REPUBBLICA ITALIANA

REGIONE SICILIANA

____________

ASSESSORATO DEL LAVORO, DELLA PREVIDENZA SOCIALE , DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE E DELL’EMIGRAZIONE

DIREZIONE LAVORO

CIRCOLARE N 1/2000 - GURS n.4 del 28/01/2000

GR/IX - Prot. n 156 /DL 19 GENNAIO 2000

OGGETTO: Formazione all’autoimpiego - Borse formative , Circ. 309/98 - Circ. 360/99 - precisazioni e integrazione documentazione per ammissione al beneficio.

ALLEGATI n. 1.

Agli enti promotori dei progetti di utilitÓ collettiva
Al Coordinamento delle misure di politiche attive del lavoro
Al gruppo X/L
Ai gruppi di lavoro della Direzione I e II
All’Ufficio regionale del lavoro e della M.O.
All’Ispettorato regionale del lavoro
Agli Uffici provinciali del lavoro e della M.O.
Agli Ispettorati provinciali del lavoro
Alle Sezioni circoscrizionali per l’impiego
All’Agenzia regionale per l’impiego
e la formazione professionale
e, p.c. Alla Presidenza della Regione - Ufficio di Gabinetto
LORO SEDI

1) PRECISAZIONE In riscontro a numerosi quesiti posti in ordine alla fattispecie si ritiene necessario ribadire che l’istanza di finanziamento prevista dal punto 4 della circolare 2 aprile 1998 n. 309, ( GURS PARTE I n. 25 del 16/5/98) concernente l’oggetto pu˛ essere prodotta non solo singolarmente ma anche in forma associata dai soggetti di cui all’art. 1 della L.R. 21 dicembre 1995 n. 85 e all’art. 1 della L.R. 6 aprile 1996 n. 24 che abbiano partecipato per periodi complessivamente non inferiori a 180 giorni alla realizzazione dei progetti di utilitÓ collettiva , disciplinati dall’art. 23 dell legge 11 marzo 1988 n.67 e successive proroghe disposte con legge regionale e che alla data del 31 ottobre 1995 risultassero utilizzati nei progetti medesimi.

2) INTEGRAZIONE ALLEGATI PREVISTI DAL PUNTO 4 DELLA CIRCOLARE 2 APRILE 1998 N. 309 :

Considerato che l’importo dell’aiuto in oggetto rientra nei limiti del cosiddetto " de minimis " e pertanto , rende inapplicabile l’art. 87 part. 1 del trattato di Amsterdam , non essendo soggetto all’obbligo della notifica alla Commissione Europea , Ŕ necessario che i soggetti interessati producono dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietÓ secondo l’ALLEGATO 1 , in aggiunta agli allegati previsti dalla Circ. 309/98 citata ( a- b- c- d) punto 4.

Al fine , poi di fruire della prioritÓ prevista dall ‘ultimo capoverso della circ. ass. 23 settembre 1999 n. 360 ( GURS PARTE I n.47 DEL 1 OTTOBRE 1999) i soggetti interessati, per i quali ricorra la predetta condizione , dovranno presentare certificato rilasciato dalla S.C.I.C.A. competente o dall’Ente utilizzatore attestante la "costanza di utilizzazione" alla data di presentazione dell’istanza .

Per maggior chiarezza si riassume la documentazione da allegare all’istanza del beneficio di cui trattasi formulata secondo l’allegato A ( circ. 309/98) :

a) progetto in tre copie secondo allegato B ( circ. 309/98);

b) certificato del Casellario Giudiziale e certificati carichi pendenti per il soggetto o i soggetti richiedenti il beneficio;

c) dichiarazione sostitutiva di atto di notorietÓ attestante il possesso e la sussistenza dei requisiti per avere diritto al contributo di cui trattasi;

d) Certificato rilasciato dalla S.C.I.C.A. competente attestante il possesso dei requisiti di cui all’art. 2 della L.R. 23 gennaio 1998 n.3 ;

e) dichiarazione sostitutiva di atto di notorietÓ , in asservanza della regola del cosiddetto " de minimis " secondo l’allegato 1.

f) se ne ricorrono le condizioni :

certificato rilasciato dalla SCICA competente o dall’Ente utilizzatore attestante che il soggetto interessato si trova " in costanza di utilizzazione" alla data della presentazione dell’istanza ( cfr. ultimo capoverso circ. ass. n.360/99).

Gli Uffici e gli Organismi in indirizzo avranno cura di dare massima diffusione alla presente circolare.

F.to L’ASSESSORE (On.le ANTONINO PAPANIA)

All. 1

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’

(Art. 4 della legge 4 gennaio 1968, n. 15 e successive modifiche ed integrazioni)

Io sottoscritto………………………………………………………..…………..….nat…

a……………………………………..il …………………. e residente a ……………………

Via/Piazza …………………………………………………….…………. n ………………..

consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 26 della Legge 4 gennaio 1968 n. 15

cui posso andare incontro in caso di dichiarazione mendace,

DICHIARO

che l’importo della agevolazione di cui al contributo ex art.2 L.R. 23 gennaio 1998 n. 3

sommato all’importo delle altre eventuali agevolazioni ricevute a titolo di "de minimis" nel

triennio di riferimento (a) non supera l’ammontare di 100.000 E.C.U.

 

(Luogo e data) …………………………………..

Il dichiarante

b) ……………………………….

NOTE

  1. Il triennio di riferimento decorre dal momento in cui il beneficiario ha ricevuto la prima agevolazione a titolo di "de minimis"
  2. allegare copia fotostatica non autenticata di un documento di riconoscimento del dichiarante

back.gif (1289 byte) BackPage