loading...
L'attuale sito rappresenta la memoria storica
dell'Assessorato della Salute.
Per le notizie di nuova pubblicazione consultare il nuovo
Portale della Regione Siciliana

In evidenza

Emergenza caldo: piano di prevenzione


I contenuti di questa pagina sono obsoleti

Palermo, 25/06/2007


COMUNICATO STAMPA

 

UN SISTEMA DI SORVEGLIANZA E PREVISIONE DELLE ONDATE DI CALORE E’ STATO ELABORATO DAL DIPARTIMENTO OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO DELL’ASSESSORATO REGIONALE SANITA’


Un sistema di sorveglianza e previsione delle ondate di calore e un vademecum su come comportarsi nelle giornate calde è stato elaborato dal Dipartimento Osservatorio Epidemiologico dell’Assessorato Regionale alla Sanità.
Quali precauzioni adottare per difendersi dal caldo, quali gli effetti delle alte temperature sull’organismo sono, infatti, alcuni dei consigli che è possibile consultare sul sito internet del DOE, all’indirizzo www.doesicilia.it.
Oltre ad una sezione dedicata alla “Prevenzione Caldo: informazioni per la popolazione”, vi è un “Piano di assistenza per la popolazione di Catania” e il “Sistema Nazionale di Sorveglianza, previsione e di allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione”. Quest’ultimo programma è stato già attivato nel 2004 dal Dipartimento della Protezione Civile con il coordinamento, per gli aspetti tecnici, del Dipartimento di Epidemiologia della ASL Roma E, individuato come Centro di Competenza Nazionale (CC) ai sensi della Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 Febbraio 2004.
Gli obiettivi principali del programma sono la realizzazione di sistemi di allarme per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute, denominati Heat Health Watch Warning Systems (HHWWS), che utilizzano le previsioni meteorologiche al fine di individuare, fino a 72 ore di anticipo, il verificarsi di condizioni ambientali a rischio per la salute e l’impatto sulla mortalità ad esse associato.
Sulla base di tali previsioni, viene elaborato un bollettino giornaliero per ciascuna delle città coinvolte. Tra le 17 città italiane dove sono attivi i sistemi HHWW ci sono anche Catania e Palermo.