loading...
L'attuale sito rappresenta la memoria storica
dell'Assessorato della Salute.
Per le notizie di nuova pubblicazione consultare il nuovo
Portale della Regione Siciliana

In evidenza

Serv. Innovazione - Osservatorio Prezzi


I contenuti di questa pagina sono obsoleti

Gentilissimi Colleghi,

in evasione a quanto previsto alla lettera D.2.1. del Piano di Contenimento e di Riqualificazione del Sistema Sanitario Regionale 2007-2009, vengono posti a vostra conoscenza i primi esiti derivanti dal monitoraggio, cui voi avete fattivamente collaborato, delle quotazioni economiche e condizioni di acquisto dei principi attivi di classe A.

Si producono, dunque, in allegato alla presente, due elaborati (uno per i principi attivi di classe A di alto costo, elaborato “A”, ed uno per i restanti principi di identica classe, elaborato “B”), che riassumono i dati prodotti, alla data odierna, dai Referenti Aziendali per l’Osservatorio Regionale prezzi.
Si chiariscono, qui di seguito, alcune indicazioni che scaturiscono dagli elaborati “A” e “B”, che si inviano in allegato:

  • Le schede si compongono, rispettivamente, di n. 17 colonne delle quali le prime 3 riportano, in ordine, alcuni elementi che identificano ciascun principio attivo oggetto del monitoraggio, con lo specifico dosaggio e tipologia di somministrazione, e precisamente codice ATC, denominazione del principio, dosaggio e somministrazione
  • Nelle successive tre colonne sono trascritte alcune tra le informazioni fin quì fornite e validate dai Referenti Aziendali per l’Osservatorio Regionale prezzi e più specificamente, la percentuale di sconto e la quantità aggiudicata e la quantità ordinata nel primo semestre del corrente anno, per ciascun principio attivo in elenco
  • Nella predisposizione degli elaborati, ove le Aziende Sanitarie non abbiano fornito indicazioni circa le quantità aggiudicate, è stata inserita una quantità convenzionale di 10 unità di prodotto
  • Nelle colonne 7 sono indicate le percentuali di sconto di riferimento in ambito regionale cui le singole Aziende Sanitarie regionali devono attenersi, imputabili ad uno tra i seguenti parametri obbligatori:

1) negoziazioni definite dall’AIFA trascritte nella colonna n. 16 – denominata NOTE

2) per tutti gli emoderivati (per i quali di norma non è obbligatoria alcuna percentuale di sconto sul prezzo al pubblico), vengono indicate eventuali quotazioni economiche migliorative contrattate dalle singole Aziende Sanitarie regionali, alle quali è auspicabile che anche le altre Aziende Sanitarie regionali tendano per eventuali nuove negoziazioni

3) per tutti i restanti principi elencati nell’elaborato “A”, per i quali, ai sensi dell’art. 9 D.L. 264/74, convertito in L. 386/74 e dell’ art. 3, comma 128, L. 549/95, è dovuto almeno uno sconto del 50% sul prezzo al pubblico, vengono riportate le singole quotazioni contrattate dalle Aziende sanitarie regionali.


Per agevolare la lettura ed individuazione di alcune quotazioni che apparirebbero anomale, le stesse sono state evidenziate in rosso.

Analoga segnalazione è stata data per le percentuali di sconto negoziate da AIFA alla data del 16 marzo 2007, elencate nella colonna R.

Infine, nell’ultima colonna dei due elaborati “A” viene indicata, per ciascun principio attivo, la più alta percentuale di sconto rilevata in base ai dati pervenuti, per singolo principio attivo, percentuale, questa, cui ciascuna Azienda sanitaria regionale dovrà tendere quale obiettivo minimo, per ogni prossima contrattazione.

Ovviamente, ciascuno di voi è invitato a segnalare, ma solo mediante comunicazione formale da inviare a questo Dipartimento ISI, eventuali incongruenze ed imprecisioni che rilevasse nei dati registrati nei due elaborati.

Si sollecitano, inoltre, alla produzione dei dati fin qui richiesti per i principi attivi di classe A, tutti i Referenti delle Aziende che ad oggi non abbiano ancora provveduto a detto adempimento.

Nel dare notizia che con D.A. 1633 del 31.7.2007, attualmente in corso di pubblicazione, ed i cui contenuti verranno prontamente resi noti alle Direzioni Aziendali, sono stati, tra l’altro, ribaditi i contenuti di cui ai precedenti punti 1), 2) e 3), si invitano le SS.LL. a verificare se le quotazioni economiche contrattate, in ambito aziendale, per i singoli principi attivi siano conformi alla normativa come sopra menzionata e ad attivare tutte le procedure necessarie per l’eventuale immediato adeguamento delle condizioni di fornitura, richiedendo alle ditte fornitrici emissione di nota di credito, e non sconto merce, almeno per quanto acquistato nel corso del corrente anno.

Della eventuale non disponibilità manifestata dalla ditta fornitrice per quanto sopra espresso dovrà essere data immediata notizia a questo Assessorato, ed in particolare ai Dipartimenti IRS ed ISI, affinché di detto rifiuto venga, da questo Assessorato, data opportuna notizia all’Ufficio preposto dell’AIFA.

Ovviamente, in caso di rifiuto espresso da parte del fornitore in ordine al richiesto adeguamento delle condizioni economiche contrattate, ciascuna Azienda dovrà assicurare il regolare approvvigionamento del principio attivo, salvo contestuale segnalazione nei termini sopra esplicitati.

Si invitano, pertanto, le SS.LL. in indirizzo ad inoltrare anche a questo Assessorato ed, in particolare, al Dipartimento ISI, copia di ogni comunicazione che atterrà agli adempimenti di cui alla presente direttiva.

Così come disposto dal menzionato D.A. n. 1633/2007, l’ottemperanza alle presenti disposizioni sarà oggetto di specifica valutazione in sede di esame del raggiungimento degli obiettivi ai sensi dell’art. 3 bis, comma 5 del D.L.vo 502/92 e successive modifiche ed integrazioni.

Il Dirigente del Servizio Innovazione
(Dr.ssa Antonina Lupo)

Scarica il documento

Decreto Ministeriale 11.10.2007

Decreto Ministeriale 25.1.2008

ELABORATO "A" - PROSPETTO PRINCIPI DI ALTO COSTO

ELABORATO "B" - PROSPETTO PRINCIPI NON DI ALTO COSTO

PROSPETTO PRINCIPI DI ALTO COSTO (seconda stesura)

PROSPETTO PRINCIPI ATTIVI DI CLASSE A NON DI ALTO COSTO (seconda stesura)

Prezzo medio ponderato dispositivi medici DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI corretto