DECRETO PRESIDENZIALE 14 ottobre 1993

G.U.R.S. 23 ottobre 1993, n. 50

 

Criteri e modalità per l'erogazione di contributi per convegni, congressi ed altre manifestazioni.

 

N.d.R. Il presente è stato SOSTITUITO dal D.P. 25 maggio 2001.

 

IL PRESIDENTE DELLA REGIONE

 

Visto l'art. 13 dello Statuto;

Visto l'art. 2 della legge regionale 29 dicembre 1962, n. 28 e successive modifiche;

Visto l'art. 13, 1° comma, della legge regionale 30 aprile 1991, n. 10, che dispone che la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l'attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone e ad enti pubblici e privati non specificamente individuati debbano essere subordinate alla predeterminazione ed alla pubblicazione, da parte della Amministrazione competente, dei criteri e delle modalità cui debbano attenersi all'erogazione;

Ritenuto doversi provvedere a fissare i detti criteri, relativamente ai contributi erogati dalla Presidenza della Regione in favore di persone ed enti pubblici o privati per l'organizzazione e la partecipazione a convegni, congressi, mostre ed altre manifestazioni e relative pubblicazioni, nonchè per ospitalità e rappresentanza nei confronti di delegazioni e partecipanti italiani e stranieri ad incontri di studio, convegni e congressi;

Visto il cap. 10151 del bilancio della Regione Siciliana - rubrica Presidenza;

 

Decreta:

 

Art. 1

 

I convegni, i congressi, le mostre e gli incontri di studio organizzati e realizzati dalla Presidenza della Regione o dagli Assessorati regionali, di concerto con la Presidenza della Regione, sono a totale carico del bilancio regionale in quanto a spese per locali, oratori, ospitalità integrale degli stessi e delle autorità intervenienti, nonchè i convivi per i partecipanti, la pubblicità e la pubblicazione degli atti, nell'ambito degli stanziamenti disponibili.

Possono essere assunti a carico della Regione le spese per ospitalità e rappresentanza di delegazioni e visitatori italiani e stranieri partecipanti ad incontri di studio, convegni, congressi e manifestazioni ufficiali di interesse regionale.

 

Art. 2

 

I contributi della Presidenza della Regione in favore di enti pubblici, comitati ed associazioni sulle spese per l'organizzazione e lo svolgimento dei convegni, congressi, mostre ed incontri, svolgentisi nel territorio regionale, debbono essere richiesti con istanza sottoscritta dal legale rappresentante dell'ente richiedente o del comitato organizzatore.

L'istanza deve contenere un'indicazione circostanziata circa gli scopi ed il valore della manifestazione ed alla stessa va allegato il preventivo generale dei costi sottoscritto ai sensi del comma precedente. L'istanza resta valida in caso di spostamento della data stabilita purchè la manifestazione si svolga nell'ambito dell'esercizio finanziario e ne sia data comunicazione formale alla Presidenza della Regione.

 

Art. 3

 

I contributi di cui all'art. 2 sono erogati in relazione a spese effettuate e sulla base di idonea documentazione.

Sono ammissibili al contributo le seguenti categorie di spese: materiale pubblicitario, spese postali, fax, oneri di agenzia e segreteria organizzativa e scientifica, locazione spazi congressuali e cartellonistica, compensi ai relatori ufficiali, spese di viaggio e soggiorno dei relatori e delle autorità intervenute, traduzioni e relativi impianti, trasporti degli ospiti, ricevimenti, kit congressuali, programma accompagnatori, omaggi a relatori ed ospiti, pubblicazione atti.

 

Art. 4

 

I contributi non possono superare le seguenti percentuali delle spese ammissibili per ciascuna manifestazione, in relazione alla relativa importanza:

a) manifestazioni, convegni, mostre, incontri a carattere internazionale o nazionale che si svolgono in Sicilia con la partecipazione diretta della Regione, che, per il loro alto valore scientifico, politico, sociale e culturale, ovvero per la partecipazione di autorità politiche o scientifiche, assumono particolare rilievo nella politica culturale della Presidenza della Regione, ed i cui contenuti siano rilevanti sul piano istituzionale o scientifico, comunitario, nazionale o regionale: fino al 50%;

b) manifestazioni, convegni, mostre, incontri a carattere nazionale o regionale i cui contenuti o gli argomenti trattati - fuori dalle ipotesi di cui sub. 1 - siano di elevato interesse regionale, ovvero sia prevista la partecipazione di membri del Governo regionale: fino al 40%;

c) convegni ed incontri di studio organizzati da associazioni culturali in materie giuridiche, amministrative, economiche, su argomenti di grande attualità che hanno formato oggetto di attenzione del Governo regionale o siano stati presi in considerazione da leggi regionali: fino al 30%;

d) convegni e manifestazioni a carattere locale che, sebbene fuori dal campo scientifico, rivestano una notorietà che raggiunge l'ambito regionale ed oltre: fino al 20%.

 

Art. 5

 

Le istanze relative ai contributi di cui all'art. 2 e seguenti debbono pervenire alla Presidenza della Regione almeno trenta giorni prima dell'inizio della manifestazione.

Le istanze, istruite dal competente ufficio della Presidenza, sono valutate sulla base dei criteri di cui agli articoli precedenti, con cadenza almeno bimestrale.

Per i contributi di cui al presente decreto non possono essere assunti, sul relativo capitolo di spesa, impegni complessivamente superiori al 60% dello stanziamento se non dopo il 30 giugno di ciascun anno.

Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.

Palermo, 14 ottobre 1993.

CAMPIONE

________

 

vedi anche:

 

Decr. Pres. 25 maggio 2001 - Sostituzione del presente