REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIANA
ASSESSORATO DEL LAVORO, DELLA PREVIDENZA SOCIALE, DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE E DELL’EMIGRAZIONE
AGENZIA REGIONALE PER L’IMPIEGO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE

Coordinamento regionale delle misure di politica attiva del lavoro

Circolare n.5/AG.  GURS n.4 del 26/01/2001

Prot. n. 437/Coord. Reg. l, 11 gennaio 2001

 

OGGETTO: Piani per l’inserimento professionale dei giovani privi di occupazione di cui all’art. 15 legge 19 luglio 1994, n. 451 e art. 9 octies legge 28 novembre 1996 n. 608, art. 19 della legge regionale 7 agosto 1997, n. 30, art. 11 legge regionale 5 gennaio 1999, n. 4, art. 66 della Legge 17 maggio 1999, n144 e art. 10 della legge regionale 19 agosto 1999, n18. Proroga dei termini per l’assegnazione dei giovani.

- Alle Associazioni dei datori di lavoro
- Agli Ordini e/o Collegi Professionali
- Alle imprese individuali, societarie e cooperative nonch consorzi di imprese individuali, societarie e cooperative che abbiano una stabile organizzazione nel territorio della Regione Siciliana ed operanti in qualsiasi settore produttivo, commerciale o di servizi
- All’Ufficio regionale del lavoro e della m.o.
- All’Ispettorato regionale del lavoro
- Agli Uffici provinciali del lavoro e della massima occupazione
- Alle Sezioni circoscrizionali per l’impiego

e, p.c., - Alla V Commissione legislativa dell’Assemblea regionale siciliana - Ufficio di Presidenza
- Alla Presidenza della Regione - Ufficio di Gabinetto
- Al Ministero del lavoro e della previdenza sociale -
Direzione generale per l’impiego - Divisione VII
- Alle Organizzazioni Sindacali dei Lavoratori
- Agli Ispettorati provinciali del lavoro
- All’I.N.P.S. Direzione Centrale Entrate Contributive
- Alla sede I.N.P.S. della regione Sicilia
- Ai Gruppi di lavoro delle Direzioni I e II dell’Assessorato regionale del lavoro

LORO SEDI

 

1) Piani straordinari di inserimento professionale.

Con circolare assessoriale 28 novembre 2000, n 1/AG, pubblicata sul supplemento ordinario alla G.U.R.S. n 55 del 1 dicembre 2000 (n30), sono state impartite direttive circa l’attuazione di un piano, per l’utilizzazione di n 5.500 giovani con i piani di inserimento professionale, approvato dalla Commissione regionale per l’impiego con delibere n 34 e n 38 adottate rispettivamente nelle sedute del 29 giugno 2000 e 21 luglio 2000.

Al punto "2" della suddetta circolare veniva disposto, tra l’altro, che le procedure di assegnazione dei giovani da parte delle sezioni circoscrizionali per l’impiego dovevano espletarsi entro e non oltre 45 giorni dal giorno successivo alla data di pubblicazione della circolare medesima nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.

Premesso quanto sopra, nella considerazione che pervengono da parte di alcuni enti convenzionati, rientranti nel piano cui sopra cenno, richieste di proroga circa le procedure di assegnazione dei giovani, a parziale modifica di quanto stabilito al punto "2" della circolare assessoriale 28 novembre 2000, n 1/AG, il termine per dette procedure, prorogato al 16 febbraio 2001.

Si ribadisce, altres, che entro e non oltre il termine di cui sopra cenno, ciascun ente convenzionato onerato, pena la revoca della convenzione stipulata, di assolvere a quanto previsto al punto "1" della circolare assessoriale 28 novembre 2000, n 1/AG, ovvero, trasmettere la delibera con la quale ciascun ente convenzionato procede all’individuazione, sulla base di criteri oggettivi, dei soggetti utilizzatori che risulteranno assegnatari di giovani, unitamente all’elenco delle imprese effettivamente beneficiarie della misura in parola, con a fianco indicato il numero dei giovani che possono essere assegnati, all’Agenzia regionale per l’impiego e la formazione professionale – Coordinamento regionale delle misure di politica attiva del lavoro, all’Ufficio provinciale del lavoro, all’Ispettorato provinciale del lavoro, alla sezione circoscrizionale per l’impiego ed all’Istituto nazionale per la previdenza sociale, competenti per territorio.

L'ASSESSORE (On.le Benedetto Adragna)

back BackPage