Progetto Scuola-Museo
“Archeosub: l’archeologia subacquea nelle scuole. Il mare come museo diffuso”.

Incontri per l’osservazione di campi subacquei didattico/dimostrativi.

In occasione della VI settimana della Cultura, a complemento delle attività sviluppatesi nel corso dell’anno per il progetto Scuola-Museo “Archeosub: l’archeologia subacquea nelle scuole. Il mare come museo diffuso” organizzato dal Servizio Coordinamento Ricerche Archeologiche Sottomarine di Palermo, si stanno organizzando degli incontri per l’osservazione di campi subacquei didattico/dimostrativi nelle acque antistanti il complesso del Roosvelt a Palermo.
Tali attività, previste per i giorni 26, 27, 28 maggio, si pongono come complemento delle iniziative sviluppate nel corso dell’anno per gli insegnanti che hanno aderito al progetto, creando un momento di incontro con le scolaresche al fine di consentire loro l’osservazione diretta di un campo di attività subacquee legate alle indagini di tipo archeologico.
L’osservazione del campo subacqueo da parte dei ragazzi sarà possibile o dal mezzo nautico del Servizio tramite batiscopio, oppure direttamente dalla superficie, con la maschera, entrando in acqua con protezione termica (muta). In entrambi i casi verrà assicurata la necessaria assistenza a mare ad opera degli istruttori del Nucleo Subacqueo del Servizio.
All’iniziativa, nei tre giorni, parteciperanno complessivamente circa 210 alunni.
Il raduno avverrà nell’area dell’Istituto Roosvelt, all’Addaura presso i locali del Servizio Coordinamento Ricerche Archeologiche Sottomarine.
L’incontro avrà una durata complessiva di circa 4 ore e si svolgerà dalle 9,00 alle 13,00 circa.