CIRCOLARE 27 ottobre 1989 n 1983

G.U.R.S. 11 novembre 1989, n. 54

 

ASSESSORATO

 

DEI BENI CULTURALI ED AMBIENTALI

 

E DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE

 

Legge regionale 10 dicembre 1985, n. 44. Contributi per attività musicali anno 1990.

 

Ai Provveditori agli studi della Sicilia

 

L'art. 5 - lett. D - della legge regionale 10 dicembre 1985, n. 44, prevede la concessione di contributi, in favore delle scuole di ogni ordine e grado, finalizzati all'organizzazione di particolari iniziative volte alla più ampia diffusione della cultura musicale nel mondo scolastico.

Allo scopo di ottenere l'assegnazione di detti contributi, per l'anno finanziario 1990, le scuole pubbliche di ogni ordine e grado nonchè le scuole parificate o legalmente riconosciute o pareggiate possono avanzare apposita istanza a questo Assessorato - Direzione regionale istruzione - Gruppo XIV - entro e non oltre il termine del 15 dicembre 1989. A tal fine fa fede il timbro a data dell'ufficio postale.

L'istanza, da presentarsi su carta semplice da parte delle scuole pubbliche o pareggiate e su carta legale da parte delle scuole parificate o legalmente riconosciute, dovrà essere corredata di un dettagliato programma delle attività che si intendono svolgere nell'anno scolastico 1990/91 e di un preventivo di spesa.

Nell'istanza dovrà essere, altresì, indicato il conto corrente della scuola specificando se bancario o postale, nonchè il codice fiscale o la partita I.V.A.

Le istituzioni scolastiche che riceveranno da parte di questo Assessorato comunicazione ufficiale dell'accoglimento totale o parziale della loro richiesta di contributo, dovranno provvedere ad approvare una variazione al bilancio di previsione 1990 iscrivendo l'importo del contributo concesso sia in entrata che in uscita.

Le istituzioni scolastiche, ammesse a contributo, che intendano usufruire dell'anticipazione dell'80% della somma assegnata dovranno produrre apposita istanza corredata di una copia della delibera della variazione di bilancio.

L'erogazione del saldo avverrà a seguito della presentazione della seguente documentazione:

a) una relazione sull'attività svolta, con relativa documentazione giustificativa della spesa;

b) una copia del bilancio consuntivo (limitatamente alla parte riguardante le attività musicali) approvato dagli organi statutari, con la dichiarazione che tutta la documentazione relativa è conservata presso la scuola;

c) una dichiarazione del legale rappresentante comprovante l'assolvimento degli obblighi di legge in materia fiscale, assistenziale e di collocamento;

d) una copia delle pubblicazioni e di ogni altro materiale a stampa atto a comprovare l'attività svolta.

I soggetti beneficiari che non avranno, nei termini e nei modi previsti, documentato l'avvenuta realizzazione delle iniziative finanziate saranno obbligati alla restituzione delle somme ricevute in via di anticipazione, comprensive degli interessi legali maturati.

Qualora le istituzioni scolastiche interessate non intendano avvalersi dell'anticipazione della somma assegnata, riceveranno l'importo loro spettante in unica soluzione, a seguito della presentazione della documentazione già citata ai punti a), b), c) e d).

Data la ristrettezza dei tempi, si pregano i sigg. provveditori agli studi di voler provvedere alla diffusione della presente circolare con la massima sollecitudine; la stessa circolare sarà pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.

 

Il Presidente - Assessore per i beni

culturali ed ambientali e per

la pubblica istruzione, ad interim:

NICOLOSI