Dott. A. Mango di Casalgerardo

NOBILIARIO DI SICILIA

da Bussone a Buxello

 

Bussone o Buzzone.

Lorenzo Buzzone, sacerdote, dottore in leggi, acquistò il feudo di Campogrande e Cangemi con il mero e misto impero e lo cedè al padre a nome Giuseppe, che ne ottenne investitura a 6 febbraio 1696. Giuseppe Buzzone era sposo di Giovanna Berrittella e fu padre, fra gli altri, di un Carmelo, il quale fu pure dottore in leggi e fu investito del detto feudo a 5 giugno 1709.

Arma: ?

indice

 

Bustos.

Un Giuseppe fu castellano del Castellammare di Palermo 1677.

Arma: ?

indice

 

Butera.

Di questa famiglia notiamo un Giovanni, giudice 1283; un Tommaso, che fu vescovo di Cefalù e prestò giuramento 29 giugno 1329; un Alessandro Salvatore Butera, di Caltagirone, che con privilegio del 23 luglio 1585 ottenne la concessione del titolo di Regio Cavaliere.

Arma: ?

indice

 

Buttiglieri  o Bottiglieri (Vedi).

 

indice

 

Buuala (de).

Nobile famiglia di Messina, che possedette la baronia del Pantano salso presso Lentini.

Arma: ?

indice

clicca per ingrandire

Buxello o Boscello.

Un Natalizio Buxello, che portava, non sappiamo con qual diritto, il titolo di barone di Serravalle, fu giurato di Palermo negli anni 1586-87 e 1593-94; un Giuseppe fu senatore di Trapani nel 1603-4.

Arma: d’azzurro, alla torre d’oro, aperta e finestrata di nero, cimata da tre spighe del secondo, e posta sulla campagna cucita di nero

 

 

 

 

indice