loading...
L'attuale sito rappresenta la memoria storica
dell'Assessorato della Salute.
Per le notizie di nuova pubblicazione consultare il nuovo
Portale della Regione Siciliana

In evidenza

Programmazione


I contenuti di questa pagina sono obsoleti

Palermo, 24 settembre 2010



SANITA': PROGETTI-OBIETTIVO, 68 MLN DI INVESTIMENTI IN SICILIA
ELENCO DELLE OPERE PREVISTE


(SICILIAE) - La Sicilia investira' entro la fine del 2010 ben 68 milioni di euro in "progetti-obiettivo" previsti dal Piano sanitario in ottemperanza alle linee guida emanate dal ministero della Salute che individuano priorita' e ambiti di intervento.
L'Assessore regionale per la salute, Massimo Russo, ha firmato il relativo decreto che e' gia' stato inviato alla Conferenza Stato - Regioni.
Sono progetti rivolti al territorio per supportare la crescita della rete assistenziale e che consentiranno di ridurre gli accessi inappropriati in ospedale. L'investimento permettera' l'avvio di nuove e importanti iniziative da parte delle aziende sanitarie, sostenendo i costi iniziali di attrezzature, tecnologie, formazione, personale e innovazioni organizzative che poi, a regime, le stesse aziende sanitarie avranno il compito di ricomprendere nelle proprie attivita' istituzionali.
"Sono progetti - ha detto l'Assessore Russo - che potenzieranno la medicina territoriale con servizi di qualita' che fino ad ora sono stati carenti o peggio ancora inesistenti. Tutto cio' e' il frutto di una programmazione attenta e rigorosa ed e' la naturale conseguenza di una politica sanitaria che ha saputo dire no agli sprechi e alle clientele e ha puntato all'efficienza e alla modernizzazione del sistema sanitario, guardando al reale bisogno dei cittadini. E' un esempio concreto della politica del fare, nelle regole e con le regole, l'ennesima conferma che una buona politica crea sviluppo economico duraturo nel tempo, investimenti e occupazione. Con la realizzazione di questi progetti-obiettivo ci avviciniamo agli standard delle regioni piu' virtuose, confermando un salto di qualita' della nostra offerta sanitaria e accrescendo il clima di fiducia da parte dei cittadini che hanno sempre piu' chiaro lo sforzo che stiamo compiendo per ricostruire un sistema sanitario che era obsoleto e inefficiente".
Fra i "progetti obiettivo" presentati a Roma uno sostiene la rete materno infantile con interventi sui reparti di emergenza urgenza ginecologica e neonatale (Sten e Stam), potenziando quelli gia' esistenti e prevedendone alcuni nuovi; saranno aperti 18 centri diurni per i malati di Alzheimer; verranno attivati 40 posti letto per le "unita' di risveglio" in cui sono ospitati i pazienti in coma, saranno aperti tre nuovi centri per l'ictus (stroke unit) prevedendo il potenziamento di quelli esistenti; previsto il finanziamento del piano straordinario per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro e l'incremento delle attivita' di cure primarie con l'aumento della continuita' assistenziale attraverso i medici di famiglia. Per la prima volta verra' istituito il registro per le malattie rare e potenziata la capacita' diagnostica dei centri di riferimento; sara' sviluppata anche la collaborazione con le organizzazioni di volontariato. In programma anche investimenti per la non autosufficienza per la salute mentale e per l'autismo, per la prevenzione, per il completamento della rete degli hospice e l'avvio della rete delle cure palliative sia negli ospedali che nel territorio. Partiranno anche quattro progetti sperimentali di "ospedale a domicilio" che riguarderanno, in questa prima fase, i pazienti leucemici (sia adulti che pediatrici), i talassemici e i soggetti a trapianto.
Le somme impegnate sono quelle del Fondo sanitario regionale vincolate alla realizzazione dei "progetti obiettivo" individuati tra le Regioni e il Ministero della Salute e coerenti con il Piano Sanitario Regionale, la cui bozza e' gia' stata inviata a tutte le parti sociali ad agosto.

Questi, nel dettaglio, i "programmi obiettivo"(in maiuscolo gli ambiti di intervento).

CURE PRIMARIE: Continuita' assistenziale e supporto all'associazionismo tra medici di famiglia; realizzazione e avvio di altri 5 Presidi Territoriali di Assistenza (PTA); realizzazione e avvio attivita' per 42 Punti di Primo Intervento nei PTA. Somma programmata: 17,1 milioni di euro.

NON AUTOSUFFICIENZA: incremento dei Punti Unici di Accesso (PUA) per lo sviluppo delle attivita' di Assistenza Domiciliare Integrata (ADI). Somma programmata: 4,3 milioni di euro.

NON AUTOSUFFICIENZA: ulteriore dotazione di comunicatori vocali per malati di sclerosi laterale amiotrofica (SLA) per ridurre le attese (ad oggi il Policlinico di Catania e' capofila di una convenzione tra le aziende sanitarie e ha in dotazione 36 comunicatori). Somma programmata: 957.000 euro.

NON AUTOSUFFICIENZA: attivazione di 18 Centri Diurni, per complessivi 180 posti, per pazienti con Alzheimer presso strutture con i requisiti strutturali, adeguate al trattamento della disabilita' e con la presenza di almeno 2 camere con 2 letti ciascuno. Somma programmata: 3,5 milioni di euro.

NON AUTOSUFFICIENZA: progetto pilota per l'accoglienza di pazienti affetti da malattie invalidanti. Somma programmata: 200.000 euro.

PROMOZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI E ASSISTENZIALI DEI PAZIENTI IN STATO VEGETATIVO CRONICO: Istituzione di 40 posti letto in Speciali Unita' di Accoglienza Permanente (SUAP) per i pazienti in coma. Somma programmata: 5 milioni di euro.

CURE PALLIATIVE E TERAPIA DEL DOLORE: definizione della rete degli Hospice e avvio della rete ospedale e territorio senza dolore. Somma programmata: 4,7 milioni di euro.

INTERVENTI PER LE BIOBANCHE DI MATERIALE UMANO: riqualificazione della Banca del sangue cordonale di Sciacca e creazione di un Centro per le Risorse Biologiche (CRB) regionale di cellule e tessuti umani per trapianto e ricerca. Somma programmata: 2,2 milioni di euro.

SANITA' PENITENZIARIA: interventi di riabilitazione e reinserimento sociale per persone dimesse da ospedale psichiatrico giudiziario. Somma programmata: 500.000 euro.

ATTIVITA' MOTORIA ANZIANI: attivita' di informazione e sensibilizzazione per la prevenzione malattie croniche e il mantenimento dell'efficienza fisica negli anziani. Somma programmata: 100.000 euro.

TUTELA DELLA MATERNITA' E PROMOZIONE DELL'APPROPRIATEZZA DEL PERCORSO NASCITA: Razionalizzare / ridurre i punti nascita e supportare la rete materno-infantile. Somma programmata 5 milioni di euro.

TUTELA DELLA MATERNITA' E PROMOZIONE DELL'APPROPRIATEZZA DEL PERCORSO NASCITA: favorire e umanizzare l'evento nascita e l'allattamento al seno con la diffusione del "Quaderno della gravidanza". Somma programmata: 450.000 euro.

MALATTIE RARE: avvio del registro e potenziamento dell'attivita' diagnostica. Somma programmata: 958.000 di euro.

VALORIZZAZIONE DELL'APPORTO DEL VOLONTARIATO: Programma di Audit civico; creazione di una banca dati regionale organizzata per tematiche delle organizzazioni di volontariato (OdV) nell'ambito sanitario: percorsi di formazione per il personale delle OdV; 3 progetti di sperimentazione di "Ospedale a domicilio" (per talassemia adulti, leucemia adulti e pediatrica). Somma programmata: 1,4 milioni di euro.

RIABILITAZIONE: implementazione e potenziamento Unita' per lo Stroke; avvio attivita' di riabilitazione cardiologica in due centri; attivita' di supporto psicologico e psicoterapeutico nei reparti ospedalieri per patologie ad alta criticita'; pre e follow up domiciliare dei pazienti in trapianto. Somma programmata: 4,6 milioni di euro.

SALUTE MENTALE: potenziamento presa in carico per bulimia e anoressia e disturbi mentali in eta' evolutiva; implementazione delle azioni per la presa in carico dei soggetti autistici. Somma programmata: 2,8 milioni di euro.

PIANO NAZIONALE PREVENZIONE: piani di prevenzione per la tutela della salute sui luoghi di lavoro (agricoltura, edilizia, malattie professionali). Somma programmata: 3,5 milioni di euro.

PIANO NAZIONALE PREVENZIONE: politiche di prevenzione per l'HIV; "progetto Cuore" per la rilevazione del rischio cardiovascolare; screening; progetto "Guadagnare Salute": Somma programmata: 10,8 milioni di euro.


Guido Monastra