home | mappa del sito

top
   
indice
indice
indice
indice
Sez. Preistorica
indice
Sez. Epigrafica
indice
Sez. delle Isole Minori
  indice EtÓ Neolitica
  indice EtÓ Eneolitica
  indice EtÓ del Bronzo
indice
Sez. Classica
indice
Sez. Vulcanologica
indice
Sez. di Paleontologia del Quaternario
indice
indice
indice
   
   

pianta del museo
cartina

 
Foto Gallery
Sez. delle Isole Minori
foto
foto
foto
foto
foto
foto
foto
foto
foto
vedi tutte le foto...
 
Visita il Museo - Sez. delle Isole Minori - EtÓ del Bronzo - -

La Prima Età del Bronzo (fine III - prima metà II millennio), rappresentata dalla stazione eponima di FIG. 8 - Piano del Porto di Filicudi, ceramica della fase iniziale della cultura di Capo GrazianoCapo Graziano dell'isola di Filicudi, è documentata, ancora nella Sala XII, da materiali provenienti dagli scavi condotti lungo il margine meridionale del Piano del Porto (Fig.8),  le cui forme si ricollegano a prototipi del Protoelladico III e del FIG. 9 - Filicudi, corredo funerario della tomba 1Mesoelladico Iniziale della Grecia continentale, nonchè da materiali  che costituivano i corredi funerari di alcune sepolture ricavate entro anfratti naturali lungo le pendici della Montagnola di Capo Graziano (Fig.9).

Anche la Sala XIII espone materiali che appartengono alla "Cultura di Capo Graziano", ma che FIG. 10 - Capo Graziano di Filicudi, ceramica dello stile di Capo Graziano.provengono dall'insediamento, risalente alla prima metà del II millennio, sulla sommità del Capo Graziano di Filicudi, ovvero stamnoi, orci, brocche, scodelle carenate, uncini fittili "ad àncora", una forma di fusione per strumenti di bronzo (Fig.10),  ceramiche di importazione egea. Non mancano, comunque,  materiali della medesima Cultura, provenienti da FIG. 13 - Capo Graziano di Filicudi, bacile dello stile di Capo Milazzese.Punta di PeppaMaria di Panarea (Fig.11) e dalla località Fucile di Alicudi (Fig.12).

La Media Età del Bronzo (XIV - inizi XIII sec. a.C.), rappresentata dalla stazione eponima di Capo Milazzese dell’isola di Panarea, è documentata, a partire dalla Sala XIV, da materiali provenienti da Capo Graziano di Filicudi, ovvero bacili ad altissimo piede tubolare (Fig.13) e frammenti di ceramiche micenee dello "stile FIG. 15 - San Vincenzo di Stromboli, ceramica delle fasi evolute dello stile di Capo Graziano.IIIA" (Fig.14).

La medesima Sala riserva uno spazio iniziale all’esposizione di ceramiche locali, decorate a incisioni, e di ceramiche importate dalle coste della penisola italiana, provenienti dall’isola di Stromboli (area retrostante la chiesa di San Vincenzo), rappresentativi della precedente "Cultura di Capo Graziano" (Fig.15).

La Sala XV espone materiali provenienti dall’insediamento della Portella (Fig.16), FIG. 16 - Portella di Salina, ceramica dello stile del Milazzese.fra cui risaltano due collane, una in pietra dura (corniola), l'altra in pasta vitrea (Fig.17), e del Serro dei Cianfi (Fig.18) di Salina, nonché dall'insediamento del Capo Milazzese di FIG. 17 - Portella di Salina, collane di pietra dura (corniola) e di pasta vitreaPanarea, con materiali relativi a bacili ad alto piede tubolare, zuppiere, bottiglie, orci, teglie, fruttiere, sostegni di vasi, fuseruole, corni apotropaici (Fig.19), una forma di fusione in arenaria per larghi nastri rigati (Fig.20)ceramiche di importazione mesoappeniniche ed egee (Fig.21). 

FIG. 21 - Capo Milazzese di Panarea, ceramica di importazione egea.La medesima Sala riserva uno spazio iniziale all’esposizione di materiali provenienti dall’insediamento del Serro dei Cianfi di Salina, rappresentativi della precedente "Cultura di Capo Graziano" (Fig.22).

           

Unione Europeawww.euroinfosicilia.itRegione ScilianaSito Beni Culturali
 
Valid XHTML 1.0 TransitionalValid CSS!

note legali | credits
 
italiano english franšais deutsch