CIRCOLARE 11 gennaio 1989 n 159/01

G.U.R.S. 21 gennaio 1989, n. 3

 

ASSESSORATO

 

DEI BENI CULTURALI ED AMBIENTALI

 

E DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE

 

Legge regionale 10 dicembre 1985, n. 44. Contributi per attività musicali per l'anno 1989.

 

Ai sigg. provveditori agli studi della Sicilia

Loro sedi

 

Nel programma annuale degli interventi previsti dalle disposizioni della legge regionale 10 dicembre 1985, n. 44, relative allo sviluppo delle attività musicali nella Regione Siciliana, sono compresi i contributi che possono essere concessi in favore delle scuole di ogni ordine e grado per l'organizzazione di particolari iniziative volte alla più ampia diffusione della cultura musicale, ai sensi dell'art. 5, lett. d), della legge stessa.

Allo scopo di ottenere l'assegnazione di detti contributi per l'anno finanziario 1989, tutte le scuole pubbliche di ogni ordine e grado nonchè le scuole parificate, legalmente riconosciute e pareggiate debbono avanzare apposita istanza a questa Assessorato - Direzione regionale istruzione - Gruppo XIV - entro e non oltre il termine del 28 febbraio 1989. A tal fine fa fede il timbro a data dell'ufficio postale.

La predetta istanza va presentata in carta semplice da parte delle scuole pubbliche e pareggiate, in carta legale da parte delle scuole parificate e legalmente riconosciute.

L'istanza deve essere corredata di un dettagliato programma delle attività che si intendono svolgere nell'anno 1989, ai fini di cui sopra e di una copia del bilancio preventivo della scuola per l'esercizio 1989, approvato dagli organi statutari, in cui sia stanziata, in entrata e in uscita, la somma che si richiede quale contributo o una somma maggiore. Il predetto bilancio può essere sostituito con una delibera di variazione di bilancio, approvata dagli organi statutari.

Nel caso in cui alla data di scadenza del termine per la presentazione dell'istanza il bilancio preventivo della scuola non sia stato ancora approvato dagli organi statutari, esso potrà essere trasmesso dalle scuole successivamente all'istanza, nella quale, in tal caso, deve essere fatta esplicita riserva; si sottolinea che il contributo non potrà, comunque, essere erogato se la scuola non provvederà a trasmettere il predetto bilancio preventivo o la delibera del consiglio di circolo o d'istituto che approva la variazione al bilancio preventivo di cui sopra.

Nell'istanza deve essere anche indicato il conto corrente della scuola specificando se bancario o postale.

Data la ristrettezza dei tempi, si pregano i sigg. provveditori agli studi di voler disporre la diffusione della presente circolare con la massima sollecitudine; la stessa circolare sarà pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.

Palermo, 11 gennaio 1989.

L'Assessore: GENTILE