luglio 2016 alle ore 17.00, presso il Castello arabo-normanno di Castellammare del Golfo (TP), si terrà una conferenza dal titolo:
I reperti archeologici rinvenuti nelle acque di Castellammare del Golfo.
Tutela, valorizzazione e libera fruizione.

In occasione della conferenza, organizzata dalla sede di Castellammare di SiciliAntica in collaborazione con la Soprintendenza del Mare, verranno presentati i reperti archeologici rinvenuti dall’Associazione nel tratto di mare antistante il porto e il litorale cittadino di Castellammare del Golfo (località Punta Pedale, Cala Campana e Cala Petrolo). Sarà l’occasione per discutere dell’enorme valenza del patrimonio storico-archeologico presente nel territorio e nei fondali di Castellammare, e dell’indispensabile sinergia tra le varie Istituzioni preposte al fine di attuare con sempre maggiore efficacia la tutela, la valorizzazione e la fruizione dei beni culturali sommersi.

Interverranno:
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare
Antonella Testa, Soprintendenza del Mare
Rossella Giglio, Soprintendenza di Trapani
Antonino Frenda, docente di Antropologia Culturale
Alfonso Lo Cascio, Presidenza regionale di SiciliAntica
Davide Tumbarello, Comandante della Guardia Costiera

Saluti: Nicolo Coppola, Sindaco di Castellammare del Golfo
Ignazio Sottile, Presidente SiciliAntica - Castellammare del Golfo
International Summer School
Giugno 2016
III UCA International Summer School – Introduction to Naval Artillery and its historical meaning (12th – 16th September 2015)
Director: Xavier Nieto Prieto
Coordinator: Alberto Gullón
Registration: until 11/07/2016
Guns and naval artillery are one of the archaeological objects most widely documented in underwater environment. Through this course we want to raise a discussion about its problematic, their identification, historical and naval issues, and its conservation or restoration. A training course on Naval Artillery will offer to the students the opportunity to get deeper on this problematic and develop specific abilities on its research.

info: http://internationalsummerschool.uca.es/registration/
Storms, War and Shipwrecks
Giugno 2016
Si inaugura ad Oxford la mostra sui tesori dei mari siciliani promossa dalla Soprintendenza del Mare. Esposti più di 200 eccezionali reperti recuperati nei fondali dell’isola
Il 20 giugno 2016 si inaugurerà presso l’Ashmolean Museum di Oxford, la mostra: Storms, War and Shipwrecks: Treasures from the Sicilian Seas e resterà aperta al pubblico dal 21 giugno al 25 settembre 2016. La mostra nasce due anni fa da un’idea di Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana, che insieme a Luciano Azzarello, Ambasciatore italiano ad Amsterdam e Wim Hupperetz, Direttore dell’Allard Pierson Museum di Amsterdam, concepirono il progetto “Sicily and the Sea”, una mostra di archeologia subacquea basata su reperti provenienti dai fondali e relitti ritrovati in Sicilia. La Soprintendenza del Mare ha coordinato la selezione e il prestito dei materiali di tutti i musei siciliani. Dopo Oxford la prestigiosa esposizione arriverà a Palermo e successivamente verrà presentata a Copenhagen e Bonn. La mostra racconta la straordinaria storia dell’Isola, crocevia del Mediterraneo, attraverso le scoperte dell’archeologia subacquea. Per 2500 anni in Sicilia si sono incontrate e scontrate grandi civiltà del passato; la ricchezza culturale dell’isola è stata determinata da Fenici, Greci, Romani, Bizantini, Arabi e Normanni. Inoltre la mostra esplora le radici di questo patrimonio multiculturale attraverso più di 200 reperti, tra i più eccezionali e insoliti, recuperati dai fondali marini grazie sia a ritrovamenti fortuiti che a scavi programmati: dai rostri, alle parti marmoree di una chiesa bizantina. I materiali esposti illustrano in maniera eccellente il movimento di popoli, beni e idee che ebbero come centro la Sicilia: dai naviganti Fenici pionieri del commercio navale agli imperatori di Bizanzio, dagli intrepidi esploratori preistorici agli illuminati sovrani normanni: Hanno contribuito alla realizzazione del progetto espositivo l’Honor Frost Foundation e l’Istituto di Cultura Italiana di Londra. "La Sicilia ritorna alla ribalta internazionale presso il prestigioso Ashmolean Museum di Oxford con la mostra Storms, War and Shipwrecks: Treasures from the Sicilian Seas” - dichiara Tusa.
"Una prestigiosa esposizione che ha già avuto un enorme successo presso l’Allard Pierson Museum di Amsterdam e che viene riproposta dalla Soprintendenza del Mare in Inghilterra con alcune aggiunte riguardanti il periodo greco-romano. Si tratta di oltre 100 oggetti provenienti dai mari della Sicilia, in gran parte oggetto delle ricerche della Soprintendenza del Mare, che danno l’idea del grande ruolo che l’isola ebbe nel corso dei secoli dalla preistoria fino al periodo bizantino. E’ per me e per i miei collaboratori che hanno ideato e curato la mostra un grande successo che dimostra l’autorevolezza e l’importanza che l’attività svolta finora nel campo della ricerca, tutela e valorizzazione del patrimonio culturale sommerso dei mari siciliani ha ricevuto al livello internazionale. Al contempo rappresenta per noi una grande soddisfazione poichè finalmente il nome della Sicilia viene associato alla rilevanza storica del suo ruolo mediterraneo in un periodo critico per la sua sopravvivenza. Siamo anche orgogliosi poichè siamo di fronte ad una mostra ideata e organizzata da noi anche se realizzata con le risorse dei musei ospitanti. Erano anni che la Sicilia aveva soltanto la funzione di ente prestatore di opere d’arte per mostre ideate da altri. Con la Soprintendenza del Mare la situazione si è ribaltata".

Primo Mediterraneo
Giugno 2016
Mercoledì 29 giugno alle ore 18, presso il Mondadori Bookstore di Marsala, Sebastiano Tusa presenterà il volume "Primo Mediterraneo - Meditazioni sul mare più antico della storia".
Converseranno con l'autore
Domenico Mogavero, Vescovo di Mazara del Vallo
Rossella Giglio, Soprintendenza di Trapani

Piazza della Repubblica, 5 - Marsala (TP)
Religious Convergence in the Ancient Mediterranean
Giugno 2016
Si terrà dal 23 al 26 giugno 2016, presso la sede di Villa Malfitano della Fondazione Whitaker, il Convegno “Religious Convergence in the Ancient Mediterranean” L’apertura dei lavori è prevista il 23 giugno 2016 alle ore 10.00 in Via Dante n.167 a Palermo
Il relitto di Punta Bianca – dal Titanic all’U-boat 73
Giugno 2016
Soprintendenza del Mare
Parco Valle dei Templi
Lega Navale di Agrigento

Il relitto di Punta Bianca – dal Titanic all’U-boat 73

Relazione finale ed anteprima del documento video di Daniele Valenti, Luigi Bisulca, Stefano Vinciguerra e Renato Lentini

Saluti del Direttore del Parco Valle dei Templi Giuseppe Parello
Sebastiano Tusa - Memorie del passato emergono del mare
Stefano Zangara - Ricerche e scoperte nelle coste di Girgenti
Antonino Giuffrida - Prima guerra mondiale e rotte dello zolfo
Gaetano Lino e Ornella Argento - Rilievo e posizionamento Almerian
Moderatore - Alfonso Lo Cascio
Consegna attestati di partecipazione ricerche estate 2015
Sabato 18 giugno 2016 - ore 10
Casa Sanfilippo, Parco Valle dei Templi di Agrigento
 
Mostra all'Arsenale della Marina Regia
Giugno 2016
E’ stata inaugurata, mercoledì 15 giugno presso l'Arsenale della Marina Regia di Palermo, la mostra "Il Servizio postale e le lettere trasportate via mare dalla Sicilia nel Tirreno e nel Mediterraneo. Dai velieri del sec. XIV ai piroscafi del sec. XIX". L’evento è stato organizzato dall'Associazione Nazionale di Storia Postale Siciliana in collaborazione con la Soprintendenza del Mare e con il concorso dell'ISSPE e dei Gruppi Ricerca Ecologica. Sono intervenuti alla cerimonia di presentazione Vincenzo Fardella de Quernfort - Segretario Generale del Comitato organizzatore, Umberto Balistreri - Presidente dell'ISSPE, Alessandra De Caro - responsabile delle attività di valorizzazione e promozione della Soprintendenza del Mare e Sebastiano Tusa - Soprintendente del Mare. “L'iniziativa non vuole essere un omaggio ad un filone nobile dell'interesse antiquario quale il collezionismo filatelico e storico-postale” ha dichiarato il Soprintendente Tusa, “ma anche un approfondimento storico sulle relazioni postali e quindi umane, economiche e sociali nei secoli passati; un approfondimento che peraltro si inquadra nel carattere del luogo che, come è noto, fu anche sede postale nella seconda metà dell'Ottocento”. La Mostra resterà aperta fino a martedì 21 giugno, ad eccezione di sabato 18 giugno e domenica 19 giugno.

Due gli eventi collaterali previsti:
giovedì 16 Giugno alle ore 16.00
proiezione del documentario “I° Festival del Tirreno e dell’esperimento del trasporto di posta per via subacquea sul percorso dalla Tonnara di Scopello alla Baia di Guidaloca (Golfo di Castellammare);
Lunedì 20 giugno alle ore 16.00
presentazione del nuovo catalogo postale marittimo (sec. XIV- XIXI) di Vincenzo Fardella de Quenfort
Il Mediterraneo tra storia e viaggi
Giugno 2016
Il Mediterraneo tra storia e viaggi
a cura di Carlo Ruta e Sebastiano Tusa

Storia del viaggio in Sicilia
Primo Mediterraneo - Meditazioni sul mare più antico della storia
Converseranno con gli autori:
Stefano Vassallo, Soprintendenza ai beni culturali di Palermo
Mario Zito, Direttore dell'Accademia di Belle Arti di Palermo

Presenta:
Valeria Patrizia Li Vigni, Direttrice del Museo Riso

Palazzo Belmonte Riso, Corso Vittorio Emanuele - Palermo
Martedì 28 giugno 2016 ore 18.00


Indagini a Isola delle Femmine
Giugno 2016
Indagini archeologiche subacquee nei fondali di Isola delle Femmine
Presentazione di risultati

Corso di archeologia subacquea
Cerimonia di consegna dei brevetti e degli attestati CMAS CDC
Underwater archaeology diver e Advanced underwater archaeology diver

Programma:
Gianni Marchesini, ITAF07 A.CDCI. CMAS
Introduzione, saluti, ringraziamenti
Stefano Bologna, Sindaco del Comune di Isola delle Femmine
Saluti istituzionali
Alessandro Carrozzo - ROAN Sicilia Guardia di Finanza
L’esperienza della tutela e della protezione dei beni sommersi in Sicilia
Sebastiano Tusa - Roberto La Rocca - Salvo Emma, Soprintendenza del Mare
Ricerche archeologiche subacquee nell’Area Marina Protetta di Capogallo
Riccardo Cingillo, Progettomare
Presentazione video sui fondali di Isola delle Femmine
Giovanna Bucci, ITAF07 A.CDCI. CMAS, UNIPD dBC
Il Progetto didattico/scientifico Waterscape Archaeology in Sicily: anteprima dei risultati
Consegna brevetti ed attestati CMAS CDC

11 giugno 2016 - ore 19,00
Biblioteca comunale di Isola delle Femmine (PA)
Incontri PAM 2016
Giugno 2016
 
Nostos
Maggio 2016
Dal 2 al 5 giugno si parlerà di viaggio e, soprattutto, di viaggio in Sicilia, a Taormina, a Casa Cuseni, con la I edizione di "Nostos. Festival del viaggio e dei viaggiatori". L’evento vuole portare a Taormina, ideale capitale del Grand tour, una suggestiva riflessione sull’etica e l’estetica dell’erranza, proprio a partire dal viaggio in Sicilia, assunto come archetipo e metafora. Tutto questo, non a caso, nel 2016, in cui ricorrono i duecento anni dalla prima pubblicazione del Viaggio in Italia di Goethe a cui, venerdi 3 giugno è, infatti, dedicato un dibattito, coordinato da Mario Bolognari, che vedrà la presenza di studiosi come Nunzio Famoso, Aurelio Pes, Carlo Ruta, Alberto Samonà, Emanuele Trevi, con un contributo di Vanni Ronsisvalle, autore di un celebre film per la RAI sul viaggio di Goethe in Italia. La giornata inaugurale, giovedì 2 giugno, vede un dovuto tributo a Daphne Phelps, la storica custode di Casa Cuseni, nipote di Robert Kitson, fondatore della Casa, autrice del noto diario “Una casa in Sicilia”. Si parlerà, infatti, grazie al contributo prezioso di Damiano Calabrese, di viaggiatrici in Sicilia, con una esposizione di rari libri, in forma di diari, mai tradotti, che raccontano un viaggio in Sicilia al femminile. Sabato 4 giugno, dopo l’incontro, sul tema del Nostos, con Valerio Massimo Manfredi, con cui converseranno Dora Marchese, della Fondazione Verga, e il Soprintendente del Mare, Sebastiano Tusa, è programmata la cerimonia di consegna del premio Custodi della Bellezza, intitolato a Khaled Al Asaad, di cui sarà insignito Moncef Ben Moussa, direttore del museo Bardo di Tunisi. Alla serata del premio parteciperanno i partners del progetto: Sebastiano Tusa per la Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana; Maria Costanza Lentini, Direttore del Parco archeologico di Naxos e Taormina; Fabio Granata, Distretto del Sud Est, Giuseppe Nuccio Iacona, coordinatore regionale Circuito europeo Case della Memoria; Marinella Fiume, scrittrice e componente giuria del premio; Franco Spadaro, Direttore del Museo di Casa Cuseni e Fulvia Toscano, di Naxoslegge. La cerimonia sarà coordinata da Paolo Patanè, presidente del CUNES (Coordinamento città UNESCO di Sicilia). Il festival si chiude, il 5 giugno, con la presentazione dell'opera di Antonio La Gumina, dedicata alla cartografia di Sicilia. L’incontro, alla presenza dell’autore, sarà coordinato da Francesca Gringeri Pantano, direttrice del Museo del viaggio di Palazzolo Acreide, e Franz Riccobono, storico e studioso esperto del tema. In serata conversazione con Ninni Panzera per un omaggio a Marcello Mastroianni nel trentennale della morte, con riferimento al suo ultimo film, Il Volo, opera del grande regista greco Theo Anghelopoulos. Il Festival Nostos, per la sua valenza culturale, si avvale, già da questa I edizione, del Patrocinio del MIBACT.
Corso di archeologia subacquea - UISP
Maggio 2016
Si terrà dal 15 luglio 2016 un corso di introduzione all'archeologia subacquea a cura del Centro Subacqueo Ibleo Blu diving di Ragusa. La sede del corso è a S. Croce Camerina - Ragusa ed è riservato a subacquei in possesso del brevetto di I livello.
Per informazioni contattare Maurizio Buggea
tel. 3383498441
mail: buggea@tiscali.it
Culturas
Maggio 2016
Dal 23 al 26 maggio 2016 si è tenuto a Tunisi l’ultimo Comitato di Pilotaggio e Tecnico Scientifico del progetto CUL.TUR.A.S. che si avvia alla sua naturale conclusione. I rappresentanti del Dipartimento BB.CC. e della Soprintendenza del Mare hanno condiviso con i partner tunisini INP e ONTT, tre giornate di lavoro per definire le ultime attività previste dal progetto prima della chiusura. I partner tunisini hanno illustrato la realizzazione dei percorsi cicloturistici e subacquei già pronti e quelli in fase di allestimento, mentre la Soprintendenza del Mare ha presentato un filmato relativo agli itinerari subacquei già completati in Sicilia. Il recente educational tour per operatori e giornalisti realizzato in Sicilia tra San Vito lo Capo e Marsala sarà a breve effettuato anche in Tunisia nei primi giorni di giugno, così come le attività di sensibilizzazione scolastica. L’evento finale del progetto Culturas a cura della Soprintendenza del Mare, avrà luogo a Palermo il 28 giugno 2016.
16th International aegean conference
Maggio 2016
ΕΣΠΕΡΟΣ / HESPEROS The Aegean seen from the West
Il Soprintendente del Mare ha tenuto la relazione introduttiva facendo un ampio ed esaustivo panorama delle relazioni mediterranee dalla preistoria all’epoca delle prime colonizzazioni storiche, il cui riassunto si riporta di seguito.
The ancient and long history of East, Central and West Mediterranean sea routes A perspective of longue durée was always my approach to study the interesting historical phenomenon concerning the connections between the different regions of Mediterranean. Of course a wide and deep knowledge of each region and site in which we can identify the evidence of allogenous materials and objects is at the base of any attempt to synthesize any connection between various parts of Mediterranean. Nowadays we can have the opportunity to try a synthesis due to a wide and suitable amount of local as well as regional studies and some very interesting suggestions coming from underwater archaeology. Beside a wide variety of specialized bibliography we cannot have a good and up to date idea of such Mediterranean relationship, also if we are dealing with the earlier periods, if we don’t take into consideration the well known theoretical milestone produced by Pirenne (Mahomet et Charlemagne, 1937), Braudel (La Méditerranée et le monde méditerranéen à l'époque de Philippe II), Matvejevic (Breviario mediterraneo), Abulafia (The Great Sea) and Broodbank (The Making of the Middle Sea: A History of the Mediterranean from the Beginning to the Emergence of the Classical World). In the frame of such theoretical background we have to deal with a phenomenon that was starting since Neolithic and is still going on. Of course we will deal only with the earlier periods trying to make it clear that it is necessary to understand the nature of such contacts and the different dynamics that they had in the various regions of Mediterranean. We have to make it clear that on one side we have general contacts that are based on a generic cultural as well as physical affinities. On the other side we have the real presence of allogenous objects that imply the real evidence of exchange or trade. But also in the frame of physical contacts we have to understand which kind of relationship there were between different regions of Mediterranean taking into consideration the chronological dynamics. We can have a trade that was so intense to let arise real acculturation phenomena that some scholars define also colonization. In other words we can say that before the season of the historical colonization Mediterranean was intensely crossed by a wide variety of ethnic groups aimed by economical interests as well as by the search of minerals and special kind of products, but also by real migrations. Obsidian, during Neolithic, was the first attractive item to be searched giving rise to the first real sea routes network that lead to the first colonization of the small Mediterranean islands. During copper and early bronze age (till the first half of II millennium b.C.) metal searching, especially copper and tin, was the main reason of the outbreak of a wide and intense sea routes network that was expanding its links little by little from East towards West. Southern Italy, Southern Sicily and the Aeolian archipelago were the first regions to be intensely connected with Aegean as well with continental Greece, coastal Anatolia, Cyprus and the Levant through an intense network of sea routes along Ionian Sea. At the same time a southern sea route was active and was connecting the Levant, the deltaic Egypt, Cyrenaica, Tripolitania and Byzacena with Sicily through Pantelleria. Different varieties of materials and objects were traded on both the networks giving rise to local acculturation phenomena. We are not sure if there were direct sea routes connecting with the same vessels different seaports in Eastern and Central Mediterranean. Actually the discovery of Ulu Burun wreck gave us the idea the there were different systems of sea routes that were confined to Eastern Mediterranean and that were coming into contact with Central Mediterranean sea routes in some exchange sea ports such as Kommos in Southern Crete. The second half of II millennium b.C. was characterized by the predominant role of the Mycenaean that established several “port of trade” along the coastal belts of Southern Italy, Eastern and Southern Sicily and Aeolian archipelago. In some sites, such as Thapsos in eastern Sicily we have a real phenomenon of acculturation with a deep change in the urban planning and ritual behavior due to the intense and deep presence of Mycenaean. It was in this period that the frontier of this wide globalized world, due to the above mentioned trade system, was moving towards West absorbing Sardinia and South Iberia. Those regions became very important landing points for the Mycenaean trade due to the presence of tin. At the end of II millennium the Mediterranean trade system came into a crisis due to the fall of Mycenaean citadels in connection with the arise of a different phenomenon that gave a different shape to the sea routes of Mediterranean. The expansion of Assyrian empire towards the Eastern coasts of Mediterranean provoked the necessity of western expansions of the inhabitants of Tyre, Sidon, Biblos and other Phoenician towns. It was a real migration that leads to the foundation of Cadiz, Utica, Carthage and other Phoenician colonies in Sicily (Motya) and Sardinia few centuries before the other great migration that provoked the Greek colonization of a wide part of Mediterranean.
UNESCO UNITWIN
Maggio 2016
Il Soprintendente del Mare ha partecipato alla riunione UNESCO UNITWIN Underwater Archaeology 4th meeting presso la sede UNESCO di Parigi. Nel corso della riunione che è stata dedicata alle problematiche connesse con l’aspetto della didattica e formazione del settore del patrimonio culturale subacqueo, Sebastiano Tusa è intervenuto proponendo la possibilità di accogliere le NGO del settore tenendo presente che il loro contributo è fondamentale per il collegamento con il territorio, ma che non possono essere messe sullo stesso piano degli organismi istituzionali di settore. Tusa è intervenuto anche con una relazione sulla gestione dei siti archeologici subacquei in Sicilia proponendo il sistema adottato che vede il coinvolgimento dei diving club e l’utilizzazione dei sistemi elettronici di didascalizzazione dei reperti finanziati nell’ambito del Progetto POIN. L’intervento è stato estremamente apprezzato a tal punto da essere stato preso ad esempio da molteplici partner come elemento di riferimento per la prossima programmazione nel campo della gestione del patrimonio culturale sommerso al livello internazionale.
Campi scuola a San Vito Lo Capo
Maggio 2016
Il campo scuola internazionale di archeologia subacquea è parte integrante del progetto di ricognizione sistematica dei fondali di San Vito Lo Capo che ha come obiettivo la mappatura delle concentrazioni e della distribuzione di materiale archeologico in una fascia del golfo di San Vito ricchissima di siti di epoca romana, tardo antica e medievale. Il corso si rivolge non solo a studenti e a professionisti del settore ma anche a tutti coloro che sono interessati alla disciplina dell'archeologia subacquea. Al termine del campo scuola gli allievi conseguiranno il brevetto sportivo di Archaeology diver con il rilascio di un attestato di partecipazione da parte della Soprintendenza del Mare. Il campo si terrà nel mese di settembre 2016 ed è riservato ad un numero massimo di 15 corsisti per turno. Sono previsti tre turni da una settimana ciascuno.
per info:
www.archeologiasubacquea.com
corsi@archeologiasubacquea.com
tel. 3939806211 - 3283930070
Fabiola Ardizzone
Maggio 2016
Ci ha lasciati dopo una lunga malattia Fabiola Ardizzone, docente della cattedra di Archeologia tardo antica e medievale dell’Università di Palermo. La Soprintendenza del Mare ricorda il grande contributo della studiosa sull’insediamento romano dell’isola di Marettimo e delle Egadi e, in seguito, la paziente ricerca sulle anfore medievali siciliane, sboccata nella prima classificazione delle anfore medievali siciliane “Anfore in Sicilia VIII-XII sec.” volume nel quale si evidenziano tutta la serietà e l’acume di Fabiola per la ricerca archeologica. Ci ricorderemmo anche della sua grande forza di volontà e della sua dolcezza nei rapporti umani. La Soprintendenza del Mare si associa al dolore della famiglia e piange la studiosa e l’amica.
Il cicloturismo e il turismo subacqueo in Sicilia e Tunisia
Maggio 2016
Palazzo Fici, via XI maggio, 32 - Marsala
ore 09.30 – 13.00
Attività bike’n’dive – San Vito Lo Capo
immersioni su divespot
escursione con mountain bike
ore 16.30 Palazzo Fici - Marsala
Accoglienza, registrazione partecipanti
ore 17.00 Saluti delle autorità
ore 17.30 Apertura dei lavori
Interverrà Anthony Emanuele Barbagallo - Assessore Regionale Turismo, Sport e Spettacolo
Modera: Roberto Ginex
Interventi: Giuseppe Avenia Coordinatore Generale del Progetto CULTURAS Assessorato BB CC
Maria Sabrina Leone Coordinatore Tecnico Scientifico Progetto CULTURAS
Anna Maria Santangelo Libero Consorzio di Trapani
Roberto La Rocca Archeologo Soprintendenza del Mare Regione Siciliana
La tutela archeologica alla luce dell’istituzione degli itinerari archeologici subacquei
Pietro Selvaggio Responsabile tecnico itinerari subacquei Soprintendenza del Mare Regione Siciliana
Fruizione dei beni culturali sommersi e turismo – Nuove prospettive in Sicilia
Simone Morgana Coordinamento FIAB Sicilia
Il cicloturismo in Sicilia: tra mobilità nuova e turismo internazionale
Paolo Dal Santo Girolibero/Zeppelin
L’esperienza di un tour operator specializzato in vacanze attive: i numeri e le potenzialità del turismo lento in Italia
Confronto con gli operatori del territorio
Salvatore Lombardo Presidente Associazione Strade del vino Marsala
Giuseppe Pagoto Presidente Distretto Turistico Sicilia Occidentale
Paolo Salerno Associato Distretto Turistico Sicilia Occidentale
ore 19.00 Degustazioni Peppe Giuffrè
Cooking show “La cassata in bicicletta” a cura di FIAB Trapani
ore 19.30 Spettacoli ed intrattenimento Gruppo folklorico Marsala Antica
Saturnia e Vulcania motonavi da record
Maggio 2016
Arsenale della Marina Regia
Tornano a Palermo i grandi transatlantici Saturnia e Vulcania
Dal 13 maggio al 5 giugno 2016 all’Arsenale della Marina Regia di Palermo sarà possibile visitare la mostra ''Saturnia e Vulcania, motonavi da record'', organizzata dalla fondazione Fincantieri in collaborazione con la Soprintendenza del Mare dell’Assessorato Regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana. L’esposizione, curata da Nicolò Capus e Maurizio Eliseo, racconta, attraverso immagini e documenti, la lunga storia delle due splendide navi costruite per la Cosulich Line di Trieste. Progettate all’inizio degli anni ‘20, le motonavi Saturnia e Vulcania furono concepite prestando particolare attenzione alla qualità della vita di bordo, con spazi maggiorati per i passeggeri e provviste, ad esempio, di cabine con balcone privato. Le splendide sale corredate da pregevoli opere d’arte, progettate dai migliori professionisti dell’epoca quali Arduino Berlam, dai fratelli Coppedé, Gustavo Pulitzer e i raffinati ristoranti, la grande piscina, la vita a bordo studiata per far trascorrere il viaggio nel modo più gradevole e spensierato ai passeggeri, hanno reso le due ammiraglie della flotta Cosulich, tra le più prestigiose navi dell’epoca, coniugando il concetto di traversata al lusso ed al divertimento. Navi innovative e pietre miliari del passaggio dal transatlantico alla nave da crociera, furono le prime grandi unità di linea dotate di propulsione diesel. Nel corso dell’esposizione saranno organizzati una serie di importanti eventi collaterali e per la prima volta nella sua storia, sarà possibile visitare il cantiere navale di Fincantieri Palermo mentre una serata sarà dedicata al cibo ed ai cocktail di bordo (in collaborazione con l'istituto Alberghiero "Paolo Borsellino, di Palermo). Sono inoltre previsti due convegni organizzati dall’Università di Palermo e dell’ATENA (associazione tecnica navale). Verrà inoltre presentato a cura dell’autore, il libro “ Saturnia e Vulcania motonavi da record” dedicato alle due navi e una serata sarà rivolta alla rappresentazione di storie di emigranti. Per le scuole sono previste attività didattiche all’interno della mostra e visite guidate dedicate ai più piccoli. Sarà realizzato per le scolaresche il laboratorio “2N1C: 2 Navi, 1 Click”. Gli alunni saranno invitati a osservare attraverso l’obiettivo della propria macchina fotografica la mostra e a fotografarne le immagini che riterranno più significative. Inoltre, alla fine del percorso fotografico, gli alunni saranno introdotti in uno spazio creativo dove potranno pensare ad una “nave ideale” a misura di bambino.
Saturnia e Vulcania motonavi da record
Maggio 2016
Verrà presentato alla stampa mercoledì 11 maggio 2016 alle ore 11,00, presso la direzione del Cantiere Navale Fincantieri in Via dei Cantieri, 75 a Palermo, la mostra “Saturnia e Vulcania, motonavi da record”, organizzata dalla Fondazione Fincantieri in collaborazione con la Soprintendenza del Mare. La mostra sarà ospitata dal 13 maggio al 5 giugno 2016 presso l’Arsenale della Regia Marina. Un omaggio ai due leggendari transatlantici e alle maestranze che, con la loro professionalità, hanno realizzato tale impresa. Nel corso dell’esposizione saranno organizzati una serie di importanti eventi collaterali e, per la prima volta nella sua storia, sarà possibile visitare il cantiere navale di Fincantieri Palermo. Una serata sarà dedicata al cibo ed ai cocktail di bordo; sono previsti due convegni organizzati dall’Università di Palermo e dell’Atena (associazione tecnica navale). Verrà inoltre presentato il libro “Saturnia Vulcania motonavi da record” dedicato alle due navi e una serata sarà rivolta alla rappresentazione di storie di emigranti. Per le scuole sono previste attività didattiche all’interno della mostra e visite guidate dedicate ai più piccoli. Durante la conferenza stampa verranno consegnate le schede dei due transatlantici, le foto e un filmato.
RegioniAmo Sicilia
Maggio 2016
Saranno i Cantieri Culturali della Zisa a ospitare, per tutto il fine settimana, “Regioniamo Sicilia! La non festa dei dipendenti della Regione”. L’iniziativa avrà inizio il 6 maggio dalle 16 alle 23.30 per continuare sabato 7 maggio dalle 10 alle 23.30 e concludersi domenica 8 maggio dalle 10 alle 23.30. Fortemente voluta e portata avanti dall’impegno personale di diversi dipendenti regionali e amici, “Regioniamo Sicilia!” non è una manifestazione istituzionale, piuttosto vuole essere un momento di “non festa”, un modo provocatorio per rivendicare una partecipazione, una testimonianza, un modo di esserci. “Regioniamo Sicilia!” è un meeting aperto al pubblico di ogni età, con ingresso gratuito, nell’ambito del quale i dipendenti e gli ex dipendenti della Regione Siciliana, e non solo, mettono in mostra i propri talenti extra lavorativi e professionali. Un modo per ricordare la ricorrenza del 70esimo anniversario dell’Autonomia regionale siciliana, festeggiando tutti insieme in ogni spazio della location: dal Cinema De Seta alle Botteghe, dagli Spazi Aperti al Ridotto del De Seta. In programma più di 100 eventi, ognuno consisterà in un incontro nel corso del quale i protagonisti presenteranno il proprio impegno letterario, musicale, artistico, sportivo, sociale o eno-gastronomico. Sono previsti anche dei momenti di confronto e di discussione, in cui tutti potranno intervenire, in occasione di incontri dedicati a “La Regione che c’è”, oppure a “La Regione che vorrei” o ancora a “Quale Regione per quale Sicilia”. Un modo diverso per unire e discutere attraverso la nostra identità dell’essere siciliano, con la possibilità di porre in essere riflessioni ed aspettative future.
Donatella Bianchi - Lineablu
Maggio 2016
Caro Sebastiano, peccato non essere con voi oggi! vIl tempo vola. Provo a rileggere gli ultimi 25 anni di Lineablu e non trovo neppure un'edizione senza di voi.v In fondo la Sovrintendenza del Mare è sempre esistita, nella mente e nel cuore di quello straordinario gruppo di esperti appassionati che con te l'hanno trasformata in un moderno modello di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale sommerso siciliano. Erede della passione e dell'impegno dei grandi studiosi del passato, nata sul solco del loro insegnamento. Un partner prestigioso, da sempre accanto a Raiuno e a Lineablu e a noi giornalisti che abbiamo avuto la fortuna di realizzarla, una fonte inesauribile di storie e di scoperte che, grazie a voi, ci hanno permesso di raccontare l'immenso patrimonio culturale sommerso della Regione Siciliana. E cosi, sfogliando le pagine del prezioso libro di "memorie di mare", la vostra autobiografia, ritrovo molto anche della nostra storia, ritrovo l'emozione di ogni ritrovamento raccontato, di ricostruzioni tratteggiate e sempre confermate, quasi come se, in fondo, quelle storie voi,muomini e donne della Sovrintendenza del Mare, le aveste gia immaginate. Momenti ed emozioni che avete voluto condividere, offrendo a noi divulgatori e al mondo intero, l'opportunità di sentirci parte della storia del Mare Nostrum, delle molteplici scoperte fatte e di quelle che verranno, di godere del fantastico museo sommerso che avete realizzato nei fondali dell'isola con i percorsi archeologici subacquei. Ma la mia personale gratitudine va a te, per aver realizzato un sogno, perché la Sovrintendenza del Mare è una delle più straordinarie conquiste istituzionali degli ultimi decenni. Il mare resta un universo misterioso e sconosciuto al quale, troppo spesso le Istituzioni voltano le spalle.
Un mare di auguri a te e a tutti i tuoi compagni di viaggio!
Donatella Bianchi Lineablu - Raiuno
Memorie di mare
Maggio 2016
Disponibile in formato PDF il volume "Memorie di mare, un mare di memorie - La Soprintendenza del Mare dal GIASS al Progetto Arrows"
E' possibile scaricare il volume nella sezione PRODUZIONI EDITORIALI

Il volume può essere richiesto alla Biblioteca della Soprintendenza inviando una mail a: silvia.caruso@regione.sicilia.it
Presentazione libri di Carlo Orlando
Maggio 2016
La casa editrice Qanat e il Museo della Subacquea presentano i libri di Carlo Orlando
"L'urlo del corallo" e "Figli del mare"
Interventi di:
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare
Alessandra De Caro, Soprintendenza del Mare
Franco Genchi, Presidente dell'Associazione "Amici della Soprintendenza del Mare"
Toni Saetta, Editore

Museo della Subacquea - Arsenale della Marina Regia
Via dell'Arsenale, 144 - Palermo
Venerdì 20 maggio 2016 ore 18.00
Museo del Mare di Sciacca
Aprile 2016
Museo del Mare di Sciacca, firmata convenzione con Soprintendenza del Mare
La tutela e la valorizzazione dei reperti archeologici subacquei, la promozione di attività culturali e di coinvolgimento delle scuole, la realizzazione di un laboratorio per il restauro, il recupero e la conservazione del patrimonio custodito all’interno dei locali del Museo del Mare. Sono questi alcuni degli obiettivi contenuti nella convenzione stipulata tra il Comune di Sciacca e la Soprintendenza del Mare. La sottoscrizione è avvenuta nella sala conferenze del Museo del Mare a Sciacca. Sono intervenuti il sindaco Fabrizio Di Paola, il Soprintendente del Mare Sebastiano Tusa, il Dirigente del settore Patrimonio del Comune Aldo Misuraca e il Dirigente della Soprintendenza del Mare Michele Benfari. Presenti il Presidente del Consiglio comunale Calogero Bono, l’Assessore ai Beni Culturali Salvatore Monte e rappresentanti della sezione saccense della Lega Navale. Il sindaco Fabrizio Di Paola ha sottolineato il “significativo valore scientifico della collaborazione con la Soprintendenza del Mare per la corretta gestione, cura e salvaguardia dei reperti”. “La competenza e la serietà di questo prestigioso organismo” – ha aggiunto – “è per la città di Sciacca una garanzia per quello che è adesso il prossimo obiettivo: la piena fruizione del Museo”. Il soprintendente del Mare Sebastiano Tusa ha definito la firma di questa convenzione una“tappa importante per consolidare i rapporti già intensi con il Comune di Sciacca, che dà alle istituzioni coinvolte una marcia in più per accelerare e arricchire la collaborazione, dando concretezza agli obiettivi e agli impegni contenuti nella convenzione”.
Archeologia Viva
Aprile 2016
Sul nuovo numero di Archeologia Viva (maggio/giugno) in edicola, uno speciale di 14 pagine sulla Battaglia delle Egadi.
Corso di archeologia subacquea CMAS
Aprile 2016
L'Associazione CMAS Diving Center Italia Confederazione Mondiale Attività Subacquee con il patrocinio e la partecipazione della Soprintendenza del Mare, con il patrocinio di Sealine - Centro dipartimentale di ricerca per lo sviluppo dei sistemi costieri e del turismo - Dipartimento di Architettura, Università degli Studi di Ferrara e del Dipartimento dei Beni Culturali - Archeologia, Storia dell’Arte, del Cinema e della Musica dell’Università degli Studi di Padova nell’ambito del Progetto didattico scientifico Waterscape Archaeology in Sicily organizza il
CORSO INTENSIVO DI ARCHEOLOGIA SUBACQUEA
per il conseguimento dei brevetti CMAS Underwater Archaeology Diver Advanced Underwater Archaeology Diver
Isola delle Femmine (PA), 6-11 Giugno 2016
info e costi:
www.cmasdivingcenter.org/
www.facebook.com/AssociazioneCmasItalia/

In collaborazione con Jacques Cousteau Diving Center e Progetto Mare
Il corso è indirizzato a coloro che intendono conseguire i brevetti di archeologia subacquea CMAS I e II livello (Underwater Archaeology Diver e Advanced Underwater Archaeology Diver) e a chi, già in possesso di uno o entrambi i brevetti, desideri completare la propria preparazione tecnica e scientifica con un approfondimento metodologico e la partecipazione diretta al nuovo progetto didattico scientifico di A.CDCI. in collaborazione con la Soprintendenza del Mare: WATERSCAPE ARCHAEOLOGY IN SICILY – ISOLA DELLE FEMMINE (PA) 2016
La partecipazione al corso consente l’acquisizione di 3 cfu (Crediti Formativi Universitari), consegnando la documentazione dell’Ateneo di appartenenza con approvazione da parte del tutor. L’attività di formazione, pertanto, si svolgerà direttamente su un’area di interesse archeologico. Gli allievi prenderanno parte alla ricerca in tutte le attività in immersione e a terra: ricognizioni, rilevamento topografico, disegno, fotografia, pre-catalogazione. Il Corso è diviso in 2 parti. La prima sezione concerne la preparazione base che andrà approfondita e perfezionata nella seconda sezione, arricchita di argomenti tecnici, dedicati alla ricerca scientifica. Il corso è aperto anche a coloro che non si immergeranno, fermo restando che non potranno conseguire i Brevetti CMAS Underwater Archaeology Diver e CMAS Advanced Underwater Archaeology Diver.

Direttore del corso: Istruttore Giovanna Bucci
tel.3385272557
giovibucci@yahoo.it
Assistenza organizzativa, sede Bologna: Istruttore Gianni Marchesini
tel. 3356983766
g.marchesini@acdci.org
Assistenza tecnica e organizzativa in Sicilia: Istruttore Riccardo Cingillo
tel. 3294146240
info@riccardocingillo.it
Memorie di mare
Aprile 2016
Il 4 maggio 2016 alle ore 10 si presenta all’Arsenale della Marina Regia di Palermo il libro “Memorie di mare/Un mare di memorie”. Il racconto inizia dai primi passi del gruppo di volontari che in seno all’Amministrazione Regionale dei Beni Culturali decisero di inaugurare un nuovo modo di fare cultura in Sicilia e procede a più voci con la descrizione di tutte le attività che si sono andate sviluppando nel corso degli anni: dal GIASS allo SCRAS e la creazione infine della prima Soprintendenza d’Italia che si occupa della ricerca, studio, protezione e valorizzazione del patrimonio culturale del mare - siciliano sì, ma anche mediterraneo in senso lato - con uno sguardo attento al mare di paesi lontani. La storia della Soprintendenza del Mare è raccontata in modo informale, con linguaggio semplice e immediato, molte eloquenti immagini e con aneddoti e personaggi che illustrano, oltre la valenza scientifica della sua attività anche - e soprattutto - il lato umano ed il valore emotivo di un mestiere così insolito, realizzato con passione all’interno di una pubblica Amministrazione. Il Soprintendente Sebastiano Tusa ha fortemente voluto condividere con i numerosi amici, collaboratori e sostenitori il racconto di tanti anni vissuti insieme ed ha chiamato accanto a sé coloro che maggiormente hanno creduto in questa singolare idea e presieduto alla nascita della Soprintendenza, accogliendo infine le testimonianze di quanti presenti in sala vorranno dare un loro contributo. Testimonial e madrina dell’evento sarà Donatella Bianchi, amato personaggio televisivo, che con la sua “Linea Blu” ha documentato e diffuso fin dal suo esordio le attività in mare della Soprintendenza. Il libro sarà offerto agli intervenuti e sarà disponibile per coloro che ne vorranno fare richiesta.
Per informazioni: urp.sopmare@regione.sicilia.it oppure 334 6040534
Mercoled' 4 maggio 2016, ore 10.00
Via dell'Arsenale, 144 Palermo
Primo Mediterraneo
Aprile 2016
Primo Mediterraneo
Meditazioni sul mare più antico della storia

Presentazione del libro di Sebastiano Tusa
ne discutono con l'autore:
Massimo Frasca, Direttore della Scuola di specializzazione in Archeologia, Università degli Studi di Catania
Massimo Cultraro, Docente di archeologia egea, Università di Milano
Daniele Malfitana, Direttore IBAM CNR Catania
Francesco Mannino, Presidente Officine Culturali


Catania, Monastero dei Benedettini
giovedì 5 maggio 2016 ore 17.30

GeoSub2016
Aprile 2016
GeoSub2016 International Congress
Ustica, Italy 13-17 September, 2016

GeoSub2016 is the fourth meeting about the most recent challenges in submarine and submerged geology, ecology and archeology. This meeting aims to bring together experts involved in all fields of underwater research and exploration, to share results and innovative approaches to the study of the marine world.
The Call for Abstracts is currently open (deadline: July 30th 2016)
Organizing Committee: Salvatore Livreri Console, direttore AMP Ustica, Franco Foresta Martin, direttore Laboratorio Museo della Terra Ustica; Fabrizio Antonioli, ENEA; Stefano Furlani, Università di Trieste; Eleonora de Sabata, MedSharks
Scientific Committee: Fabrizio Antonioli (ENEA-UTMEA, Roma, Italy), Renato Chemello (University of Palermo, Italy), Francesco Chiocci (University of Rome “La Sapienza”, Italy), Eleonora de Sabata (MedSharks), Luigi Ferranti (University of Napoli, Italy), Stefano Furlani (University of Trieste, Italy), Franco Foresta Martin (Laboratorio Museo di Scienze della Terra, Ustica, Italy), Giuseppe Mastronuzzi (University of Bari, Italy), Carmelo Monaco (University of Catania, Italy), Paolo Orrù (University of Cagliari, Italy), Giovanni Scicchitano (Studio Geologi Assciati T.S.T. - University of Catania, Italy), Attilio Sulli (University of Palermo, Italy), Sebastiano Tusa (Archaeological Superintencence of the Sea, Sicily, Italy)
info:
http://www.geosub2016.org/
fabrizio.antonioli@enea.it
sebtusa@archeosicilia.it
geosub2016@gmail.com
CORSO DI ARCHEOLOGIA SUBACQUEA
Aprile 2016
PROGRAMMA
GIOVEDI’ 28 APRILE 2016 - ORE 16,30
Presentazione:
Caterina Giordano, Presidente Provinciale SiciliAntica
Alfonso Lo Cascio, Presidenza Regionale SiciliAntica
L’Archeologia subacquea: natura, scopi e storia della disciplina
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare
MARTEDI’ 3 MAGGIO 2016 - ORE 16,30
Attrezzatura e tecniche di scavo archeologico subacqueo
Philippe Tisseyre, Funzionario Soprintendenza del Mare
GIOVEDI’ 12 MAGGIO 2016 - ORE 16,30
Metodologie e tecniche di ricognizione, scavo e rilevamento archeologico subacqueo
Stefano Zangara, Dirigente Soprintendenza del Mare
MERCOLEDI’ 18 MAGGIO 2016 - ORE 16,30
Metodologie dell’intervento conservativo e di restauro archeologico subacqueo
Alessandro Urbano, Funzionario Soprintendenza del Mare
GIOVEDI’ 26 MAGGIO 2016 - ORE 16,30
L’Archeologia subacquea in Sicilia: le Eolie
Roberto La Rocca, Funzionario Soprintendenza del Mare
DOMENICA 29 MAGGIO 2016 - ORE 16,30
Gela (Visita guidata da Nicola Bruno, Funzionario Soprintendenza del Mare)
VENERDI’ 3 GIUGNO 2016 - ORE 16,30
Archeologia navale
Pietro Selvaggio, Funzionario Soprintendenza del Mare
GIOVEDI’ 9 GIUGNO 2016 - ORE 16,30
Metodologie della documentazione grafica e fotografica dello scavo archeologico subacqueo
Salvo Emma, Funzionario Soprintendenza del Mare
VENERDI’ 10 GIUGNO 2016 - ORE 16,30
Documentazione grafica, fotografica e inventariale dei reperti archeologici subacquei
Antonella Testa, Funzionario Soprintendenza del Mare
GIOVEDI’ 16 GIUGNO 2016 - ORE 16,30
L’Archeologia subacquea in Sicilia: recenti scoperte nella Sicilia occidentale
Francesca Oliveri, Funzionario Soprintendenza del Mare
GIOVEDI’ 23 GIUGNO 2016 - ORE 16,30
Trasporti marittimi nell’antichità
Philippe Tisseyre, Funzionario Soprintendenza del Mare
DOMENICA 26 GIUGNO 2016
Reggio Calabria: Visita guidata da Francesco Laratta, Archeologo subacqueo)
GIOVEDI’ 30 GIUGNO 2016 - ORE 16,30
Valorizzazione e promozione del patrimonio culturale subacqueo
Alessandra De Caro, Dirigente Soprintendenza del Mare
SABATO 2 - DOMENICA 3 LUGLIO 2016
Vulcano: (Visita guidata da Tony Scontrino, Diving Saracen Center)
VENERDI’ 8 – DOMENICA 10 LUGLIO 2016
Pantelleria (Visita guidata da Roberto La Rocca, Funzionario Soprintendenza del Mare)

Coordinatore del Corso: Sebastiano Tusa
NOTE TECNICHE
Le lezioni si terranno presso il Museo delle Marionette, Piazzetta A. Pasqualino, 5 (trav. Via Butera) - Palermo
Alla fine del Corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione
Per informazioni: Tel. 346.8241076 - E-mail: provinciapalermo@siciliantica.it
Il Corso è aperto a tutti. Esclusivamente per coloro che vogliono conseguire la Specialità di Archeologia subacquea con immersioni a mare e in piscina e rilascio di certificazione finale Archaeology Diver o eventuali attestati propedeutici di Open Water Diver e Advanced Adventurer, SiciliAntica ha sottoscritto una particolare convenzione con il Diving Saracen Center per il rilascio di tali brevetti. Le visite guidate sono realizzate in collaborazione con ATC l’Associazione che viaggia
Presentazione libro
Aprile 2016
Martedì 3 maggio alle ore 18.00 Sebastiano Tusa presenterà il volume
Primo Mediterraneo
Meditazioni sul mare più antico della storia


Parteciperanno:
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare
Girolamo Cusimano, docente di geografia Università di Palermo
Carlo Ruta, saggista e studioso del mondo mediterraneo
Aldo Sparti, Dirigente Ministero dei Beni Culturali

Libreria La Feltrinelli
Via cavour, 133 - Palermo
CORSO DI ARCHEOLOGIA SUBACQUEA
Aprile 2016
L'Associazione CMAS Diving Center Italia - Confederazione Mondiale Attivita Subacquee
con il patrocinio e la partecipazione della Soprintendenza del Mare
con il patrocinio di Sealine - Centro dipartimentale di ricerca per lo sviluppo dei sistemi costieri e del turismo - Dipartimento di Architettura dell'Universitą degli Studi di Ferrara
con il patrocinio del Dipartimento dei Beni Culturali - Archeologia, Storia dell’Arte, del Cinema e della Musica dell’Universitą degli Studi di Padova
nell’ambito del Progetto didattico/scientifico Waterscape Archaeology in Sicily organizza il
CORSO INTENSIVO DI ARCHEOLOGIA SUBACQUEA
per il conseguimento dei brevetti
CMAS Underwater Archaeology Diver
CMAS Advanced Underwater Archaeology Diver

Isola delle Femmine (PA), dal 6 all'11 Giugno 2016


info su www.cmasdivingcenter.org

in collaborazione con Jacques Cousteau Diving Center di Isola delle femmine (PA) e Associazione Progetto Mare di Palermo
scarica la locandina
DEGUWA 2016
Aprile 2016
La XXI Edizione di DEGUWA 2016 in stretta collaborazione con il Landesamt für Archäologie Sachsen a Dresda si terrà dal 21 al 24 aprile 2016. Le innovazioni tecnologiche applicate all'archeologia sottomarina e la multidisciplinarietà sono i temi centrali di questa edizione. Saranno presenti più di 40 relatori provenienti da 14 paesi.
La Soprintendenza del Mare sarà presente con Sebastiano Tusa che presenterà un lavoro dal titolo "The wide role of technology in the management of Underwater Cultural Heritage. Sicilian case studies".
Primo Mediterraneo
Aprile 2016
Presentazione in prima nazionale del libro di Sebastiano Tusa
Primo Mediterraneo
Meditazioni sul mare più antico della storia


Interventi di:
Luigi Biondo, Direttore del Museo Pepoli di Trapani
Salvatore Costanza, Storico
Antonino Filippi, Archeologo
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana


Lunedì 2 maggio 2016 ore 17.30
Museo Pepoli - Trapani

Il solare per le Isole minori della Sicilia
Aprile 2016
Presentazione delle Linee guida elaborate dal CNR e dalla Soprintendenza del Mare.
Saranno presentate martedì 19 Aprile 2016 alle ore 16,30, presso la sede della Soprintendenza del Mare, in via Lungarini 9 (Palazzetto Mirto) a Palermo, le “Linee guida per l’integrazione delle tecnologie del solare nelle isole della Sicilia” redatte dai ricercatori del Polo Solare del Cnr. All’incontro organizzato dalla Soprintendenza del Mare e dal Cnr, con il patrocinio dell’Assessorato regionale all’Energia prenderanno parte Vania Contraffatto, Assessore regionale all’Energia, Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare, Mario Pagliaro e Mario Pecoraino del Polo solare del Cnr di Palermo, Pietro Selvaggio, della Soprintendenza del Mare.
Ispirate da stringenti direttive architettoniche e di tutela paesaggistica, le linee guida specificano i requisiti per l'integrazione estetica e funzionale dei collettori fotovoltaici e fototermici, inclusi quelli di nuova generazione. In questo modo, il solare non è più in conflitto con l'aspetto estetico degli edifici ma, al contrario, contribuisce a migliorarne tanto l'aspetto che la capacità di generare energia rinnovabile con notevoli benefici di ordine economico, ambientale e perfino sanitario. Elettricità, acqua calda sanitaria, e calore sotto forma di aria calda e asciutta sono prodotte facilmente utilizzando le nuove tecnologie del solare divenute low cost e perfettamente integrabili con edifici di qualsiasi forma ed età. E sono straordinarie le prestazioni regolarmente verificate dal Polo Solare della Sicilia. Pochi giorni fa l’Amministrazione comunale di Favignana e l’azienda proprietaria della centrale termoelettrica hanno annunciato la rinuncia alla programmata espansione della centrale, in favore dell’adozione diffusa dell’energia solare. che le monitora in svariate zone climatiche e paesaggistiche della regione più grande d’Italia.
“I benefici dell’adozione dell’energia solare - dichiara Tusa - nelle nostre isole sono enormi. Con le linee guida sarà finalmente possibile sfruttare il grande potenziale economico e ambientale di queste tecnologie, coniugando energia rinnovabile e bellezza. Si pone dunque l’esigenza di adottare linee all’avanguardia dal punto vista estetico e ambientale, con le quali la Sicilia potrà anche fare da guida alle altre isole del Mediterraneo. Quello che serve è portare queste tecnologie ai cittadini delle nostre isole attraverso attività di formazione e indirizzo come quelle da tempo sviluppate dai ricercatori del Cnr al Polo solare”.
“Le isole minori siciliane - dichiara Pagliaro - come rivela lo studio internazionale sulle rinnovabili nelle quattordici isole della Sicilia, hanno fatto da pionieri dell’energia solare in Italia, dimostrando già dal 1984 la completa affidabilità del fotovoltaico anche in condizioni difficili come quelle di una piccola isola come Vulcano, per giunta sede di attività eruttiva”.
Manifesto Gruppo Arte 16
Marzo 2016
Il “ L.U.M. – Laboratorio Universitario Multimediale “Michele Mancini” organizza la presentazione del Manifesto Gruppo Arte 16 formulato da prestigiosi studiosi e operatori del campo delle Arti e del Patrimonio artistico-culturale. Il Manifesto è finalizzato a promuovere le tecnologie digitali per la formazione d’eccellenza e le tecnologie digitali del settore, l’archeologia e l’analisi, la catalogazione, la valorizzazione mediante editoria multimediale e filmografia 3D, la musealizzazione con criteri di realtà aumentata, RV, ambienti interattivi, olografica e installazioni audiovisuali, per una diversa civiltà del rapporto tra Patrimonio d’Arte e cittadino, una nuova economia qualificata ed una fruizione globale.
Ordine dei lavori
Presiede l’evento Francesco Cascio - Presidente Emerito dell’Assemblea Regionale
Saluti e prolusioni ai lavori
Carlo Vermiglio Assessore - Regionale ai Beni Culturali e Identità Siciliana
Fabrizio Micari - Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Palermo
Roberto Lagalla - Rettore Emerito dell’Università degli Studi di Palermo – Componente CNR Nazionale
Sebastiano Tusa - Soprintendente del Mare, Regione Siciliana
Dichiarazioni dei sottoscrittori e fondatori del “Gruppo Arte 16”
Dibattito pubblico e costituzione della “Assemblea degli aderenti”
(Moderatori: Giovanni Taormina e Renato Tomasino)
Mercoledì 6 aprile, ore 17.00
Palazzo dei Normanni di Palermo, Sala Gialla
2NEXT - RAI2
Marzo 2016
E' andato in onda, all'interno della puntata trasmessa il 15 marzo 2016, un servizio di Andrea Vignali sulle attività della Soprintendenza del Mare, sul fenomeno dei furti di beni archeologici e sulla mostra in corso all'Allard Pierson Museum di Amsterdam. La puntata di 2NEXT, trasmissione di economia e cultura condotta da Annalisa Bruchi, ha trattato il tema dei Beni culturali con il Ministro del Turismo e dei Beni culturali Dario Franceschini.

clicca per vedere il servizio
Itinerari culturali subacquei
Marzo 2016

Mercoledì 23 marzo 2016 alle ore 10.30, presso la sede della Soprintendenza del Mare, si terrà l'evento di presentazione del progetto

ITINERARI CULTURALI SUBACQUEI IN SICILIA

realizzato nell'ambito del Programma Operativo Interregionale
Attrattori culturali, naturali e turismo (POIn)

Palazzetto Mirto
Via Lungarini, 9 - Palermo

Missione in Kenya
Marzo 2016
Tra il 14 ed il 21 marzo Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana, in rappresentanza dell’Assessorato dei Beni culturali e dell'Identità siciliana, sarà in missione in Kenya su invito del Ministero della Cultura del Kenya, dell’Istituto di Cultura Italiano di Nairobi e dell’Ambasciata d’Italia in Kenya. L’invito è stato inoltrato al fine di far conoscere le realizzazioni della Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana in Kenya ed intraprendere contatti con le autorità di quel paese per fornire indirizzi e consigli finalizzati alla creazione di un sistema di ricerca, tutela e valorizzazione del patrimonio culturale sommerso delpaese africano. La missione prevede una conferenza al Museo Nazionale di Nairobi il 17 marzo alle ore 11 dal titolo “Central Mediterranenean Underwater Cultural Heritage: Sicilian evidence (An updated review of Sicilian Soprintendenza del Mare research and management in the field of Underwater Cultural Heritage)”. Dopo la conferenza sono previsti incontri con i responsabili del settore dei Beni Culturali kenyoti ed in particolare con Kinunjia Mzalendo - Direttore del Museo Nazionale di Nairobi, Purity Kiura - responsabile per le antichità del suddetto museo, Emmanuel Ndiema - responsabile per il settore Archeologia del Museo Nazionale con giurisdizione territoriale su tutta la nazione, Terry Little - responsabile del locale ufficio UNESCO.
Gli incontri prevedono la presenza dell’Ambasciatore italiano Mauro Massoni e della Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura Francesca Chiesa. Il 18 marzo è previsto lo spostamento a Mombasa dove l’archeologo kenyota Caesar Mbita guiderà Sebastiano Tusa in una ricognizione delle emergenze archeologiche e monumentali terrestri e marine della costa ed in particolare del sito di Gedi.

“L’invito in Kenya per uno scambio di vedute sulle problematiche della ricerca, tutela e valorizzazione del patrimonio culturale sommerso di uno dei paesi più importanti dell’Africa - dichiara Sebastiano Tusa - conferma l’acquisita eccellenza internazionale della Soprintendenza del Mare. Di questo ne sono particolarmente fiero condividendo questa soddisfazione con tutto il personale della Soprintendenza e con l’Assessorato ed il Dipartimento dei Beni culturali della Regione Siciliana. Infine - conclude Tusa - non posso non nascondere la soddisfazione di vedere che il nostro lavoro ed il nostro impegno in questo settore non solo siano riconosciuti al livello internazionale, ma possano essere messi a frutto per aiutare lo sviluppo culturale di paesi emergenti e, quindi, i processi di sviluppo pacifico e solidale”
Quel
Marzo 2016
Martedì 16 e mercoledì 17 Marzo 2016, presso l'Arsenale della Marina Regia di Palermo, si terrà la performance teatrale dedicata al tema del mare
QUEL di Franco Carollo.
La Soprintendenza del Mare lavora da sempre per la salvaguardia e la valorizzazione del “patrimonio mare”. Ancora un modo diverso di parlare del mare e per fare conoscere l'Arsenale della Marina Regia. La performance sarà preceduta da una visita guidata dell’Arsenale, propedeutica alla comprensione dei testi portati in scena.
La performance è organizzata in collaborazione con l'Università del Tempo Libero Europea di Palermo

16 e 17 marzo 2016
Via dell’Arsenale, 144 – Palermo

si comunica che per un guasto tecnico agli ascensori, l'accesso ai locali dell'arsenale è consentito esclusivamente attraverso le scale


clicca sulla locandina per scaricare il programma
Inaugurazione del Museo del Mare di Noto
Marzo 2016
Inaugurazione del Museo del Mare di Noto

Interverranno:
Corrado Bonfanti, Sindaco di Noto
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare
Rosalba Panvini, Soprintendente BB CC AA di Siracusa
Flavio Enei, Direttore Museo di Santa Severa
Edoardo Bruni, Curatore del Museo del Mare

13 marzo 2016 ore 10.30
Contrada Calabernardo
Via Lampedusa, 10 – Noto (SR)

Sicilia archeologica
Marzo 2016

Presentazione del volume
SICILIA ARCHEOLOGICA
di Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana

Saluti:
Roberto Materia, Sindaco
Ilenia Torre, Assessore comunale alla Cultura
Andrea Italiano, Presidente Pro Loco “A. Manganaro”
Interventi:
Maria Clara Martinelli, Museo Archeologico Eoliano
Antonio Pinzone, Università di Messina
Gino Sofia, Museo di Tripi
Franco Cassata, magistrato
Gino Trapani, docente nei licei
Moderatrice:
Patrizia Biagi, giornalista
Conclusioni
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana

Sabato 12 marzo 2016, alle ore 18,00
Parco “Maggiore Giuseppe La Rosa” (ex stazione)
Barcellona Pozzo di Gotto (ME)

Le battaglie nella storia
Marzo 2016
Sala Conferenze ex Stabilimento Florio - Favignana
10 marzo 2016, a partire dalle ore 10.30

EGADI 10 MARZO 241 a.C. LE BATTAGLIE NELLA STORIA

PROGRAMMA
Saluti:
Paola Misuraca, Soprintendente BB.CC.AA. di Trapani
Giuseppe Pagoto, Sindaco del Comune di Favignana
Antonino Venza, Presidente Associazione ArcheoAegates

Moderatore: Rocco Giacomazzi, Direttore Telesud Trapani

Interventi:
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana
Presentazione del convegno

Francesco Vergara, Direttore Biblioteca Centrale“A. Bombace” Palermo
La Battaglia di Palermo

Antonino Buttitta, Antropologo, Professore emerito Università di Palermo
De afro sicula periegesi in tempore prima evo

Ferdinando Maurici, Dirigente U.O. Valorizzazione e Musealizzazione, C.R.I.C.D.
I Castelli delle Egadi dal medioevo al XVII secolo

Rossella Giglio, Responsabile Beni Archeologici Soprintendenza Trapani
Attività della Soprintendenza nelle Isole Egadi

Valeria Li Vigni Tusa, Direttore Museo Reg.le d’Arte Moderna e Contemporanea
I nusei del terzo millennio
Convegno internazionale
Marzo 2016
III Convegno Nazionale di Archeologia Storia Etnologia Navale
Cesenatico, Museo della Marineria,
15-16 aprile 2016

clicca sulla locandina per scaricare il programma
Eventi La Feltrinelli
Marzo 2016
Giorno 14 marzo alle ore 18.00, presso i locali della libreria Feltrinelli di Palermo, Sebastiano Tusa presenta Sicilia archeologica (edizioni Storia e Studi). Interverranno Ferdinando Maurici e Ignazio Buttitta.
Sicilia archeologica
Febbraio 2016
Mercoledì 9 marzo 2016, presso l'Accademia di belle arti Kandinskij di Trapani, presentazione del libro Sicilia archeologica di Sebastiano Tusa.

Saluti:
Silvia Guaiana
Presidente Accademia di belle arti Kandinskij
Antonella Altese
Direttore Gruppo Archeologico Drepanon
Antonio Venza
Presidente Associazione ArcheoAegates
Presenta
Antonino Filippi
Presidente onorario GAD
Interverrà
Sebastiano Tusa
Soprintendente del Mare della Regione Siciliana

Mercoledì 9 marzo 2016 - ore 17.00
Via Cappuccini, 7 - Trapani
Palermoscienza
Febbraio 2016

Questa Soprintendenza del Mare attraverso l'unità Operativa II Valorizzazione e Promozione, quest'anno partecipa alla IX edizione della manifestazione "Esperienza insegna", organizzata dall'l’ Associazione PALERMOSCIENZA che si svolgerà dal 23 febbraio al 2 marzo c.a. nel complesso Polididattico (edificio 19) dell’Università di Palermo in viale delle Scienze. Anche quest'anno la manifestazione ha come obiettivo la diffusione della cultura scienIfica e dell’ innovazione tecnologica ed è articolata nella mostra di exhibit scientifici, laboratori per studenti e per il pubblico vario, conferenze, dibattiti, momenI teatrali, osservazioni astronomiche e proiezioni di film. Il tema di Esperienza inSegna 2016 quest'anno è “l’acqua bene comune per la vita”. La Soprintendenza del Mare partecipa con il Progtto: "Il Mare ci Dona"
Il messaggio per le scolare di ogni grado e ordine è il “dono offerto dal Mare” che non è riferito solo a ciò che il mare produce ma anche ciò che esso custodisce e le ricerche che l'uomo conduce per riportarle alla luce. Proprio per questo saranno portati come esempio i due “Codici” restituiti dal mare di Mazzara del Vallo ed esposti a tutt''oggi all'Arsenale della Marina Regia di Palermo. Per l'occasione i “reperti” e le attività isItuzionali della Soprintendenza saranno raccontati dai funzionari in collaborazione con gli alunni del liceo IPSAR P. Borsellino di Palermo presso lo stand che è stato allestito per l'occasione, E' stato previsto anche per giorno 29 febbraio una conferenza interattiva sull'innovazione tecnologica e ricerca archeologica marina a cura del Soprintendente Sebastiano Tusa. Sono state inoltre organizzate dall'Unità OperaIva II, all'interno della manifestazione per giorno 1 Marzo 2016, una conferenza- documentario: "La Cernia Blu" di Riccardo Cingillo, presente l'autore introduce Alessandra De Caro, Soprintendenza del Mare e per giorno 2 Marzo 2016 la conferenza- documentario: "Il B17, la Fortezza Volante" saranno presenti alcuni personaggi del team Rebreather Sicilia che hanno documento il ritrovamento: Riccardo Cingillo, autore e regista del documentario; Santo Tirnetta, fotografo subacqueo; Massimiliano Piccolo, assistente alle immersioni. Introduce Alessandra De Caro, Soprintendenza del Mare
Team della Soprintendenza del Mare:
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare
Alessandra De Caro , responsabile dell'Unità Operativa II
Roberta Zottino , U.O.II
Corrado Pedone, U.O. II
Francesca Oliveri , U.O. VI
Caldarella Chiara, U.O. VIII
Anna Di Bartolo, U.O. VIII
Salvatore Palazzolo, U.O. IV
Antonella Testa U.O. VI
Gabriella Monteleone U.O. VIII


(comunicazione a cura del responsabile dell'U.O.II - Arch. De Caro)

Conferenza internazionale sulla dignità umana
Febbraio 2016
In occasione della Conferenza internazionale sulla dignità umana dal titolo: “Palermo/Marocco: Rendez-Vous. Tra giustizia sociale, diritti umani e flussi migratori”, che si svolgerà a Palermo dal 23 al 26 febbraio 2016, la Soprintendenza del Mare U.O. II organizza per la delegazione del Marocco una visita guidata all’Arsenale della Marina Regia.
Mercoledì 24 febbraio alle ore 16,30.

La conferenza è promossa da Mete Onlus, Protea - Associazione per la tutela dei diritti dell’Uomo e Comune di Palermo.
Ritrovato un aereo Savoia Marchetti a Sciacca
Febbraio 2016
Verrà presentato alla stampa lunedì 15 febbraio 2016 alle ore 10,30 presso il Circolo di Cultura in via Vittorio Emanuele, 72 a Sciacca, il rinvenimento, a 38 metri di profondità, del relitto dell’aereo Savoia Marchetti della II Guerra Mondiale, abbattuto dai Caccia inglesi il 14 agosto del 1942. Il "Savoia-Marchetti 79 Sparviero" fu impiegato dalla Regia aeronautica nel periodo della seconda guerra mondiale in tutto il teatro del Mediterraneo prima come bombardiere e dopo, con maggiore efficacia, come aereo silurante. Il velivolo abbattuto nei cieli non lontano da Sciacca era dotato di un equipaggio di cinque uomini, considerati tutti dispersi. Il ritrovamento è stato effettuato dal team "Rebreather Sicilia" con il progetto "Ombre dal fondo" da anni impegnato nella ricerca di relitti, in collaborazione alla Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana e della Lega Navale di Sciacca, seguendo i racconti dello storico Nicola Virgilio e alcune informazioni ricevute dai pescatori del luogo. All’incontro saranno presenti Sebastiano Tusa - Soprintendente del Mare, Fabrizio Di Paola - Sindaco di Sciacca, Luca Papasso - Comandate del 37^ stormo Birgi Trapani Aeronautica militare, Massimo Di Marco - Comandante Guardia Costiera di Porto Empedocle, Nicola Virgilio - Storico, Santo Tirnetta - Fotografo Team, Rebreather Sicilia Lega Navale Sciacca, Riccardo Cingillo - Presidente dell'Asoociazione Progetto Mare. Al termine sarà proiettato il video della scoperta del Savoia Marchetti 79 “Le ali ritrovate”. Durante la conferenza stampa verranno consegnati la scheda storica dell’aereo con l’elenco dei dispersi, le foto del Savoia Marchetti rinvenuto nelle acque di Sciacca e un filmato del relitto in fondo al mare.
EUDISHOW 2016
Febbraio 2016
Domenica 5 marzo 2016 alle ore 12.30, sul Palco Oceano della Fiera di Bologna nell'ambito della XXIV edizione dell'Eudishow, verrà presentato il documentario “DEVILS FROM HELL” di Riccardo Cingillo.
Il documentario, realizzato dal team Rebreather Sicilia con la collaborazione della Soprintendenza del Mare, racconta del ritrovamento e della documentazione video-storica di un bombardiere americano B17 F Flying Fortress trovato nel golfo di Palermo ad una profondità di 75 metri.
Sicilia archeologica
Febbraio 2016
Presso la libreria Marabuk di Firenze, sabato 20 febbraio 2016 verrà presentato il volume di Sebastiano Tusa
Sicilia archeologica
I caratteri e i percorsi dell'isola dal Paleolitico all'Età del Bronzo negli orizzonti del Mediterraneo


Relatori:
Fabio Martini, docente di Preistoria e Protostoria Università di Firenze
Marco Pacci, Archeologo
Andrea Pessina, Soprintendente dell'Archeologia della Regione Toscana
Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare Regione Siciliana

Libreria Marabuk
Via Maragliano, 29 - Firenze
Sabato 20 febbraio 2016 - ore 17.00
ARCHEOSTORIE
Febbraio 2016
Journal of Public Archaeology is the new open access peer-reviewed scientific journal that provides Italy with an arena to discuss issues such as the management and communication of archaeological heritage and, more widely, the role of archaeology into contemporary society. It produces insightful analyses on significant initiatives aimed at involving the public in archaeological and heritage issues, and bridging the gap between our past and modernity. For our first issue, you can choose any Public Archaology topic or accept the challenge of our topic of the year: SMALL BUT KIND OF MIGHTY
We welcome all public archaeology projects that have powerful impact on society. Measure it, analyze it, describe it, discuss it critically… and we will love it!
The call for papers is open until 1 June 2016
For detailed information and guidelines for contributors please check the Journal website www.archeostoriejpa.eu or send a mail to info@archeostoriejpa.eu.
TourismA
Febbraio 2016
Dal 19 al 21 febbraio 2016 si svolgerà a Firenze il 12° incontro internazionale di Archeologia Viva.
Ingresso libero
Segreteria organizzativa: info@tourisma.it
Info: 0555062302

clicca sul logo per scaricare il programma completo
Religious Convergence in the Ancient Mediterranean
Febbraio 2016
Religious Convergence in the Ancient Mediterranean
Villa Whitaker, Palermo, Sicily
June 23–26, 2016
Preliminary Program

(posted January 2016)
Santa Cita & Company
Febbraio 2016
Presentazione del libro “Santa Cita & Company” di Giovanni Scimemi
Incontro con l’autore

Interventi:
Nicola Cristaldi
Sindaco di Mazara del Vallo
Nino Giaramidaro
giornalista
Sebastiano Tusa
Soprintendente del Mare

Sabato 6 febbraio 2016 ore 18,00
Teatro Garibaldi - Mazara del Vallo
La minaccia della memoria
Gennaio 2016
La minaccia della memoria. Conflitti ideologici e speculazione finanziaria.
4 e 5 febbraio 2016

Assessore regionale dei Beni culturali e Identità siciliana
Carlo Vermiglio
Presidente della Fondazione Whitaker
Paolo Matthiae
Dirigente generale del Dipartimento dei Beni culturali e Identità siciliana
Gaetano Pennino
Direttore del Museo archeologico regionale “Antonino Salinas”
Francesca Spatafora

4 febbraio Villa Malfitano
Via Dante 167 Palermo
ore 17.00
Valerio Massimo Manfredi presenta il Saggio di Paolo Matthiae
Distruzioni, saccheggi e rinascite
Interventi di Paolo Matthiae, Francesca Spatafora, Sebastiano Tusa.
Partecipano il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il Magnifico Rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari

5 febbraio Museo archeologico “Antonino Salinas” Piazza Olivella Palermo
ore 9.30
Paolo Matthiae intervistato da Maria Pia Farinella e dagli allievi del Liceo Meli di Palermo
ore 11.00
Carlo Vermiglio, Assessore regionale dei Beni culturali e Identità siciliana
Paolo Matthiae, Linceo
Francesca Spatafora, Direttore del Museo archeologico regionale “Antonino Salinas”
intitoleranno una sala del Museo Salinas a Khales al-Asaad
scarica l'invito
La preistoria nelle Madonie
Gennaio 2016
In occasione della presentazione alla cittadinanza della sede SiciliAntica di Gangi, si terrà la conferenza dal titolo
La preistoria nelle Madonie

Relazionerà Sebastiano Tusa Archeologo Preistorico - Soprintendente del Mare
Interverranno Alfonso Lo Cascio, Presidenza regionale SiciliAntica e Matteo Piazza, Presidente Sede SiciliAntica di Gangi

Sabato 23 gennaio 2016 - Ore 17.30
Chiesa della Badia – Gangi
E' scomparsa Silvana Paladino
Gennaio 2016
Con la scomparsa di Silvana Paladino possiamo dire che si chiude per sempre una fase storica della nostra amata passione e disciplina dell'andare per mare, sia veleggiando che sommozzando. Silvana era l'affabile e sempre affettuosa compagna di tanti incontri fatti sulla stupenda terrazza protesa verso l'ancora azzurro mare dell'Arenella. Arguta e minuziosa custode di mille racconti vissuti e convissuti con l'indimenticabile Cecè, suo compagno per una vita vissuta nel segno del coraggio di affrontare sempre nuove sfide che il mare e la vita le si proponevano. Silvana interveniva con garbo ed intelligenza nelle interminabili discussioni ove si progettavano sogni a volte realizzati, il piú delle volte pregevoli fantasie di chi, come noi "marini", vediamo il mare nella sua immensa proiezione verso l'infinito. Con la signorilitá degna di un millenario retaggio di siciliana memoria ci forniva sempre utili consigli e apprezzati riconoscimenti offrendo sempre la sua originale dimora come palestra d'incontri mai scontati e fortemente stimolanti. La sua scomparsa. seguita a quella di un altro grande amico del mare - Enzo Sole – ci rattrista poiché ci allontana per sempre da una dimensione vera e autentica di conoscenza ed esperienza del mare vissuta senza compromessi, con passione ed amore ed assolutamente lontana dall'odierna spasmodica volgarizzazione animata dalla volonta di mutare il mare da scrigno di vita e di saperi in occasione di arricchimento.

news 2004
news 2005
news 2006
news 2007
news 2008
news 2009
news 2010_2011_2012
news 2013_2014

news_2015news 2015