Interoperabilità e cooperazione applicativa nella
Regione Siciliana

Data: 1 luglio 2009
Sede: Palermo , Palazzo dei Normanni
Programma: Visualizza il programma dell'evento


La Regione Siciliana, così come le altre Regioni e pubbliche amministrazioni locali, ha svolto, nel corso degli ultimi anni, un ruolo molto importante nell'innovazione dell'amministrazione e nella promozione dell'effettivo utilizzo delle tecnologie ICT come risorsa abilitante per lo sviluppo locale, anche alla luce dei programmi di sviluppo europei e nazionali (trattato di Lisbona, e-europe, Fondi Strutturali, etc.). Tanto più significativo è questo ruolo nel momento in cui l'organizzazione dello Stato italiano si è modificata profondamente in senso federalista, con nuove competenze e nuove responsabilità per la Regione nel rendere servizi ai cittadini ed alle imprese.
Pertanto, garantire l'interoperabilità e la cooperazione applicativa tra i sistemi informativi della PA centrale e locale è diventato un requisito di primaria importanza, al fine di realizzare il pieno ed efficace sviluppo dell'e-government e rendere al cittadino servizi più efficienti.
Il Dipartimento Bilancio e Tesoro Ragioneria Generale - Assessorato regionale Bilancio e Finanze, al fine di rafforzare e diffondere la cultura della cooperazione applicativa e dell'interoperabilità nel territorio siciliano, ha organizzato, nell'ambito del progetto ICAR Plus, un evento regionale "Interoperabilità e Cooperazione Applicativa nella Regione Siciliana", tenutosi l'1 luglio 2009 presso l'Assemblea Regionale Siciliana - Palazzo dei Normanni.
Il convegno, organizzato in una sessione mattutina ed una pomeridiana, è iniziato con i saluti del Ragioniere Generale del Dipartimento Bilancio e Finanze, dei presidenti e degli amministratori delegati delle società regionali Sicilia e-Innovazione e Sicilia e-Servizi e del Segretario Generale dell'ANCI Sicilia e ha visto una attenta partecipazione da parte dei rappresentanti dei Dipartimenti regionali, delle Aziende ospedaliere e degli enti locali.
In tale sede, il Ragioniere Generale, Dott. Vincenzo Emanuele ha annunciato ai presenti l'adesione da parte della Regione Siciliana al progetto interregionale ICAR, elaborato attraverso il coordina-mento del "Centro Interregionale per il Sistema Informatico ed il Sistema Statistico" (CISIS), che dispiega l'infrastruttura di cooperazione a livello territoriale e interistituzionale in tutte le Regioni e le Province autonome.
La Regione Siciliana, con l'adesione ad ICAR, perfettamente integrabile con i progetti regionali di interoperabilità e cooperazione applicativa che si stanno realizzando con le iniziative regionali sulla Società dell'Informazione, potrà usufruire della infrastruttura creata, delle applicazioni e del know how acquisito nell'ambito di ICAR ed implementarle nei sistemi informativi realizzati, affinché tali sistemi possano agevolmente dialogare con i sistemi informativi della P.A. centrale e delle altre Regioni.
Durante il convegno sono stati presentati, infatti, da parte dei project manager, sia i progetti interregionali ICAR ed ICAR PLUS che i progetti regionali che si stanno sviluppando nel territorio siciliano, che ad oggi riguardano la creazione dell'infrastruttura di interoperabilità e cooperazione applicativa e lo sviluppo di servizi in ambito sanitario e territoriale.

Gli interventi del convegno (documenti scaricabili in formato formato .zip, visualizzazione in formato .pdf)

- Presentazione Lavori

Progetti in ambito nazionale
Progetti Interregionali


ICAR: progetto interregionale, che dispiega l'infrastruttura di cooperazione a livello territoriale e interistituzionale in tutte le Regioni e Province autonome

ICAR PLUS
: progetto interregionale di diffusione della cultura dell'interoperabilità e la cooperazione applicativa


Progetti in ambito regionale


- Infrastruttura ed interoperabilità


RAN: il progetto "Regional Area Network" (RAN) prevede la realizza-zione della Rete della P.A. regionale al fine di ridurre il Digital Divide nei comuni del territorio regionale

SICARS: il progetto prevede la realizzazione di una piattaforma di Cooperazione Applicativa e di servizi per Enti locali e Regione.
Servizi in ambito sanitario

CMS-CRS: il progetto Card Management System Cittadini della Regione Siciliana (CMS-CRS) ha lo scopo di offrire un sistema capace di gestire i dispositivi crittografici (Carta Regionale dei Servizi) già distribuiti ai cittadini e di consentire agli stessi la fruizione di tutti i servizi (sanitari e altri di pubblica utilità) che la Regione Siciliana sta predisponendo

RMMG: il progetto Rete dei Medici di Medicina Generale e Pediatri di libera scelta (RMMG) ha lo scopo, mettendo in rete i medici ed i pediatri della Regione, di consentire un miglioramento sostanziale dei servizi sanitari offerti al cittadino e, al contempo, di creare uno strumento essenziale nel garantire la continuità assistenziale

SIS NAR: la Nuova Anagrafe Regionale si pone nell'ambito del conte-sto più ampio del progetto SIS (Sistema Informativo Sanitario) costitu-endo la piattaforma sanitaria di base su cui costruire l'intera infrastruttura informativa del Servizio Sanitario Regionale

- Servizi in ambito territoriale

SITIR: l'intervento Sistema Informativo Territoriale Integrato Regio-nale (SITIR) si pone come obiettivo la realizzazione di un SIT (Sistema Informativo Territoriale) a copertura "Regionale" che possegga la principale caratteristica di "Integrazione" di tutti i dati a valenza territoriale e/o comunque riconducibili ad oggetti e soggetti territoriali

DB SITR: l'intervento prevede la realizzazione e il popolamento delle Banche Dati per il Sistema Informativo Territoriale Regionale, un geo-database strutturato a standard logici e fisici
(Scarica l'intervento su SITIR e DB SITR)

CST: il progetto Centri Servizi Territoriali (CST) prevede la realizza-zione di strutture centralizzate, costituite da aggregazioni di piccoli Comuni, che, condividendo risorse umane, tecnologiche e finanziarie in forma associata, erogano servizi ai cittadini ed alle imprese del proprio territorio, migliorandone la qualità.
(Scarica l'intervento su SITIR e CST)





In definitiva, la Regione Siciliana, tramite la realizzazione dei suddetti progetti intende raggiungere l'obiettivo di garantire al cittadino la possibilità di rivolgersi ad un unico sportello (on-line) per la fruizione di un servizio, senza avere la percezione del coinvolgimento di più amministrazioni nell'erogazione del servizio richiesto, ove ciò sia necessario.