LA TERRA FECONDATA: il grano e la Sicilia
Mito, storia, tradizione e green economy
SABATO 29 GIUGNO 2019
CONFERENZA ORE 17:30 – CHIOSTRI DELL’ARCIVESCOVADO
VISITA ESPOSIZIONI – SALONE EVENTI DELLA BIBLIOTECA
(via I settembre 117 – Palazzo Arcivescovile )

La terra fecondata - brochure

Il grano nella sua biondezza antica, ondante e secco, chiede mietitura, chè in cima alla sua gracile statura porge a ogni bimbo una rigonfia spiga” – così scrive Giovanni Papini in una sua composizione poetica - “Lo vagheggia la madre contadina ritta nell’ombra corta d’un pagliaio: quanto penare prima che il mugnaio gliela riporti in morbida farina! La cristiana alza gli occhi al sol feroce, poi guarda i figli grondanti, il marito gobbo nel solco e col suo nero dito fa sopra il campo un gran segno di croce”.
La Biblioteca Regionale Universitaria “Giacomo Longo” di Messina, in collaborazione con il Museo Cultura e Musica Popolare dei Peloritani e l'Associazione culturale Kiklos, e con la partecipazione di tante altre realtà a vario titolo interessate, propone una singolare iniziativa culturale per affrontare, ad ampio spettro, il tema dei “grani antichi” siciliani.
L'evento, titolato “La terra fecondata : il grano e la Sicilia – Mito, storia, tradizione e green economy”, sarà inaugurato sabato 15 giugno 2019, alle ore 17:30, presso il Salone Eventi della Biblioteca (via I settembre, 117 - Palazzo Arcivescovile) e si articolerà in una parte espositiva e una convegnistica.
Per quanto attiene alla parte espositiva: ai visitatori sarà presentato un ricco allestimento a tema di testi moderni, stampe antiche e foto d'epoca, tratti dal patrimonio bibliografico e documentario della Biblioteca. Tra le pubblicazioni si potranno visionare: “Statuto-regolamento del Consorzio delle acque di vicenda e dei molini del Torrente Bordonaro”, pubblicato nel 1916 e “Sul mercato delle farine e dell’industria del pane in Messina”, monografia redatta dal Municipio di Messina nel 1903. Risalta, inoltre, la nota pubblicazione, opera di Goethe “Viaggio in Italia”, con pagine dedicate alla descrizione delle antiche coltivazioni di “fave, frumento, tumminia”.
Particolare riguardo hanno avuto, poi, le pregiate incisioni, raffiguranti scene di vita campestre, connotanti i mestieri legati alla terra con scene di vita campestre, e, quanto alle foto d’epoca devesi evidenziare il culto devozionale legato alla tradizione religiosa che ancora, ai nostri tempi, riporta la terra Messinese alla sacra processione del “Vascelluzzo”.
Ed inoltre, si potrà ammirare un'interessante mostra fotografica di scatti di Giangabriele Fiorentino sul ciclo del grano secondo le antiche pratiche di lavoro contadino. Le immagini si basano sul lavoro di ricerca etnoantropologica svolta dal dott. Mario Sarica, nell'aria dei Nebrodi, sul finire degli anni '80. La realizzazione della mostra è stata possibile grazie collaborazione della Fondazione “Sebastiano Crimi” di Galati Mamertino.
Le esposizioni, bibliografico-documentaria e fotografica, saranno visitabili, dopo la giornata inaugurale, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13, fino al 29 giugno.

 Biblioteca Sede Centrale:

 telefono: 090663332/3
 fax: 090771908

 URP Ufficio Relazioni con il Pubblico:
 telefono: 090674564


 Via I° Settembre n. 117
 98100 MESSINA
 brs.me@regione.sicilia.it

 urpbibliome@regione.sicilia.it

 Emeroteca e Periodici:
 telefono: 090393039
 fax: 090393039

 Via Consolare Pompea n. 1461
 98166 Vill. S.Agata MESSINA
 brs.me.uo2@regione.sicilia.it

 ORARI:

 dal lunedì al venerdì
 ore 8,30 - 13,30
 mercoledì pomeriggio
 ore 15,30 - 18,00
 OPENING HOURS:

 from Monday to Friday
 8,30 a.m. - 1,30 p.m.
 Wednesday afternoon
 3,30 p.m. - 6,00 p.m.

 INFORMAZIONI BIBLIOGRAFICHE:

 brs.me.uo3@regione.sicilia.it
 BIBLIOGRAPHIC REFERENCE:

 brs.me.uo3@regione.sicilia.it