CIRCOLARE 27 aprile 2000 prot. n 107

G.U.R.S. 5 maggio 2000, n. 21

 

ASSESSORATO

 

DEI BENI CULTURALI ED AMBIENTALI

 

E DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE

 

Utilizzazione dei fondi del cap. 38708.

 

Ai capi delle istituzioni scolastiche statali

e regionali della Sicilia

e, p.c.

Ai provveditori agli studi della Sicilia

 

Si premette che con legge regionale n. 9 del 17 marzo 2000 è stato approvato il bilancio di previsione della Regione Siciliana per l'anno finanziario 2000 ed il bilancio pluriennale per il triennio 2000-2002.

Sul cap. 38708 - "Interventi per la promozione di iniziative di cooperazione educativa, scientifica e culturale, per l'attuazione di scambi, di ricerche, di viaggi didattici, di studi e di gemellaggi di scuole anche in collaborazione con istituti specializzati, dell'UNESCO e di altre organizzazioni culturali nazionali ed internazionali", sono stati stanziati, per l'anno finanziario in corso, 500 milioni di lire.

Nel quadro delle politiche istituzionali di questo Assessorato, particolare importanza nei rapporti con l'esterno rivestono gli interventi per la promozione di iniziative di cooperazione, educativa, scientifica e culturale, nonché l'attuazione di scambi, di ricerche, di viaggi didattici, di studi e gemellaggi tra le scuole. Gli scambi culturali rappresentano efficaci strumenti di formazione culturale e sociale che consentono ai giovani di instaurare relazioni interculturali con i loro omologhi, sia stranieri che connazionali, favorendo l'acquisizione di ulteriori conoscenze legate principalmente al corso di studi che gli stessi affrontano contribuendo, inoltre, a favorire il dialogo ed a diffondere quei valori di solidarietà, amicizia e cooperazione che sono alla base della cooperazione internazionale.

E' intenzione, pertanto, di questo Assessorato, per l'anno in corso - nell'esercitare a vari livelli il coordinamento delle iniziative afferenti i progetti che le istituzioni scolastiche andranno autonomamente a realizzare - fornire preliminarmente alcune linee di indirizzo volte alla concessione di contributi con i fondi di cui al cap. 38708, fermo restando che alcune iniziative potranno essere direttamente promosse da questa Amministrazione.

Ciò premesso, le istituzioni scolastiche, entro il 15 maggio 2000, vorranno far pervenire apposito progetto che dovrà essere corredato di nota illustrativa, scheda sintetica e richiesta di contribuzione.

Alle istituzioni scolastiche che avranno presentato progetti di cui sopra, ritenuti meritevoli di approvazione da parte di questo Assessorato, verrà elargito un contributo omnicomprensivo non superiore a L. 30.000.000. Lo stesso verrà accreditato al rappresentante legale dell'ente in due soluzioni:

- la prima, in acconto nella misura del 50% del contributo concesso, dopo che il progetto avrà ricevuto l'approvazione dell'Assessorato;

- la seconda, a saldo, dopo che sarà stata inviata a questo Assessorato la relazione finale sull'attività svolta, allegando alla stessa una rendicontazione analitica delle spese sostenute.

 

Temi e finalità

Le iniziative culturali giovanili non possono catalogarsi in tipologie, contenuti e finalità rigidamente predeterminati, potendo spaziare nei campi più svariati degli interessi delle singole discipline, essendo le stesse flessibili ed intersettoriali.

Si indicano, comunque, alcuni temi che si ritengono particolarmente rilevanti, ferma restando la disponibilità di questa Amministrazione a valutare ogni iniziativa culturalmente meritevole di attenzione:

- scambi con Paesi dell'area mediterranea ed, in special modo, con i Paesi nord africani;

- scambi volti alla diffusione delle attività svolte dagli Istituti regionali d'arte;

- studi di fattibilità per iniziative mirate alla realizzazione di progetti di ricerca applicata, di contenuto innovativo, da realizzare all'interno di processi produttivi presenti nel mercato ovvero in attività economiche direttamente gestite dalle istituzioni scolastiche medesime;

- iniziative per le finalità del cap. 38708 in favore di giovani di talento, selezionati dai Conservatori di musica e dalle Accademie di belle arti, nei vari settori della musica e delle arti figurative. Sarà, pertanto, compito delle predette istituzioni procedere alla selezione di primo livello di quegli allievi particolarmente meritevoli.

 

Modalità di accesso ai contributi

Gli istituti scolastici, redatti i loro progetti, dovranno farli pervenire, entro la data precedentemente indicata, al seguente indirizzo: Assessorato regionale dei beni culturali ed ambientali e della pubblica istruzione - Direzione istruzione - gruppo 5° organizzazione delle conoscenze - C.E.D., via Notarbartolo n. 17 - 90141 Palermo - uniformando i criteri di attuazione delle proprie iniziative alle circolari sull'argomento emanate dal Ministero della pubblica istruzione in atto vigenti.

L'Assessore: MORINELLO