loading...
L'attuale sito rappresenta la memoria storica
dell'Assessorato della Salute.
Per le notizie di nuova pubblicazione consultare il nuovo
Portale della Regione Siciliana

In evidenza

Alt ai randagi nei viali degli ospedali


I contenuti di questa pagina sono obsoleti

Palermo, 28/02/2007


COMUNICATO STAMPA

 


MISURE URGENTI E STRAORDINARIE CONTRO IL FENOMENO DEL RANDAGISMO NELLE STRUTTURE OSPEDALIERE PALERMITANE

 

Alt ai cani randagi nei viali degli ospedali palermitani. Questo l’obiettivo di un provvedimento inviato a tutte le aziende ospedaliere ed ai servizi veterinari comunali, dall’Assessore alla Sanità Roberto Lagalla.
Infatti dopo le numerose segnalazioni relative proprio alla circolazione di randagi nei vicoli di alcune Aziende Ospedaliere di Palermo, l’Assessorato ha emanato una disposizione nella quale si invita il Comune ad effettuare sopralluoghi presso i nosocomi per procedere al censimento e alla cattura dei cani presenti.
I randagi catturati dovranno essere condotti presso il canile municipale. Qualora non dovesse rilevarsi disponibilità di spazio presso la struttura cittadina, il Comune dovrà provvedere a contattare i rifugi convenzionati.
I Direttori Generali dovranno disporre servizi utili alla rimozione di cucce e luoghi di ricovero di animali e alla regolare pulizia e mantenimento dei viali, aiuole e giardini.
Inoltre il provvedimento obbliga i medesimi Direttori Generali a provvedere al controllo dei tragitti, in entrata ed in uscita, degli alimenti e dei rifiuti alimentari evitandone qualsiasi tipo di abbandono lungo gli stessi viali.
Lo stesso provvedimento dispone che le Aziende Ospedaliere adottino, inoltre, una campagna informativa e di educazione sanitaria nei confronti del personale dipendente e di quanti, abitualmente, si prendano cura degli animali randagi che frequentano i viali ospedalieri.
Sempre per fronteggiare il fenomeno del randagismo, l’Assessorato chiede ai Direttori Generali, l’attivazione di un’apposita convenzione con il Comune di Palermo per mantenere le strutture ospedaliere libere dai cani vaganti.
Nella circolare, indirizzata a tutte le Aziende Ospedaliere palermitane, si invitano i manager a diffidare il personale dipendente, i degenti, i loro parenti in visita e i fornitori che accedono presso le strutture ospedaliere a procurare agli animali presenti cibo e acqua.