testa


Programma Operativo Regionale Sicilia 2000/2006

MISURA 2.02

ASSE 2 RISORSE CULTURALI
Misura 2.02
- Sistematizzazione e divulgazione delle conoscenze

AZIONE C - Gestione delle informazioni relative alle tematiche paesaggistiche (formazione dei Piani d'Ambito del Piano Territoriale Paesistico Regionale) ed elaborazioni di tipo GIS-WEB

Le Linee Guida del Piano Territoriale Paesaggistico Regionale (1996-99) hanno indicato il percorso metodologico-scientifico corretto per la conoscenza e la gestione del paesaggio siciliano.

Esse hanno anche prodotto una prima raccolta di dati basata su di una rappresentazione del territorio alla scala geografica 1:250.000.

La complessità e la stretta integrazione delle dinamiche socio-culturali, economiche e ambientali siciliane richiedono però valutazioni di dettaglio nelle quali, alla definizione di orizzonti territoriali più ristretti di quello isolano ma pure significativi (gli ambiti paesaggistici) corrisponda l'ampliamento della base conoscitiva.

Tale infittimento del tessuto delle conoscenze è reso possibile anche dall'adozione di una scala geografica di lavoro uguale o superiore a quella 1:25.000. Con essa si genera una maggiore accuratezza delle analisi e, in definitiva, quell'articolazione operativa e gestionale di alto livello che si richiede agli strumenti di pianificazione paesaggistica.

L'individuazione degli ambiti paesaggistici siciliani è già stata realizzata all'interno delle anzidette Linee Guida del PTPR. Qui si intende riportarne numerazione, definizione e superficie, nonché le strutture periferiche dell'Amministrazione dei BB.CC.AA. ad essi interessate per competenza territoriale e che dovranno quindi interagire strettamente durante il loro processo di formazione.

Ambito

Superficie
(kmq)

Soprintendenza competente

1.

Rilievi del trapanese.

427,748

Soprintendenza BB.CC.AA di TP

2.

Pianura costiera occidentale

852,023

Soprintendenze BB.CC.AA di TP e AG.

3.

Colline del trapanese.

1902,795

Soprintendenze BB.CC.AA di TP, AG , PA.

4.

Rilievi e pianure costiere del palermitano

1121,889

Soprintendenza BB.CC.AA di PA.

5.

Rilievi dei monti Sicani.

1291,552

Soprintendenze BB.CC.AA di PA e AG.

6.

Rilievi di Lercara, Cerda e Caltavuturo

1354,914

Soprintendenze BB.CC.AA di PA, AG, CL.

7.

Catena settentrionale (Madonne).

957,177

Soprintendenze BB.CC.AA di PA, CL

8.

Catena settentrionale (Nebrodi).; .

2101,452

Soprintendenze BB.CC.AA di PA, EN, ME, CT

9.

Catena settentrionale (Peloritani).

1546,290

Soprintendenza BB.CC.AA di ME.

10.

Colline della Sicilia centro-meridionale. ;

3242,696

Soprintendenze BB.CC.AA di AG, PA, CL.

11.

Colline di Mazzarino e Piazza Armerina.;

1338,836

Soprintendenze BB.CC.AA di AG, CL, EN, CT.

12.

Colline dell'ennese.

2460,581

Soprintendenze BB.CC.AA di PA, EN, CT

13.

Cono vulcanico etneo.

1370,708

Soprintendenza BB.CC.AA di CT.

14.

Pianura alluvionale catanese.

1029,100

Soprintendenze BB.CC.AA di EN, CT, SR.

15.

Pianure costiere di Licata e Gela.

470,858

Soprintendenze BB.CC.AA di AG, CL, RG

16.

Colline di Caltagirone e Vittoria.

775,694

Soprintendenze BB.CC.AA di CT, RG.

17.

Rilievi e del tavolato ibleo.

3189,352

Soprintendenze BB.CC.AA di CT, RG, SR.

Per le elaborazioni dei piani paesaggistici d'ambito si dovranno utilizzare risorse umane e strumentali specialistiche che, realizzando coerenti letture tematiche della parte di territorio siciliano considerata, saranno dimensionate in relazione all'estensione fisica ed alle salienti caratteristiche storico-culturali e ambientali della stessa.

La struttura tecnica per l'elaborazione dei piani paesaggistici d'ambito, allocata presso ciascuna Soprintendenza provinciale BB.CC.AA., farà un uso generalizzato delle tecnologie informatiche e telematiche più avanzate e si avvarrà perciò dell'opportuno equipaggiamento hardware e software funzionale all'immissione ed al trattamento di dati provenienti sia da fonti documentarie cartacee, per scansione/digitalizzazione, che da file testuali o d'immagine (vector o raster).

I sistemi informativi che si andranno a costituire presso ciascuna Soprintendenza saranno interconnessi con il Sistema Informativo Territoriale Paesaggistico (SITP), già attivo presso la struttura centrale dell'Amministrazione dei Beni Culturali, mediante le “dorsali” telematiche ed i servizi in rete più diffusamente trattati nella misura 6.05 di questo Complemento di Programmazione. Essi saranno altresì in rapporto sinergico e non di ridondanza con quanto previsto in ordine alla costituzione delle banche dati del Catalogo Informatizzato Regionale, della Carta del Rischio del Patrimonio Culturale, degli interventi di recupero e restauro dei Beni culturali, del patrimonio archivistico - bibliotecario, mentre i dati veicolati al loro interno costituiranno l'indispensabile supporto cognitivo per la valorizzazione delle risorse paesaggistiche tramite i mezzi cinematografici e per gli interventi di valorizzazione di parchi, giardini storici e paesaggio (misura 2.01)

L'elaborazione dei piani d'ambito paesaggistici procederà secondo una logica di contiguità geografica e di gradualità, procedendo dall'ovest (e cioè dai territori dell'Ambito 1 che sono già stati oggetto di studio ed elaborazione progettuale) verso l'est dell'isola.

> Bandi POR
> Piste di controllo...
> Circolari e Comunicazioni
> Esiti di gara
> Archivio
> PIT
> PIR
> Stato di attuazione
> Riferimenti normativi
> Info
>/ Misure e Sottomisure
> 2.01
> 2.02
> 2.03
> 5.01c
> 6.06c
www.euroinfosicilia.it
Sito ufficiale del Por Sicilia 2000/2006

regione siciliana