Eventi 2018

  • 14 dicembre

“Lasciate che sia: 2° appuntamento in agenda.”

Lascia che sia... poesia, musica, filosofia, teatro, pittura e costume, arti tutte che sgorgano da emozioni, sentimenti, ricordi e, veicolate attraverso consone forme espressive, passano dall’artista al fruitore, coinvolgendolo empaticamente. Parole, suoni, pensiero, immagini, costume, persone prima che personaggi, e luoghi dell’anima in cui ciascuno potrà ritrovare in parte sentore del proprio vissuto.

____________________________________________________________________________

  • 23 novembre - 13 dicembre

“1968-2018: Gesellschaft im Wandel / Società in cambiamento”.

Organizzata dall’Associazione Italo-Tedesca, con sede in Messina, in collaborazione con il Goethe Institut di Roma e l’Istituto d’Istruzione Superiore messinese “La Farina-Basile”, la mostra ha previsto una giornata di studi, con tavola rotonda, una mostra di fotografie “Berlin 1968” di Uwe Dannenbaum, giornalista e fotografo berlinese, e una performance teatrale tratta dal testo “Lenz” di Peter Schneider, “La mise en espace”, diretta e interpretata da Angelo Campolo, messa in scena dal DAF-Associazione culturale, presieduta da Giuseppe Ministeri.
Attraverso le sue raccolte – monografie e periodici – la Biblioteca Regionale “Giacomo Longo”, ha proposto un percorso bibliografico che porta ad una visione d’insieme di tutti quei fermenti e avvenimenti che hanno contraddistinto il “SESSANTOTTO” in Italia e nel mondo: la contestazione giovanile, la protesta della classe operaia, i movimenti contro la discriminazione razziale e per la libertà politica, le manifestazioni contro le scelte guerrafondaie, in primis in Vietnam, il “Maggio francese”, la “Primavera di Praga”, i cruenti fatti di Avola, Messina nel ’68, con la figura del giurista messinese Salvatore Pugliatti.
I testi esposti, di libera fruizione, sono stati motivo di scoperta, ricordo e spunto di riflessione su ciò che il “SESSANTOTTO” ha rappresentato non solo in materia di cambiamento politico-sociale e di costume, ma anche nelle sue accezioni artistiche, letterarie, cinematografiche, musicali.
Una maggiore opportunità di approfondimento è stata offerta attraverso la Bibliografia tematica essenziale dei testi posseduti dalla Biblioteca, “I fermenti del 1968 in Italia e...nel mondo”, dalla quale è tratta la selezione delle pubblicazioni in esposizione.

____________________________________________________________________________

  • 16 novembre

LASCIA CHE SIA.

Lascia che sia... poesia, musica, filosofia, teatro, pittura e costume, arti tutte che sgorgano da emozioni, sentimenti, ricordi e, veicolate attraverso consone forme espressive, passano dall’artista al fruitore, coinvolgendolo empaticamente. Parole, suoni, pensiero, immagini, costume, persone prima che personaggi, e luoghi dell’anima in cui ciascuno potrà ritrovare in parte sentore del proprio vissuto.
Arti protagoniste del momento culturale del 16 novembre c.a.: POESIA e MUSICA.

____________________________________________________________________________

  • 22-23 settembre

LASCIA CHE SIA... .Prove aperte.

Promosse nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea, ricorrono il 22 e 23 settembre 2018, le Giornate Europee del Patrimonio. Tanti gli Enti culturali che vi aderiscono in tutta Italia come biblioteche, musei, gallerie, associazioni.
Nel solco di questa iniziativa sotto l’egida del MiBac e per l’edizione del 2018, titolata “L’Arte di condividere”, la Biblioteca Regionale Universitaria “Giacomo Longo”di Messina propone l’evento “LASCIA CHE SIA... . Prove aperte”.
Lascia che sia... poesia, musica, filosofia, teatro, pittura e costume, arti tutte che sgorgano da emozioni, sentimenti, ricordi e, veicolate attraverso consone forme espressive, passano dall’“artista” al fruitore coinvolgendolo empaticamente. Parole, suoni, pensieri, immagini, costumi, persone prima che personaggi, e luoghi dell’anima in cui ciascuno potrà ritrovare in parte sentore del proprio vissuto.
Si è inteso configurare l’evento come una sorta di “prove aperte” proprio in vista di quelli di maggiore completezza che saranno realizzati da questa Biblioteca nel mese di novembre. I presenti saranno chiamati ad una partecipazione attiva, per condividere testi poetici e drammatizzazioni, musiche e momenti comunque legati a diversificate arti visive, mettendo del proprio, plaudendo, suggerendo e comunque stimolando, anche attraverso critiche costruttive.
La manifestazione culturale infatti si snoderà attraverso momenti di reading poetici di composizioni di autrici del ‘500 e contemporanee e letture drammatizzate, inframmezzati da melodie jazzistiche. Arricchirà l’evento un’esposizione bibliografica a tema con testi tratti dalle collezioni della Biblioteca Regionale e pubblicazioni messe a disposizione da privati, unitamente a qualche manichino d’epoca abbigliato con costumi e accessori vintage; non mancheranno altresì proiezioni di immagini pittoriche.

____________________________________________________________________________

  • 24 giugno - 8 luglio

GEOGRAFIE SENTIMENTALI - Il racconto della Sicilia e del Mediterraneo attraverso le mappe storiche.

In occasione di Taobuk - Taormina International Book festival - la Biblioteca ha organizzato una mostra di testi e stampe per leggere la storia della Sicilia attraverso le sue raffigurazioni.
L'esposizione allestita nel Palazzo Ciampoli a Taormina, è stata visitabile dal 24 giugno all' 8 luglio 2018.

____________________________________________________________________________

  • 23 maggio

Leggere il mondo: le fiabe degli altri paesi.

Il Progetto Scuola Leggere il mondo: le favole degli altri paesi, si è proposto di sviluppare l’approccio interculturale e consentire, attraverso l’accesso al mondo narrativo di altre culture, di scoprire “l’altro” anche attraverso il suo immaginario, di aprire finestre sul lontano e l’altrove, di suscitare curiosità, apertura, attenzione, che diventano nuove chiavi per aprire le porte del dialogo e della convivenza democratica.
La costruzione finale di una storia, intreccio di storie e racconti di paesi differenti, ha consentito un coinvolgimento attivo degli alunni, stimolando la capacità di scrittura.

____________________________________________________________________________

  • 7 marzo

LA BIBLIOTECA DISPERSA della Cattedrale di Messina.

Della Biblioteca della Cattedrale di Messina sottratta dagli Spagnoli dopo la rivolta conclusasi tragicamente nel 1678 si conosce il fondo greco, donato alla città dall’umanista Costantino Lascaris, ma quasi nulla dei testi latini di proprietà della Cattedrale, fra i quali i volumi della Bibbia, ornati di splendide miniature.
La giornata di studi propone una messa a fuoco dei rapporti della Sicilia, e di Messina, con gli intellettuali che provenivano da parti diverse d’Italia, ma soprattutto dal Nord Europa, in particolare da Francia e Inghilterra, come l’inglese Riccardo, arcivescovo dal 1182 al 1195.