NEWS
9-9-2010

ANCHE A PALERMO INFORMATIZZATI GLI ESAMI PER LA PATENTE
LE NUOVE AULE INTITOLATE ALLA MEMORIA DI GIOVANNI MESSINA

Le nuove aule informatizzate della motorizzazione di Palermo sono state inaugurate oggi dal Presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, e dall'Assessore regionale per le  Infrastrutture, Luigi Gentile, che hanno scoperto insieme al Questore, Alessandro Marangoni, una targa intitolata a Giovanni Messina, il comandante della Polizia stradale di Palermo scomparso tragicamente nei giorni scorsi.

“L'intitolazione delle aule al comandante Messina - ha detto il Presidente - è giusta e appropriata. Era un uomo integro, bravo come lo sono gli uomini e le donne delle forze dell'ordine in Sicilia. Ricordarlo è un fatto positivo”.

Da oggi, quindi, alla Motorizzazione di Palermo, come in tutte le altre province siciliane, gli esami di teoria per il conseguimento della patente di guida si svolgeranno esclusivamente mediante l’utilizzo delle apparecchiature informatiche.

A Palermo sono state allestite 3 aule dotate della necessaria attrezzatura, in modo da potere ospitare un totale di 46 candidati per ognuno dei 3 turni quotidiani.
Ogni giorno saranno quindi esaminati con la procedura informatizzata 138 candidati  per un totale di oltre 32.000 esami annui.

L’esame di teoria svolto con la procedura informatizzata continua a prevedere, come quello svolto sui moduli di carta, 10 domande a risposta multipla, però  i candidati indicheranno la risposta ritenuta corretta direttamente sullo schermo del computer che è sensibile al tatto (touch screen) con la possibilità, in caso di tocco errato, di variare la risposta prima dell’inserimento definitivo.

Inoltre, con il nuovo sistema, gli esami potranno svolgersi in 8 lingue (tedesco, inglese, francese, spagnolo, russo, arabo e cinese) per i candidati stranieri ed anche con l’ausilio di un supporto audio, nel caso di candidati che non possiedano il titolo di scuola media inferiore (la relativa richiesta dovrà avvenire in fase di prenotazione dell’esame).

L’avvio degli esami informatizzati rientra in un progetto più generale, mirato a garantire un maggior livello di trasparenza nell’azione amministrativa che, in questo caso, è intimamente connesso ad assicurare il più alto livello di valutazione delle conoscenze acquisite dai candidati per il conseguimento della patente e concorrere così ad innalzare il livello di sicurezza per la circolazione stradale.


La targa alla mamoria del Vicequestore Giovanni Messina posta presso la Motorizzazione di Palermo

Una delle aule informatizzate della Motorizzazione di Palermo

La saletta dotata di monitor da cui si potranno seguire dall'esterno gli esami per il conseguimento della patente
 
Home page sito Regione Siciliana