CHE FARE

  1. I nuovi PIP  (cosi detti straordinari) riguardano i giovani di etÓ compresa tra i 19 e i 32 anni (elevata a 35 per i disoccupati iscritti nella 1¬ classe delle liste di collocamento da oltre 24 mesi), e per gli stessi, i soggetti utilizzatori, si sono impegnati alla fine dei 12 mesi a trasformare il rapporto di lavoro subordinato almeno il 60% dei giovani utilizzati.
  2. Sono state stipulate n.62 convenzioni con le associazioni datoriali, ordini e collegi professionali. Di queste convenzioni solo n.30 Enti (4.413 lavoratori) di cui al successivo elenco, beneficeranno dei piani di inserimento in base alle risorse finanziarie attualmente disponibili (le altre 32 sono state stipulate a condizione che vengano reperite le necessarie risorse finanziarie).
  3. I disoccupati possono giÓ contattare le associazioni di categoria, gli Ordini e i collegi professionali per consegnare loro il proprio curriculum.
  4. I disoccupati non si devono rivolgere all’assessorato al Lavoro. Non si entrerÓ a far parte di nessuna graduatoria. Bisogna soltanto rivolgersi agli enti che hanno stipulato la convenzione (o direttamente alle aziende).

Circolare 370/2000 con allegati Enti e Aziende convenzionate

Circolare n.4/2000 ed allegati (ulteriori complessivi n░ 80 giovani da inserire presso imprese)

back.gif (1289 byte)  Back Page